Marina di Scarlino, molto di più di un bel porto turistico in...

Marina di Scarlino, molto di più di un bel porto turistico in un suggestivo angolo di Maremma

89
0
CONDIVIDI

Ben protetto, collocato in una posizione ideale, a poche miglia dall’arcipelago toscano, dalla Corsica e dalla Sardegna, la Marina di Scarlino è un porto turistico di eccellenza dotato di tutti i servizi necessari, un fiore all’occhiello per la costa maremmana e non solo inserito in un ambiente davvero bello, curato nei minimi particolari.

****

DI RENZO VATTI

La «Marina di Scarlino» oltre che un porto è una sorta di «cittadella» del mare e per il mare capace di offrire ad un alto standard di qualità servizi per la nautica, bellissimi negozi, eccellente ospitalità, iniziative culturali e quanto altro può servire per un soggiorno confortevole.
La «Marina di Scarlino» sorge in una posizione strategica: a 16 mg dall’Isola d’Elba, ad una giornata di navigazione dalla Corsica (60 mg) e a due dalla Sardegna (120 mg), bordeggiando tra le isole del Parco Nazionale, Capraia, Gorgona, Pianosa, Montecristo, Giglio, Giannutri. Senza dimenticare i collegamenti stradali, ferroviari e aereoportuali con Firenze, Pisa, Siena, Roma e Milano.
Se la Toscana rappresenta la quintessenza dell’Italia proponendo in ogni angolo bellezza, arte, storia, paesaggi straordinari, la Maremma aggiunge l’ingrediente dell’autenticità, frutto di retaggi ancestrali di una cultura etrusca e di un’antica e sempre viva fierezza dei suoi abitanti. Vicino al porto la suggestiva insenatura di «Cala Felice», piccola spiaggia e mare limpidissimo, con vista mozzafiato sul Golfo di Follonica e un ristorante di eccellenza che propone diverse specialità maremmane.
Paesaggi, sapori, tradizioni integre, da scoprire e assaporare tutto l’anno, grazie ad un clima mite e condizioni meteo stabili, ideali anche per veleggiate fuori stagione. Perché il mare e la Maremma sono inscindibili e la costa è ricca di approdi e di un porto di eccellenza quale appunto la «Marina di Scarlino». Ben protetto, collocato in una posizione ideale, dotato di tutti i servizi necessari, dunque un fiore all’occhiello non solo per la costa maremmana ma per tutta quella toscana e del vicino Lazio.

«La bellezza del territorio che ci ospita – dice Stefan Neuhaus, responsabile del porto – ha ispirato i nostri architetti, che sono riusciti a creare un complesso perfettamente integrato nel paesaggio, considerando la sicurezza e la comodità come elementi fondamentali del progetto ma sempre con grande attenzione e rispetto per l’ambiente. La protezione dai venti e gli ormeggi dotati di comodissimi fingers galleggianti, ci conferiscono altissimi standard di sicurezza ed innovazione. Dal punto di vista velico, le condizioni naturali del golfo che ci ospita creano un ambiente perfetto per la vela, con termiche eccellenti e onde basse»…

Se vuoi leggere l’intervista completa a Stefan Neuhaus, pubblicata sul numero di aprile 2019 di Maremma Magazine, alle pagine 30-32, acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale, on line! Clicca QUI