“Poesie all’Arcipelago”

“Poesie all’Arcipelago”

50
0
CONDIVIDI

“Poesie dall’Arcipelago” di Maria Giovanna Mussio, un libro pieno di sentimenti e passione

Con “Poesie dall’Arcipelago” Maria Giovanna Mussio raccoglie, in un libro agile e pieno di passione, una serie di componimenti in versi dedicati al nostro territorio. Il volume è edito da CS Edizioni, la casa editrice che pubblica anche Maremma Magazine

di Rossano Marzocchi

Potrebbe far pensare a una serie di componimenti sulle nostre meravigliose isole, che già di per sé sarebbe sufficiente, ma c’è molto di più nella raccolta Poesie dall’Arcipelago, di Maria Giovanna Mussio, recentemente pubblicata da CS Edizioni.
Allegato pochi mesi fa a questa rivista, dato il successo, il volume viene ora riproposto in vendita nelle edicole della provincia di Grosseto.
Stimata insegnante di Diritto ed Economia negli istituti superiori del capoluogo maremmano, l’autrice è laureata in Giurisprudenza e in Filosofia, ma soprattutto ha una grande propensione e passione per la poesia.
Già autrice dei volumi L’albero e il sacro e Bibliografia sull’isola di Montecristo, Maria Giovanna Mussio attualmente collabora con le riviste “Antiche Dogane” e “Maremma Magazine”.
La poesia (dal greco antico fare, creare) è una forma d’arte che crea, con la scelta e l’accostamento di parole secondo particolari leggi metriche, un componimento fatto di frasi dette versi, in cui il significato semantico si lega al suono musicale dei fonemi. La poesia ha dunque in sé alcune qualità della musica e riesce a trasmettere concetti e stati d’animo in maniera più evocativa e potente di quanto non riesca a fare la prosa, in cui le parole non sottostanno alla metrica”. Così scriveva il direttore Celestino Sellaroli nel suo editoriale dello scorso luglio.
È proprio vero, com’è vero che Maria Giovanna Mussio interpreta il significato autentico della poesia nel rispetto della metrica, delle assonanze e dei ritmi poetico-musicali, ma soprattutto nella ricerca accurata delle parole, capaci di sprigionare dal loro interno concetti ampi e complessi in grado di emozionare. Perché, com’è noto, se il romanzo è “aggiungere” la poesia è essenzialmente “togliere”, ridurre all’osso e in quei brevi frammenti che sono i versi, riuscire a toccare i sentimenti del lettore.
Con le quarantaquattro “Poesie dall’Arcipelago”, Maria Giovanna Mussio esprime la sua sensibilità poetica coniugando in versi la bellezza del nostro territorio, per soffermarsi in particolar modo sulle isole dell’Arcipelago Toscano, da Montecristo alla Formiche, includendovi anche la sommersa Zanara. “Arcipelago del cuore” chiama questa poesia di quattro strofe l’autrice, e scrive: “Sette pietre preziose in mezzo al mare circondano l’Etrusco Litorale. Sette sorelle, sette Isole belle ornano come collana, la selvaggia Costa Maremmana”.
E l’arcipelago della Mussio, nella ricerca poetica, abbraccia anche l’entroterra, tanto che l’autrice si sofferma anche su Sant’Antimo che “sulle note del Canto Gregoriano, rapisce l’anima oltre i confini dell’umano”.
Mostra inoltre una formidabile capacità rievocativa in “Urbi et Orbi”, col podere Cappelletto a Grosseto, “Il podere campestre rimasto in città, inglobato tra case, palazzi e villette, sembra quasi un quadro di Magritte, con le finestre gialle accese, nel silenzio della notte” e di cui noi ignoravamo l’esistenza e che è vicino alla sua abitazione.
Non manca una poesia su Torniella (legame che l’autrice ha poiché la sua famiglia è legata al locale castello): “Dalla soffitta della casa antica si abbraccia tutta quanta la vallata: via la vista corre, smisurata, dalla piccola Scalvaia su fino a Prata”.

Con questo agile libro pieno d’amore e con uno sguardo speciale ai luoghi della Maremma, la professoressa Mussio coniuga in versi la bellezza della natura, la semplicità dei sentimenti, i ricordi adolescenziali e la purezza delle cose semplici. E, forse è tra i primi scrittori a raccontare in versi le nostre fantastiche isole; ma l’autrice raggruppa anche, ridestando qualche reminiscenza giovanile, una raccolta di scritti di componimenti locali, estratti da ampie raccolte poetiche elaborate negli anni. Grazie alla sua penna raffinata e a una mano felicissima, Maria Giovanna Mussio ha primeggiato nel 1994 a Montepulciano dove ha ottenuto il premio “Arte e Poesia”, nel 1995 a Levanto (La Spezia) dove ha avuto il premio “Dimensione Donna” e nel 1997 a Firenze ricevendo il “Fiorino d’Argento” per la poesia inedita “MonteCristo Island”.

Prezzo di copertina: € 10,00

MODALITA’ DI ACQUISTO:

Il libro può essere acquistato:

  • Via mail con pagamento anticipato: paga l’importo di euro 10 con bonifico sull’IBAN IT 36 Y 08851 143020 00000212815 e richiedi il libro via mail a redazione@maremma-magazine.it allegando la contabile dell’avvenuto versamento e specificando l’indirizzo di spedizione; la copia ti sarà recapitata dove vorrai tu (in Italia) a mezzo Poste Italiane.
  • Via mail con pagamento direttamente al postino: richiedi il libro via mail a redazione@maremma-magazine.it; la copia ti verrà recapitata a casa in contrassegno e pagherai direttamente al postino l’importo di euro 15 (10 per il libro + 5 per contributo spese di spedizione).
  • In edicola: il libro è in vendita nelle edicole della provincia di Grosseto
  • In sede: il libro può essere acquistato direttamente anche presso la sede della casa editrice CS Edizioni srl sita in via Tripoli 10 a Grosseto, tel. per appuntamento 349 2872103.