Renaioli Macchine Agricole, una squadra d’eccellenza da più di cinquant’anni

Renaioli Macchine Agricole, una squadra d’eccellenza da più di cinquant’anni

217
0
CONDIVIDI

Con oltre cinquant’anni di storia è una delle aziende più importanti della Maremma grossetana, leader nel proprio settore. Parliamo della Renaioli srl con sede a Manciano. Una bella realtà specializzata nella vendita di macchine agricole fondata nel 1966 da Fusco Renaioli ed oggi guidata dal figlio Alessandro. Una storia di successo che merita di essere raccontata

Il concetto di squadra e la massima attenzione verso la soddisfazione del cliente sono i plus di questa azienda ormai affermata anche su scala internazionale

di Giada Rustici

****

Alessandro Renaioli

«C’è un punto di partenza per ogni cosa. Renaioli macchine nasce dalla mia famiglia. Poi ci sono i valori e le scelte, il lavoro, ma quel punto di origine non l’ho mai perso di vista. La mia famiglia è stata un modello applicabile in un’organizzazione aziendale, nel rapporto con i collaboratori e con i clienti. Gli affetti e la fiducia sono una base solida e una certezza per tutti.». Così si esprime sintetizzando oltre cinquant’anni di storia aziendale Alessandro Renaioli titolare oggi dell’omonima impresa di famiglia avviata nell’ormai lontano 1966 situata a Manciano, nel cuore della Maremma grossetana.

Una squadra vincente
Del resto, quando si lavora con passione, dedizione e amore si vede chiaramente e inevitabilmente certe virtù si trasmettono di riflesso anche a chi collabora nell’azienda e a coloro i quali decidono di dargli fiducia. Quando l’amore per la propria terra, la Maremma e il desidero sfrenato di valorizzarla in ogni sua forma si mescolano a più di mezzo secolo di tradizione, quella che si genera non può altro che essere una squadra vincente. Alessandro Renaioli questo lo sa bene: la soddisfazione, la gioia e l’entusiasmo nel raccontarsi, la voglia di trasmettere a chi ascolta (e osserva) la propria passione, le proprie emozioni nel portare avanti un progetto nel quale crede fermamente, non passano inosservati, ma anzi colpiscono diritto al cuore e ti lasciano qualcosa di grande anche a livello umano. «Da ex calciatore e da buon mister – aggiunge Renaioli – ho ben chiaro l’importanza della squadra. Renaioli srl è la squadra delle squadre, il meglio che ho saputo selezionare con grande cura e attenzione, cercando di valutare prima di tutto le qualità caratteriali e solo dopo le capacità tecniche […].».

La storia
Anche il più lungo dei viaggi però inizia con piccoli e faticosi passi, d’altra parte “Roma non è stata certo costruita in un giorno”, come siam soliti dire. Il lungo viaggio della famiglia Renaioli inizia ormai 52 anni fa.
Tutto muove da un coraggioso Fusco Renaioli, padre di Alessandro, che dopo 10 anni di lavoro dipendente, sempre nel campo agricolo, prima come magazziniere e poi come venditore, decide che era arrivato il momento di fare il grande passo di mettersi in proprio e, come una scommessa con se stesso, provare a farsi spazio nel vastissimo mercato agricolo.

Babbo Fusco e Mamma Graziella

È il 16 giugno 1966 quando Fusco riesce a ottenere la licenza per aprire finalmente una propria attività e a far nascere in una Manciano immersa nel portentoso paesaggio maremmano l’azienda Renaioli Fusco Macchine Agricole.
Inizia così la storia della prima azienda Renaioli, fondata sulla volontà di dar voce ai bisogni della terra e delle persone che quotidianamente se ne prendono cura e ci lavorano con passione. Dopo anni importanti caratterizzati da una significativa crescita ecco la svolta decisiva che arriva il 2 gennaio 1998 quando Alessandro – a 24 anni – fa il suo ingresso definitivo in azienda, prendendone in mano le redini. La Renaioli Macchine Agricole è pronta per una nuova vita e per intraprendere un bellissimo percorso di crescita tuttora in corso.
Da allora, e da sempre, le loro macchine solcano migliaia di terreni, sfavillano sotto le mani sapienti degli imprenditori agricoli e affascinano molte generazioni e con il trascorrere del tempo (superando difficoltà e rimanendo ben saldi ai loro ideali), la Renaioli assume un ruolo sempre più rilevante: un vero e proprio caposaldo nel mercato agricolo, una garanzia di qualità e serietà, senza dimenticare da dove tutto è partito, anzi valorizzando il passato per farne un punto di forza per il futuro.
«La mia storia – sottolinea Alessandro Renaioli – coincide con questa azienda e nasce proprio dalla capacità di rompere con un passato capace soltanto di percepire gli ostacoli e affermare una visione positiva delle opportunità. In questo bel presente tutti hanno un ruolo importante: babbo Fusco e mamma Graziella, mia moglie Fausta, fondamentale, ogni giorno al mio fianco, nella vita così come nel lavoro, tutti i collaboratori che lavorano con me, dalla prima all’ultima persona che viene da noi ad acquistare qualcosa o semplicemente a chiedere un consiglio. E, poi, c’è Tommaso, mio figlio e il piacere di pensarlo come compagno di strada, costruttore di una nuova prospettiva; si è appena laureato in ingegneria delle telecomunicazioni, è già entrato nel team ed è più che mai deciso a proseguire questa bella impresa familiare: sarà lui la garanzia di continuità aziendale. Se oggi sono quello che sono è grazie a tutte le famiglie che rendono Renaioli ‘speciale’. Ho l’ambizione che questa che reputo una magia, venga percepita».

Una sfida vinta!
Per quanto bello e soddisfacente, il percorso di Alessandro ha bisogno di una svolta, di una sfida da vincere per la propria terra e per la propria azienda, all’altezza delle proprie ambizioni. E così, in un volo d’angelo lungo quasi 10.000 km in linea d’aria, la Maremma atterra nel caos metropolitano, tra taxi sfreccianti e abbaglianti cartelloni pubblicitari: siamo ad Osaka, in Giappone, una delle metropoli più tecnologicamente avanzate al mondo e sede della Kubota, gigante mondiale nella produzione di macchine e attrezzature agricole. Alessandro è riuscito nell’impresa. La svolta tanto ambita arriva: la Renaioli srl, nata nel piccolo centro pulsante di Manciano, nel cuore della Maremma Toscana, come una piccola azienda a conduzione familiare, diventa uno dei più importanti distaccamenti italiani del marchio giapponese Kubota, ottenendo il premio vendite per il maggior numero di trattori, che si affermano come mezzi di gran valore nel loro settore.

I mini frantoi aziendali
Le sfide della Renaioli però non si fermano: l’attenzione alla propria terra, ma soprattutto la volontà di valorizzare e incoraggiare le produzioni delle piccole imprese agricole, ha spinto l’azienda a portare sul mercato maremmano i mini frantoi aziendali. Un altro punto che la squadra Renaioli incassa a proprio favore e che rappresenta una grande occasione per le piccole aziende che vogliono puntare su un totale controllo del proprio lavoro, dalla coltivazione, alla raccolta e al processo produttivo. Un’occasione in più per riportare l’attenzione sul prodotto 100% artigianale, rispondendo alle necessità dei clienti e offrendo grandi possibilità anche ai piccoli imprenditori agricoli, spesso trascurati in un mercato che purtroppo presta sempre più attenzione alla quantità piuttosto che alla qualità. Il marchio di riferimento per questi impianti oleari proposti da Renaioli è quello della Mori-Tem di Tavarnelle Val di Pesa (Firenze), una garanzia nel settore.

La centralità del cliente
Ma qual è il segreto di un così grande successo? Beh come in tutte le ricette vincenti l’ingrediente segreto resta, appunto, segreto, ma Alessandro insiste su un punto: «Squadra che vince non si cambia e, soprattutto, è necessario essere consapevoli che lo sviluppo è frutto del buon sistema di relazioni aziendali. Un buon clima durante il tempo di lavoro viene percepito nelle relazioni con i clienti […] Sulla serietà si costruisce una reputazione con i fornitori e con gli acquirenti».
Senza ombra di dubbio, per la Renaioli Macchine Agricole nulla è più importante del cliente: la potenza dell’azienda, la forza, la motivazione nel crescere e nel migliorarsi sempre di più nasce dalla volontà di offrire risposte sempre più complete ad ogni persona che si rivolge a loro per l’acquisto. La relazione con i potenziali acquirenti qua va ben oltre al semplice rapporto cliente-marketing o le semplici strategie di vendita. Negli anni le esigenze del settore sono cambiate, ma ciò che non è mai cambiato in quest’azienda è l’approccio, sempre orientato verso la soddisfazione di chi mette piede in azienda. E così negli anni si è generato un fenomeno raro nel mondo del lavoro: una forte fidelizzazione del cliente e dello stesso personale dipendente. Cosa significa? Significa che col trascorrere del tempo si è creata una vera e propria famiglia nella famiglia: la prima è ovviamente quella del personale lavoratore che collabora in maniera sinergica; la seconda, ma non per importanza, è quella rappresentata dal rapporto, familiare appunto, che l’azienda ha saputo creare con la clientela, migliorandosi anno dopo anno nella percezione e risoluzione delle necessità individualizzate. La disponibilità, la cortesia, la capacità di ascolto sono il motore di tutto: il punto centrale non può essere solo il prezzo, ma il rapporto diretto, il calore umano, l’empatia che si instaura con il consumatore. Questo è importante, specialmente in un mondo sempre più digitalizzato dove i rapporti umani diventano sempre più labili: chi entra nella Renaioli srl entra in una famiglia e questo lo si percepisce nell’aria.

Il futuro
I progetti per il futuro sono molti e ambiziosi, sempre in linea con la personalità dell’azienda. Sicuramente in primo piano c’è l’amore per il territorio Maremmano e la volontà di valorizzarlo anche fuori dai propri confini, cercando di incoraggiare vecchi e nuovi imprenditori, e soprattutto i giovani, a credere nei frutti del duro lavoro, in un territorio con grandi potenzialità e possibilità come quello della nostra piccola, ma potente Maremma. «La differenza – sottolinea Alessandro – la fanno le persone. Non bastano le competenze e la conoscenza tecnologica. Serve la sensibilità e non aver paura di dimostrarla. Oggi le distanze non sono un problema, si può essere imprenditori anche in Maremma, anzi, oggi, esserlo qui, è forse un valore aggiunto».
Di questo ne è perfettamente consapevole Tommaso Renaioli che in proposito ha le idee chiare: «Il mio futuro – ci dice pieno di entusiasmo – è nell’azienda, non perché facile, ma perché lo desidero. La Renaioli 3.0 sarà una bella scommessa!».
Info: Renaioli srl – Macchine Agricole – Loc. Passinano – 58014 Manciano | Tel. 0564 629325 | Mail info@renaioli.net | Web www.renaioli.net