Morellino Classica, la grande musica di scena tra le bellezze della Maremma

Morellino Classica, la grande musica di scena tra le bellezze della Maremma

75
0
CONDIVIDI

Count down iniziato per il via ai concerti della decima edizione di Morellino Classica ospitati nei palcoscenici naturali del territorio del Morellino di Scansano. Dopo l’apertura in occasione della presentazione ufficiale il Festival entra nel vivo nel mese di luglio con ben dieci 10 appuntamenti che spazieranno dal canto lirico al pianoforte, da ensemble strumentali al jazz

****

DI ELISABETTA RUSSO

Con la presentazione ufficiale il 29 giugno ha preso il via la decima edizione di Morellino Classica, Festival Internazionale di Scansano-Toscana, dedicata quest’anno alla memoria di Lady Valerie Solti, recentemente scomparsa, che fu membro del Comitato d’Onore della Rassegna sin dall’inizio. La presentazione ufficiale del programma 2021, ospitata presso la sala Marraccini della sede di Grosseto di Banca Tema, uno degli sponsor storici che da sempre ha creduto nel valore della rassegna musicale per la crescita culturale ed economica del territorio, si è svolta alla presenza di rappresentanti istituzionali, musicali, della chiesa Cattolica e della stampa, degli Sponsor e sostenitori della rassegna…

Pietro Bonfilio

Un Festival internazionale dal “cuore maremmano”: con la guida del suo Direttore Artistico, il giovane pianista Pietro Bonfilio nato a Scansano, e da anni apprezzato sui palcoscenici di tutto il mondo, la rassegna festeggia quest’anno il suo decennale.

Il via alla musica

Al termine della conferenza stampa, il 29 giugno ha risuonato il primo “la” alla musica con il giovane chitarrista Edoardo Leonardis, già affermato concertista sia come solista che in ensemble con il “Trio Tedesco” di chitarra, chitarra baritona e mandolino, con un recital su musiche di R. Dyens, H. Villa Lobos e L. Bovio.
Dall’inizio di luglio la rassegna riempirà le serate estive con un cartellone ricco di grandi nomi del panorama internazionale e di giovani talenti, un mix su cui il Festival punta da sempre con l’obiettivo di creare un “ponte virtuale” tra il passato, il presente e il futuro della grande musica. E in linea con l’idea progettuale del Festival, che ha voluto valorizzare ed arricchire culturalmente il territorio del Morellino adagiandovi la grande musica, i concerti saranno realizzati nei luoghi storici, architettonici e naturalistici più spettacolari e suggestivi: Cantine d’Autore, prestigiose tenute storiche, castelli medievali, casseri, chiese antiche, teatri ottocenteschi, ogni anno si aggiungono nuovi siti nell’itinerario del Festival. Quest’anno per la prima volta diventeranno palcoscenico il suggestivo borgo di Pereta, la spettacolare fortezza spagnola di Porto Santo Stefano, l’accogliente Resort Antico Casale di Scansano, la suggestiva Sinagoga di Pitigliano.

Gli appuntamenti di luglio (alcuni)

Tornando al programma di luglio, il cartellone annovera 10 concerti che spazieranno dal canto lirico al pianoforte, da ensemble strumentali al jazz…
Il 14 luglio nel Vescovado della Fortezza Orsini a Pitigliano
Il 18 luglio, presso la bellissima Tenuta dell’Ammiraglia di Frescobaldi
Il 25 luglio la tenuta Val delle Rose
La programmazione di questo mese terminerà in bellezza il 27 luglio con la lirica presso la Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di luglio 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 24-27), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI