Accademia Italiana della Cucina, tutto pronto per la Cena Ecumenica 2018

Accademia Italiana della Cucina, tutto pronto per la Cena Ecumenica 2018

72
0
CONDIVIDI

Tutto pronto per la tradizionale cena ecumenica 2018 dell’Accademia Italiana della Cucina, un appuntamento fisso – in calendario ogni anno il terzo giovedì di ottobre che quest’anno cade il 18 – teso ad approfondire un tema sempre diverso. Torte dolci e salate nella tradizione regionale il filo conduttore scelto a livello nazionale per il 2018

DI DOMENICO SARACENO

****

È tradizione dell’Accademia Italiana della Cucina fissare ogni anno un appuntamento a tema, la Cena Ecumenica; il terzo giovedì d’ottobre (il 18), ogni anno gli accademici sparsi nel mondo si riuniscono alla stessa ora degustando un menu coerente con l’argomento scelto. Un simposiarca cura il convivio ed illustra l’argomento culinario oggetto dell’incontro. Nel 2018 il tema da sviluppare sarà quello sulle torte dolci e salate nella tradizione regionale.

La storia della cucina della città di Grosseto e della Maremma grossetana è strettamente legata alla miseria endemica che si è protratta in questa terra per vari secoli (cantata con le parole del famoso canto popolare Maremma amara) e dunque chiaramente testimoniata dalla povertà dei suoi piatti, che sono semplicissimi ed in genere affidano la loro gradevolezza alle erbe aromatiche, alla cottura lenta e prolungata, alla capacità di cucinare gli animali da cortile, la cacciagione, i funghi di cui la zona è ricca.

Dunque, quasi sempre, quando affrontiamo uno dei temi che ci assegna il Centro Studi dell’Accademia, risulta difficile trovare un collegamento diretto fra l’argomento da sviluppare e le tradizioni culinarie di questa terra. Inoltre, si può osservare che spesso le tematiche affrontate s’intrecciano e si collegano fra di loro, come in questo caso dove, per combinazione, si possono collegare gli ultimi tre temi ecumenici: riuso, formaggi e torte salate.

Non rimane che indagare negli archivi (quasi sempre orali) della cucina familiare (attingendo notizie da quelle che si usa chiamare un po’ banalmente ricette della nonna) oppure affrontare l’argomento riservato alla cucina moderna e creativa, oramai diffusa universalmente anche e soprattutto nell’offerta della ristorazione rurale… 

L’articolo completo è pubblicato sul numero di ottobre 2018 di Maremma Magazine, alle pagine 46-48, in edicola e on line su: www.maxisoft.it/mdm/maremmamagazine/index.php