Finalmente inaugurato il Ponte pedonale, ciclabile ed equestre sull’Ombrone

Finalmente inaugurato il Ponte pedonale, ciclabile ed equestre sull’Ombrone

110
0
CONDIVIDI

È un’infrastruttura davvero strategica, con grandissimi risvolti in chiave turistica, quella che è stata inaugurata il 28 marzo scorso con una cerimonia pubblica molto partecipata. Parliamo ovviamente del Ponte pedonale, ciclabile ed equestre sull’Ombrone, in località La Barca, un’opera attesa da tempo che collega la città di Grosseto al Parco della Maremma

****

DI DEBORAH CORON

Dopo una lunga attesa, il ponte sull’Ombrone, in località La Barca, è finalmente una realtà: la struttura moderna, in acciaio e materiali ecocompatibili, è stata inaugurata il 28 marzo scorso al transito di pedoni, di biciclette, ma anche ai cavalli. Una grande festa di popolo e della mobilità dolce, nella quale il sindaco è arrivato guidando un carro di buoi, simbolo dell’identità agreste di un territorio.
“Un altro tassello nel grande mosaico per il rilancio del sistema turistico maremmano – commenta Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco di Grosseto– : un progetto importante e decisivo che coniuga natura e sostenibilità per una mobilità dolce. Da oggi, il parco della Maremma è unito alla città, alla ferrovia, alla grande rete delle ciclopedonali che stiamo realizzando e che farà di Grosseto una delle città più bike-friendly d’Italia”.
Il ponte, transitabile in caso di necessità dai mezzi di soccorso pubblico, ha visto un investimento complessivo di un milione e 800mila euro, in parte finanziati (500mila euro) dalla Regione Toscana. L’intervento ha previsto anche la sistemazione delle sponde del fiume e del centro canoe. Il ponte sarà intitolato a Eugenio Luigi Bellucci, detto Gigi della barca, lo storico manovratore della chiatta che congiungeva anticamente le due sponde…

Il ponte è collegato alla città dalla nuova pista ciclopedonale che parte dalla stazione ferroviaria, anch’essa inaugurata il 28 marzo scorso, che ha un costo complessivo di un milione e 600mila euro e che è stata intitolata a Pietro Magagnini, compianto professionista grossetano vittima di un incidente stradale in bicicletta.
La realizzazione del ponte sull’Ombrone inoltre consentirà alla Maremma di diventare soggetto protagonista della ciclopista tirrenica, un’opera all’avanguardia per la ciclabilità che collegherà la Liguria al Lazio, passando dalla Toscana”. Intanto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti arriva la notizia della firma – avvenuta l’8 aprile scorso – del protocollo d’intesa per la Ciclovia Tirrenica insieme alle Regioni Toscana (capofila), Lazio e Liguria…

Se vuoi leggere l’articolo completo pubblicato sul numero di maggio 2019 di Maremma Magazine, alle pagine 14-17, acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale, on line! Clicca QUI