Morellino Classica, al via la decima edizione tra musica, bellezza ed emozioni

Morellino Classica, al via la decima edizione tra musica, bellezza ed emozioni

333
0
CONDIVIDI

Festeggerà quest’anno il suo decennale il festival Morellino Classica, un anniversario colmo di significato per ciò che la rassegna rappresenta per il territorio dove si svolge e per la musica più in generale. Un’edizione questa che sarà come sempre ricca di grande musica, bellezza, arte e sarà accompagnata da forti sentimenti, in primis per la sua dedica in memoria di Lady Valerie Solti, recentemente scomparsa

****

DI ELISABETTA RUSSO

Un festival apprezzato

Con la presentazione ufficiale il 4 giugno del programma 2021 presso la Banca Tema a Grosseto e con il concerto d’inaugurazione il 12 giugno presso il Teatro Castagnoli di Scansano, che sarà tenuto dal direttore artistico Pietro Bonfilio e dal soprano Fatma Said, prenderà il via la decima edizione del festival Morellino Classica, un traguardo importante per questa rassegna musicale nata e cresciuta in Maremma, nel territorio del Morellino di cui porta il nome ed ormai riconosciuta dalla stampa specializzata tra le più importanti in Europa.
Per citare alcuni dei riconoscimenti del Festival: è spesso ospite di Radio Rai 3, ne hanno parlato egregiamente in questi anni le più importanti riviste italiane del settore, tra cui Suonare News ad Amadeus, ed anche media stranieri come Amazon Prime USA e UK. È stato anche presentato in vari eventi nazionali ed internazionali come esempio di promozione del territorio, che la rassegna ha scelto di perseguire con la sua formula musica-vino-territorio, proponendo i concerti nei luoghi più affascinanti e ricchi di storia e bellezze naturali della Maremma, abbinando quindi la musica e la cultura alla conoscenza delle eccellenze del territorio, il vino in primis.
Questa edizione sarà speciale non solo per l’anniversario importante che festeggerà, ma anche per le particolari emozioni che l’accompagneranno. Il poter finalmente riprendere ad offrire la musica dal vivo, come ci si augura, situazione sanitaria permettendo, colmerà un vuoto molto sofferto negli ultimi mesi. E infatti la rassegna è attesissima dal suo pubblico e sicuramente lascerà il segno nel cuore di tutti.

I luoghi

Questa edizione toccherà, con i suoi venticinque concerti, diciotto luoghi in Maremma. Tra questi, alcuni ospiteranno la rassegna per la prima volta, come la Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano con due concerti, il 27 luglio e il 17 agosto, il giardino pensile del Palazzo Marchesi Giaquili Ferrini di inizio ‘800 a Pereta il 2 luglio, il Resort l’Antico Casale di Scansano il 21 agosto e l’antica Sinagoga di Pitigliano (1598) il 29 agosto nella splendida città del tufo.

L’omaggio a Lady Valerie

Come detto questo sarà un Festival incentrato sulle emozioni, e proprio con profondo sentimento l’edizione di quest’anno sarà dedicata ad una persona da poco scomparsa, Lady Valerie Solti, di grande rilievo in Maremma nel mondo musicale e culturale, instancabile sostenitrice e promotrice della solidarietà e della musica e che ha creduto nel Festival, entrando a far parte del Comitato d’Onore sin da quando era soltanto un’idea…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di maggio 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 32-35), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI