Marco Brandi, quando la passione per la fotografia si trasforma in arte

Marco Brandi, quando la passione per la fotografia si trasforma in arte

240
0
CONDIVIDI

È una passione autentica, scoppiata sette anni fa, grazie al regalo di uno zio, quella che anima Marco Brandi, fotografo autodidatta, innamorato della sua terra, la Maremma. Una passione per la fotografia naturalistica che traspare nei suoi scatti unici, in cui l’estrema bellezza del territorio viene raccontata ed esaltata attraverso la rappresentazione della sua biodiversità

****

DI CRISTINA CHERUBINI

La Maremma, grazie alla sua variegata offerta di paesaggi ed habitat differenti, ospita molte specie del mondo animale e vegetale, che coesistono in completa armonia come in pochissime altre zone della terra. Marco Brandi, fotografo autodidatta, innamorato della Maremma tenta ormai da circa 7 anni di racchiudere l’estrema bellezza di questo territorio, esaltandone la sua biodiversità all’interno dei suoi scatti.

Gli inizi

“Tutto è iniziato in un giorno di metà marzo del lontano 2013 – racconta Marco Brandi – quando mio zio decise di regalarmi una reflex e portarmi con sé in una delle sue uscite fotografiche”.
Brandi, studente di Scienze Ambientali e Naturali all’Università di Siena, ha fin da piccolo dimostrato una spiccata sensibilità ed un amore spasmodico per la natura, che lo hanno spinto da sempre a dedicarsi alla salvaguardia e difesa del naturale equilibrio che guida ogni essere vivente. “Ricordo – racconta Marco Brandi – che alle elementari durante la ricreazione, mettevo in sicurezza i formicai nel giardino dell’istituto scolastico, e studiavo i movimenti dei lombrichi nel terreno”.
Una curiosità innata, alimentata da un’inclinazione artistica ed un occhio molto allenato, una combinazione magica resa vincente dall’impegno profuso per la solidificazione del suo progetto. Marco Brandi, a soli 24 anni, è riuscito a diventare un ottimo fotografo, un artista che sapientemente coglie le varie sfaccettature dell’essenza più pura del paesaggio della Maremma, ovvero i suoi animali e la sua natura.

(…)

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di ottobre 2020 di Maremma Magazine (alle pagine 52-57), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI