La torta salata di carciofi, una vera leccornia di un banchetto primaverile

La torta salata di carciofi, una vera leccornia di un banchetto primaverile

1961
0
CONDIVIDI

In linea con la stagione primaverile, questo mese nello spazio dedicato alle ricette presentiamo la torta salata di carciofi una proposta versatile che può essere un antipasto o un contorno o anche un accompagnamento a salumi e formaggi a merenda. Ne esistono varie versioni ma comunque la si prepari la torta salata di carciofi è una vera leccornia di un banchetto primaverile all’aria aperta

di Alissa Mattei

****

Quando arriva la primavera e dalle grandi foglie della pianta dei carciofi escono quelle belle testine tonde, che sono realmente boccioli e non frutti del carciofo, viene voglia di preparare una bella torta salata, che è un piatto semplice ma che può allietare i nostri pranzi, cene e scampagnate di Maggio.
Qualche notizia sul carciofo. Il carciofo è una pianta di coltura antica, originaria del Medio Oriente, usata dagli Egizi, dai Romani ed infine dagli Spagnoli in Sicilia. Il nome sembra derivare da cinis, cenere che veniva usata per i terreni dove venivano piantati i carciofi. Una curiosità su questa pianta: Pablo Neruda ha dedicato un poema a questo ortaggio (Ode al Carciofo).
Tornando alla nostra ricetta, si tratta di una preparazione versatile che può essere un antipasto o un contorno o anche un accompagnamento a salumi e formaggi a merenda.
I Francesi la chiamano quiche o clafoutis salato, ma a me piace chiamarla torta anche perché la ricetta che propongo è più semplice di quella francese e quindi un po’ più dietetica.
Naturalmente al posto della pasta brisè, potete preparare una schiacciata con pasta di pane lavorata con poco lievito la sera prima, poi la stendete su una teglia oleata, cuocete in forno ad alta temperatura per pochi minuti (250°C), la riempite con i carciofi cucinati come di seguito e chiudete con uno strato di pasta, ripassando in forno per 10 minuti, è fantastica!
Vorrei dire che queste sono due versioni (contadina e nobile) dello stesso concetto di base di torta/focaccia ripiena.
Un’altra versione della torta è tipo frittata senza coperchio di pasta, solo con il fondo ed i carciofi-formaggio uova come ripieno.
In qualsiasi versione la prepariate è una vera leccornia di un banchetto primaverile all’aria aperta!

Ingredienti per 8 persone
Preparazione della pasta brisè
Farina 300g
Burro 150g
Uova 1+ 1 sbattuto
Sale qb
Acqua fredda 50g
Mescolare velocemente gli ingredienti, anche con un robot da cucina, lavorare e mettere in frigo per almeno un’ora. Spianare e stendere su una pirofila da 28 cm (altezza 2 cm).

Preparazione del ripieno

Carciofi 10
Aglio fresco 1
Peperoncino 1
Pecorino 300g
Olio extra vergine di oliva 100g
Maggiorana qb
Preparazione

Distendere la pasta brisè sulla pirofila e cuocere in forno con carta da forno, ponendo sopra fagioli per mantenere la pasta ben stesa per 15 min. a 180°C. Togliere dal forno e spennellare con l’uovo, rimettere in forno per 5 minuti.
In una casseruola appassire l’aglio fresco, aggiungere il peperoncino, i carciofi, precedentemente puliti, sale ed acqua, coprire e cuocere per pochi minuti.

Sistemare i carciofi sul fondo pasta brisè precedentemente cotta, aggiungere il pecorino tagliato a dadini e maggiorana, ricoprire con la pasta brisè, spennellare con l’uovo, fare un piccolo foro centrale per far fuoriuscire il vapore, cuocere per 20 minuti.
Si può anche aggiungere ricotta, latte ed uova, altri formaggi, prosciutto a piacere e fantasia.

torta carciofi 3