Caravaggio ha frequentato Sovana e il suo territorio? Nuove ipotesi da un...

Caravaggio ha frequentato Sovana e il suo territorio? Nuove ipotesi da un Incontro di Studi a Pitigliano

340
0
CONDIVIDI

Una felice intuizione di don Marco Monari ha dato vita ad un’importante ricerca di Cecilia Luschi e Beatrice Stefanini sulla tela “Il Sacrificio di Isacco”, conservata agli Uffizi di Firenze, nella quale il paesaggio raffigurato da Caravaggio pare somigliare alla visione della Cattedrale di Sovana, che si può osservare dal sito archeologico della Tomba Ildebranda, ubicato dalla parte opposta…

****

Premessa

L’importante Incontro di studi, che si è tenuto a Pitigliano nei giorni 9-11 novembre 2023 su iniziativa della Diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello, ha trovato il suo sbocco nella corposa pubblicazione (quasi 450 pagine) del volume dal titolo “Polifonia di storie. Persone, istituzioni e paesaggi dell’antica Diocesi di Sovana al tempo di Michelangelo Merisi da Caravaggio”, edito dalla Diocesi stessa a cura del vescovo mons. Giovanni Roncari.
L’incontro di studi è avvenuto nell’ambito del Quinto Convegno “Le Porte del Mediterraneo”, che ha segnato un momento di forte dialogo culturale e religioso tra esponenti delle tre religioni abramitiche: cristiani, ebrei, musulmani, i quali si sono ritrovati a pregare insieme sia in chiesa che nella sinagoga di Pitigliano…

Il volume “Polifonia di storie”

Dopo la pubblicazione nel 2019 del volume “I volti di Niccolò III Orsini”, che ha contribuito a qualificare Pitigliano come piccola “capitale del Rinascimento”, è seguita l’edizione del recentissimo volume “Polifonia di storie”, che prende l’avvio dal ben noto “foglietto” trovato qualche decennio fa nell’Archivio parrocchiale di Porto Ercole, il quale riconduce la morte del Caravaggio al 18 luglio 1609 (in realtà 1610) e su cui si è aperto un ampio dibattito relativo alla sua autenticità… Il volume presenta una serie di studi, che ruotano intorno al Caravaggio e all’antico territorio diocesano di Sovana – appunto una “polifonia di storie” – dall’introduzione generale relativa al ruolo del Mediterraneo tra ‘500 e ‘600 all’evoluzione di Porto Ercole nei secolo XIV-XVII, dai Cavalieri di Malta nella Diocesi a nuovi documenti dell’Archivio Diocesano atti ad illuminare il contesto del “foglietto” suddetto, al rilievo sui graffiti di una battaglia navale, posti presso la porta del centro storico di Porto Ercole, ed infine alla presentazione di nuove suggestive interpretazioni su un’opera del Merisi e sulle ricostruzioni della morte del pittore con documenti inediti.

Un’incredibile somiglianza

D’altra parte, il territorio della Diocesi di Sovana si incrocia con le vicende di Caravaggio. “Infatti alcuni sostengono che il ‘dipintore’ sia morto a Porto Ercole proprio all’interno della nostra Diocesi e ne avrebbe frequentato i territori. La vicenda che si è intessuta quindi passa da Sovana, si incrocia con la storia ‘mito’ della morte di Caravaggio e con quella di un quadro da lui dipinto il Sacrificio di Isacco”.
Una felice intuizione di don Marco Monari ha dato vita ad un’importante ricerca di Cecilia Luschi e Beatrice Stefanini sulla tela “Il Sacrificio di Isacco”, conservata agli Uffizi di Firenze, in cui Caravaggio ha dipinto, a destra in alto, uno sfondo paesaggistico rappresentante una chiesa con campanile, un edificio sul fondo valle presso un fiume, un altro edificio a metà costa in mezzo al bosco.
Tale paesaggio e in particolare la chiesa hanno richiamato in mente a don Marco la notevole somiglianza con la visione della Cattedrale di Sovana…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di aprile 2024 di Maremma Magazine (alle pagine 76-79), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI