Novant’anni fa nasceva Marina di Grosseto, un sogno diventato realtà

Novant’anni fa nasceva Marina di Grosseto, un sogno diventato realtà

261
0
CONDIVIDI

Da San Rocco a Marina di Grosseto. Era il 16 luglio 1933, quando San Rocco così come si chiamava la località costiera maremmana cambiò nome trasformandosi ufficialmente in “Marina di Grosseto”. Per festeggiare i novanta anni da questo battesimo che coincise con la nascita della locale Pro Loco è stata organizzata una mostra in programma dal 4 all’11 agosto a Marina di Grosseto

****

DI LAURA LUZZETTI AMERINI

Nella cornice del Piccolo Auditorium San Rocco a Marina di Grosseto è organizzata una mostra sulla località balneare per ricordare i novanta anni dalla fondazione della locale Associazione Pro Loco.
L’esposizione, allestita dall’Arch. Cecilia Luzzetti, nasce su iniziativa della presidente della Pro Loco di Marina e Principina, Loretta Teresini e presenta oltre che pannelli, foto e giornali d’epoca anche scritti, disegni e riflessioni di personaggi: lo scrittore Luciano Bianciardi, Carlo e Mario Luzzetti, Mauro Mancini, Aldo Lorenzi, quali appaiono nel giornalino, curato dalla stessa Pro Loco riguardante il ventennio 1933-1953. Una ricostruzione nel tempo che ha il sapore di un sogno che si è avverato.
Il Rag. Brasildo Luzzetti, che della Pro Loco fu uno dei primi presidenti, insieme a concittadini entusiasti, aveva da sempre coltivato il sogno di Marina, un tempo San Rocco, per farne un luogo di villeggiatura ideale per i grossetani, data la particolare bellezza della spiaggia, della sua estesa ed ombrosa pineta, della sua costa lambita dal mare con, sullo sfondo, le isole del Giglio, di Montecristo, dell’Elba e abbracciata dalla rupe dell’Argentario e dalla parete rocciosa di Rocchette.
Marina è stata davvero “un tenace cammino verso il mare” ad opera di pionieri quali, fra gli altri, Ulmi, Cosimini, Barbieri, Malpassi, Pantani, Cavani, Fontana, Vagaggini che, con alla testa il Rag. Luzzetti, organizzati in un Comitato per lo sviluppo di San Rocco, si batterono strenuamente dal 1926 al 1932 al fine di far sorgere un nuovo centro abitativo sulla destra del canale, da contrapporre alle semplici baracche in legno che di lì a poco inizieranno a sorgere sulla parte sinistra del canale (il famoso Shangai).
Così, nel tempo, sorsero le villette…

Una mostra, un nuovo libretto e una serata al San Rocco Festival per celebrare i 90 anni della Pro Loco

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di agosto 2023 di Maremma Magazine (alle pagine 103-104), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI