Rosamundi, il raffinato vino rosato firmato Morisfarms con una veste ricercata ed...

Rosamundi, il raffinato vino rosato firmato Morisfarms con una veste ricercata ed elegante

1078
0
CONDIVIDI

Rosamundi, il vino che andiamo a conoscere questo mese, con il nome antico di una bellissima rosa, nasce dall’esperienza della storica azienda maremmana Morisfarms, che crede nella potenzialità del vitigno Sangiovese e del terroir maremmano per l’offerta di un rosato di grande qualità e gradevolezza

****

DI ELISABETTA RUSSO

Si affacciano sempre più alla ribalta del palcoscenico vinicolo maremmano, dominato dai vini rossi tra i quali spicca il Morellino di Scansano ma con una crescente presenza di bianchi con il Vermentino in prima fila, nuove proposte di vini rosati che vanno a completare la tavolozza dei colori ed il bouquet dei sapori che i vini di Maremma possono offrire ad un pubblico sempre più esigente ed alla ricerca di nuove esperienze gustative.
Dalla visione imprenditoriale ed innovativa di cogliere questa tendenza nasce la decisione di Morisfarms, azienda storica da più generazioni interprete di rilievo nel teatro vitivinicolo maremmano, di rilanciare un vino rosato, prodotto in piccola quantità dal 2012, proponendolo all’attenzione del pubblico con una veste ed un nome completamente rinnovati.
Il vino in questione è Rosamundi, che si presenta con un nuovo packaging particolarmente ricercato ed elegante e con un nome che oltre al richiamo al passato già da sé evoca la delicata ma memorabile esperienza gustoolfattiva che il vino andrà ad offrire.
Rosamundi, o Rosa Gallica, una rosa nativa del sud-centro Europa, è stata una delle prime specie di rosa coltivata dai Greci e dai Romani, era usata comunemente nei giardini medievali e nel XIX secolo era considerata una delle più importanti specie di rosa. La scelta di un nome che ha tali radici
nel passato sottolinea il forte attaccamento dell’azienda alla storia ed alla tradizione. Un nome che inoltre sapientemente richiama le caratteristiche della rosa di cui tutti abbiamo memoria visiva e sensoriale, anticipando nel nostro immaginario quelle che saranno le emozioni ed esperienze nell’assaggio del vino.
L’azienda Morisfarms ama sottolineare che ha alle spalle “duecento annidi tradizione ed amore per la Maremma”.
Nata e cresciuta con l’attività agricola, entra con determinazione nel monto vitivinicolo intorno al 1970. È ora gestita dai due cugini, Ranieri Luigi Moris e Giulio Parentini, i quali, cosa spesso poco comune in aziende con una storia di gestione familiare, operano in grande sintonia sulle scelte strategiche e nella gestione dell’azienda.
Sono supportati per la produzione vinicola dall’enologo Attilio Pagli che ha curato la crescita dell’attività vitivinicola dell’azienda sin dai suoi primi passi intorno agli anni ‘70’-’80.
L’azienda ha in Maremma due tenute, a Massa Marittima dove c’è la sede principale e tra Scansano e Grosseto, per un totale di circa 480 ettari di cui 70 ettari a vigneto e circa 350.000 bottiglie prodotte all’anno di vini rossi, bianchi e rosati.
Brillante nel suo bel colore rosa cerasuolo, Rosamundi offre un interessante quadro olfattivo con un bouquet ricco e persistente con note di pesca, pompelmo, agrumi e, appunto, rosa. Al palato si presenta fresco, minerale, sapido. La temperatura di servizio ideale è 18°C.
Grazie alla sua versatilità, tipica di molti rosati, offre interessanti opportunità di abbinamento con antipasti, pasta, riso, pesce, carne e anche formaggi. Un abbinamento suggerito è con filetto di tonno in crosta di patate.

Se vuoi leggere l’articolo completo pubblicato sul numero di aprile 2019 di Maremma Magazine, alle pagine 84-85, acquista la tua copia cartacea in edicola, oppure la versione digitale, on line! Clicca QUI

Chi fosse interessato a degustare Rosamundi e gli altri vini direttamente presso il produttore può usufruire anche dell’accoglienza di grande qualità presso l’agriturismo Morisfarms, Fattoria Poggetti in località Cura Nuova, Massa Marittima.
Info: www.morisfarms.com