Ristorante Callistemo, i sapori della tradizione di Maremma

Ristorante Callistemo, i sapori della tradizione di Maremma

66
0
CONDIVIDI

Nella quiete della campagna maremmana, al Ristorante Callistemo dell’agriturismo il Marciatoio di Scansano ci si immerge nella bellezza del territorio e nelle sue tradizioni, con i piatti tipici dal sapore antico e genuino e con la piacevole accoglienza della famiglia Porfiri, maremmana doc. Un’esperienza da non mancare per un “tuffo” nella Maremma più autentica

****

DI ELISABETTA RUSSO

Nel cuore della Maremma grossetana, tra le colline dedicate all’agricoltura e dai colori cangianti al susseguirsi delle stagioni, aspetta il visitatore il ristorante Callistemo dell’agriturismo Il Marciatoio, al bivio tra la strada dell’Aquilaia e la Scansanese.
Callistemo è un nome che incuriosisce: come ci spiega Enrico Porfiri, che gestisce l’agriturismo ed il ristorante: “Abbiamo scelto questo nome perché abbiamo nella tenuta una pianta di Callistemo” pianta con bei fiori di colore rosso cremisi che fioriscono tra maggio e luglio “e col suo nome vogliamo sottolineare la bellezza della terra che ci circonda”. Il nome infatti deriva dal greco, dall’unione di calos (bello) e stemnos (stami), nome dovuto appunto alla bellezza dei fiori e degli stami…
Da Callistemo ci sono tutti gli ingredienti a disposizione per una memorabile esperienza gastronomica ma non solo: piatti tipici, prodotti propri o a filiera corta, attenzione alle tradizioni e alla convivialità, accoglienza familiare, ambiente tipico, il tutto contornato dalla pacata bellezza delle colline maremmane…

Menù dalla tradizione

Il ristorante è nato nel 2013 a completamento dell’offerta ricettiva dell’agriturismo che opera dal ’94, con l’intento di valorizzare i prodotti locali di produzione propria o di aziende vicine…
È giunto il momento di dare uno sguardo alla cucina del ristorante, dove ci accoglie Fiorella, che lascia per un attimo i fornelli per parlarci del menù, incentrato sui piatti tipici e ricette tradizionali: la panzanella con pane tostato e pomodoro, salumi e formaggi, crostini, tagliatelle rigorosamente fatte col mattarello, tortelli, pici, acqua cotta, gnocchi, cinghiale, spezzatino al Morellino, torta della nonna di pasta frolla e cheese cake. Alla domanda su cosa vorrebbe dirci della sua attività Fiorella risponde: “È un lavoro no-stop, ma è una grande soddisfazione trasferire nei piatti la nostra storia maremmana” e alla richiesta di sapere qualcosa in più sulle ricette Fiorella sorride, mantenendo, come fanno tutti i cuochi, il segreto di ciò che solo lei sa: “Posso solo dire di venirle a provare!”

Callistemo… oltre la cucina

Guardando in giro nella sala del ristorante attirano l’attenzione alcune targhe di eventi che spesso Callistemo organizza, con l’intento di offrire un’ospitalità che va oltre l’esperienza culinaria. Il ristorante ama infatti proporre momenti conviviali, cene e serate a tema, sempre con l’obiettivo di valorizzare le tradizioni e le eccellenze del territorio. Dalle serate con il “Tiro del Panforte” ad “Arte in piscina” o “Pasta e cinema”

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di settembre 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 114-17), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI 

Il ristorante organizza pranzi, cene e buffet anche per chi non soggiorna presso l’agriturismo e richiede in ogni caso la prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni tel. 339 6618855.