Promuovere e valorizzare i vini rosati di Maremma: la mission dell’associazione Rosae...

Promuovere e valorizzare i vini rosati di Maremma: la mission dell’associazione Rosae Maris

27
0
CONDIVIDI

Valorizzare i vini rosati di Maremma: questa la mission che si è data l’associazione di produttori Rosae Maris nata nel 2015 proprio con l’intento di promuovere questa tipologia di vino, oggi sempre più apprezzata ed in crescita, non solo in termini di quantità, ma soprattutto di qualità dei prodotti. Ne parliamo con la presidente Elisabetta Ceccariglia

****

DI ELISABETTA RUSSO

Andiamo oggi a conoscere Rosae Maris, associazione di produttori nata nel 2015 con l’intento di valorizzare i vini rosati di Maremma, un gruppo che con grande passione, spirito di collaborazione e professionalità sta contribuendo a portare crescente interesse su questa tipologia di vino, fino a pochi anni fa poco conosciuta nella sua interessante potenzialità ed ora sempre più apprezzata.
Gli ultimi anni hanno visto una presenza sempre più significativa di nuove proposte di vini rosati sul palcoscenico vinicolo maremmano, tipicamente dominato dai vini rossi, affiancati in seconda fila dai bianchi.
La Maremma grossetana in realtà grazie alla sua mediterraneità è un territorio particolarmente vocato per la produzione di vini rosati, che trovano nella varietà dei microclimi, nella ricchezza dei suoli minerali e nelle brezze marine le condizioni ideali per restituire al meglio al naso e al palato quei sentori e sapori che vanno a soddisfare i gusti di un pubblico sempre più esigente e alla ricerca di nuove esperienze gustative. Grazie all’intuizione di diversi produttori che hanno creduto diversi anni fa in questa potenzialità dei vini rosati in Maremma, e grazie alle raffinate tecniche di produzione utilizzate stiamo assistendo ad una crescita importante di questo settore non solo in termini di quantità ma soprattutto di qualità dei prodotti.
In questo percorso di crescita del settore ha avuto un ruolo importante anche l’iniziativa di alcuni produttori che nel 2015 hanno deciso di “fare rete” per promuovere tutti insieme, in sinergia e collaborazione, anche con il supporto del Consorzio Maremma Toscana DOC e di altre realtà territoriali, la conoscenza dei vini rosati di Maremma, sia sul territorio di produzione che a livello nazionale ed internazionale.
A Rosae Maris aderiscono attualmente 20 produttori della provincia grossetana, con circa 25 etichette di rosati, che propongono vini sia fermi che spumantizzati da vitigni tipicamente della zona, come Sangiovese, Ciliegiolo, Alicante, ma non solo, offrendo quindi un’ampia scelta per poter accompagnare una grande varietà di cibi, per aperitivi e a tutto pasto, adatti non solo per i periodi estivi, come spesso si pensa di utilizzare i rosati, ma per tutto l’anno…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di settembre 2022 di Maremma Magazine (alle pagine 68-70), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI