Ser Lapo 2019, nel Chianti Classico Riserva Docg, secoli di storia in...

Ser Lapo 2019, nel Chianti Classico Riserva Docg, secoli di storia in un calice di vino

41
0
CONDIVIDI

Questo mese ci spostiamo nella zona del Chianti Classico per parlare di un vino, Ser Lapo, il cui nome è un omaggio all’antenato della famiglia Mazzei a cui si deve l’uso per la prima volta della denominazione Chianti. Importante l’annata 2019, con una Riserva di incredibile complessità e persistenza

****

Ser Lapo 2019

Un grande vino, frutto di un’annata produttiva eccezionale, dove sole, acqua e temperatura sono state perfette per lo sviluppo delle piante e per portare a maturazione uve eccellenti sotto ogni profilo. Così è Ser Lapo Chianti Classico Riserva Docg 2019 di Castello di Fonterutoli ora sul mercato.
Oltre alle condizioni climatiche favorevoli del 2019, Ser Lapo deve le sue peculiarità alle colline di Cornia e Caggiolo a Castellina in Chianti, tra i 250 e i 350 metri di altitudine, dove vigneti di 15-20 anni di età affondano le loro radici in terreni composti da argille e calcare.
Dopo 12 mesi in piccoli fusti di rovere francese, il risultato è un vino – per lo più a base di Sangiovese con un 10% di Merlot – strutturato e intenso, adatto a lunghissimi invecchiamenti, eppure fresco, con sentori di frutti di bosco e sottobosco…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di giugno 2022 di Maremma Magazine (alle pagine 98-99), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI