Un agosto di grandi eventi espositivi e non solo nei Musei di...

Un agosto di grandi eventi espositivi e non solo nei Musei di Maremma

324
0
CONDIVIDI
Longobardi (Grosseto) - Diadema aureo con decorazione a foglie in lamina (Vetulonia) - Leone alato (Pitigliano)

Dai Longobardi agli animali fantastici Etruschi, al rapporto tra Vetulonia e la Magna Grecia fino agli artisti del Novecento italiano. Sono questi i temi di un agosto all’insegna dell’archeologia e dell’arte nei Musei di Maremma con una proposta ricca di mostre tutte da apprezzare e vivere

****

Al Museo Archeologico e d’Arte della Maremma a Grosseto sono di scena i Longobardi con la mostra: “Una terra di mezzo. I Longobardi e la nascita della Toscana” che rimarrà esposta fino al 6 gennaio 2022. Un evento espositivo che percorre la grande epopea longobarda proponendosi di indagare ed approfondire le tematiche più importanti che hanno caratterizzato l’incontro tra la cultura seminomade e a vocazione rurale dei popoli germanici, con quella stanziale e urbana d’Italia. Per questo, in un allestimento originale e innovativo, tra evocazioni sensoriali e materiche, vengono proposte le testimonianze provenienti da insediamenti e necropoli della Tuscia Longobardorum, insieme ad alcuni reperti della magnificenza produttiva longobarda, tra i quali la Lamina di Agilulfo e lo Scudo di Lucca…

“Taras e Vatl. Dei del mare, fondatori di città. Archeologia di Taranto a Vetulonia” è il titolo della mostra esposta al Museo civico archeologico ‘Isidoro Falchi’ di Vetulonia,  fino al 7 novembre. Due giganti della storia dell’Italia antica, Taras-Taranto, colonia greca di Sparta, e Vatl-Vetulonia, la celeberrima città della dodecapoli etrusca, sono elevate al ruolo di protagoniste di un grande evento culturale che vede interpreti due realtà, l’una greca e l’altra etrusca, con destini fin dalle origini della loro storia intrecciati con il mare e i suoi simboli oltre ai rapporti economici e culturali…

Il Museo Civico Archeologico della Civiltà Etrusca ‘Enrico Pellegrini’ di Pitigliano (Gr) ospita fino 19 settembre la mostra “Leoni, Sirene e Sfingi. Animali fantastici etruschi e dove trovarli”. Si tratta di una esposizione “diffusa” perché oltre alla tappa di Pitigliano la mostra fa parte di un circuito di eventi espositivi dedicati alla statuaria etrusca vulcente tra Toscana e Lazio che fino a settembre interesseranno ben tre parchi archeologici: il Parco Archeologico “Città del Tufo”, il Parco Archeologico “Antica Castro”, il Parco Archeologico e Naturalistico di Vulci e quattro musei civici archeologici, quelli di Pitigliano, Ischia di Castro, Canino e Montalto di Castro e il complesso ellenistico della “Tomba dei Leoni” a Sovana inaugurato lo scorso 10 luglio…

Grosseto, mostra “L’immagine della Maremma nelle opere del Polo Le Clarisse”

Dall’archeologia passiamo all’arte italiana del Novecento con tre interessanti mostre tra Grosseto e Saturnia. Al Polo Culturale Le Clarisse di Fondazione Grosseto Cultura, fino al 5 settembre è possibile ammirare la mostra “Le variabili del colore” del pittore Primo Conti… Sempre alle Clarisse a Grosseto, è esposta fino al 29 agosto la mostra a cura di Mauro Papa “L’immagine della Maremma nelle opere del Polo Le Clarisse” che racconta l’evoluzione del paesaggio maremmano, dalle sue origini “amare” con la palude, la malaria e il latifondo, fino alla sua trasformazione in luogo “dolce”, bonificato, accogliente e coltivato dai mezzadri. Questa raccolta è una sezione della mostra “Maremma, Paesaggi 1870-2020”, a cura di Marco Firmati, Andrea Granchi e Francesca Petrucci, esposizione allestita al Polo culturale “Pietro Aldi” di Saturnia che resterà aperta fino all’8 gennaio 2022

Se vuoi leggere l’articolo completo, che descrive tutte queste imperdibili mostre, lo trovi pubblicato sul numero di agosto 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 36-39), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI