Morellino Classica Festival, edizione 2020 pronta al via pandemia permettendo

Morellino Classica Festival, edizione 2020 pronta al via pandemia permettendo

167
0
CONDIVIDI

Giunto alla sua nona stagione, con un programma ricco di celebrità internazionali della musica e di nuovi incantevoli luoghi che le ospiteranno, il Morellino Classica Festival proporrà (Coronavirus permettendo) 21 concerti in 16 luoghi diversi tra giugno e agosto per poi chiudere il 2020 con quattro concerti di fine anno

****

DI ELISABETTA RUSSO

Morellino Classica 2020 prosegue, pur nel difficile momento che la Nazione sta attraversando, con l’augurio e la speranza che la sua musica possa celebrare il ritorno alla normalità. “Il festival – sottolinea il direttore organizzativo Antonio Bonfilioraggiunge quest’anno la sua nona edizione, con alle spalle 180 concerti in 30 luoghi differenti ed un crescente successo tributato da un pubblico sempre più numeroso e da una sempre maggiore attenzione di stampa e media. L’idea progettuale incentrata sul trinomio musicanatura-vino sta ricevendo crescente interesse dai settori che ne vengono toccati, con la partecipazione di prestigiosi interpreti, di nuovi Comuni che si aggiungono a quelli delle passate stagioni, e con il consenso di partners che condividono la filosofia della manifestazione: produttori del settore vitivinicolo come Fattoria le Pupille, Frescobaldi Toscana, Conte Ferdinando Guicciardini, Principe Corsini, Terenzi, La Selva, Mantellassi ed altre importanti realtà del territorio, e non solo, tra cui Banca Tema Credito Cooperativo, Consorzio del Morellino di Scansano- Toscana, Ricola, Mercedes-Benz”…

Il Festival e il Coronavirus

A causa dell’emergenza sanitaria sono state annullate le presentazioni e relativi concerti a Napoli e a Milano: il 28 marzo nell’ambito di Maremma Meets Neapolis Palazzo Positano Napoli organizzato da Marco Bisdomini (imprenditore e animatore culturale – titolare della ACAS3D srl di Grosseto), con il concerto di Minimo Ensemble Daniela Monteleone, soprano – Antonio Grande, chitarra. L’appuntamento è stato rinviato a data da destinarsi.
Rinviato ai prossimi mesi quello che doveva essere il concerto d’apertura fissato per il 6 Giugno nella Chiesa di San Giovanni a Scansano con il Quartetto d’Archi del Conservatorio “Franci” di Siena che avrebbe rappresentato un evento più unico che raro per il territorio di Scansano, la sua popolazione, la sua Parrocchia, tra gli appuntamenti di rilievo della stagione.
Il Festival avrebbe dovuto accompagnare musicalmente il rientro in Italia della Madonna dell’Uccellino la famosa maiolica del XV secolo di Andrea della Robbia (1435-1525) che era stata rubata nel ‘71, e solo nei mesi scorsi recuperata intatta in Canada dai Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale e momentaneamente in mostra nel Palazzo Gregoriano del Quirinale. L’eccezionale evento offerto da Morellino Classica Festival alla Parrocchia di Scasano ed è organizzato in collaborazione con il Parroco Don Emanuele Bossini. Restano confermate tutte le date in calendario, compresa la conferenza stampa di presentazione del 5 giugno con il concerto del violinista Leonardo Rossi, presso la Sala Marraccini della sede centrale di Banca Tema Grosseto.

I luoghi dell’edizione 2020

Una novità riguarda i luoghi che il Festival toccherà nel suo itinerario musicale, con una “estensione geografica” che risponde all’interesse crescente verso la kermesse musicale e che si rispecchia da quest’anno nella sua denominazione, in cui si aggiunge al marchio la denominazione regionale “Toscana”, a dimostrazione dell’ampiezza territoriale su cui la rassegna svolge l’opera di promozione e diffusione della musica. Tra le 16 località che il Festival toccherà quest’anno, ai luoghi “tradizionali” nei comuni già consolidati negli anni, si aggiungeranno nuove località ad Arcidosso, Pitigliano e Sovana…

Grande musica, grandi interpreti e giovani talenti

Con i 21 concerti di quest’anno, la maggior parte dei quali nel periodo estivo tra giugno e agosto e 4 nel periodo invernale tra fine Dicembre e Capodanno, la grande musica spazierà da concerti con orchestra o ensemble, alla musica da camera e al canto lirico…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di maggio 2020 di Maremma Magazine (alle pagine 64-67), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Acquista la tua copia on line! Clicca QUI