Orbetello un gioiello racchiuso tra due lembi di terra, pieno di storia,...

Orbetello un gioiello racchiuso tra due lembi di terra, pieno di storia, cultura, natura ed eventi

224
0
CONDIVIDI

Località turistica dalle mille attrazioni, con tantissimi eventi in ogni periodo dell’anno, cittadina con una storia originale e diversa da tutto il resto della Toscana e con un’infinità di cose da vedere. Tutto questo e molto di più è Orbetello, meta questo mese del nostro consueto itinerario alla scoperta dei diversi comuni della Maremma. Un luogo certamente da visitare, magari proprio ad ottobre

****

DI GIADA RUSTICI

Sorge in Maremma, in un luogo dove le spiagge di sabbia fine, la pineta odorosa e le scogliere più aspre si susseguono, rendendolo uno delle mete più affascinanti della costa, che ogni anno esercita una forte attrattiva turistica: sormontato dal monte dell’Argentario che dall’alto sembra proteggerlo e vigilare su tutto, contornato ai lati dal tombolo della Gianella e da quello della Feniglia, due strisce di terra che racchiudono la laguna. Impossibile non aver già capito che stiamo parlando di Orbetello: una cittadina a misura d’uomo, dove la natura è parte stessa della vita quotidiana. Qui, infatti, c’è un piccolo regno protetto, quello dell’oasi del WWF: la particolare posizione marina di Orbetello rende il luogo punto di passaggio delle rotte migratorie degli uccelli, come fenicotteri, aironi bianchi, cormorani, falchi pescatore e cavalieri d’Italia, che qua svernano tutti gli anni dall’autunno alla primavera, colorando il cielo e il mare durante la loro sosta nella laguna, nel corso del loro viaggio. Non ci si abitua mai a questi spettacoli della natura e ogni volta se ne rimane affascinati.
Oltre a un clima piacevolissimo e un litorale accogliente, che risulta particolarmente adatto anche alle famiglie con i bambini, Orbetello offre ai visitatori un tesoro di gioielli architettonici e artistici che testimoniano la sua inusuale storia passata.

La storia

Orbetello, come tutte le città ha una storia e la sua è piuttosto antica: testimonianza ne sono i resti delle mura etrusche, grandi blocchi poligonali che, dal IV secolo a.C., hanno attraversato millenni e che nonostante tutto sono ancora lì, fermi ad osservare il mondo e i suoi cambiamenti.
Così come la sua ubicazione, anche la storia di Orbetello è unica. Fu fondata dagli Etruschi e viene citata nei documenti medioevali come Orbetellum e Orbitellus, che con molte probabilità derivava dal diminutivo latino herbetum, con il significato di “luogo erboso”, o dalla giustapposizione dei termini Orbis e Tellum cioè “città circondata”, alludendo probabilmente alla laguna che avvolgeva il centro abitato…
Dal punto di vista storico la particolarità di Orbetello deriva dall’occupazione spagnola, in virtù della quale fu creato lo Stato dei Presidi, uno stato che non rientra in nessuna delle categorie dei regni tradizionali della storia moderna…

I nostri consigli per una tappa ad Orbetello…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di ottobre 2023 di Maremma Magazine (alle pagine 26-32), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI