Manciano, ovvero la Spia della Maremma con il più bel tramonto al...

Manciano, ovvero la Spia della Maremma con il più bel tramonto al mondo

322
0
CONDIVIDI

Sorge su una collina che domina da un lato la piana e la valle dell’Albegna e dall’altro l’area del tufo. Parliamo di Manciano, alias la Spia della Maremma come viene comunemente chiamato. Un bellissimo angolo di Toscana in grado di mixare alla perfezione storia, cultura, natura, enogastronomia. E questo praticamente tutto l’anno!

****

DI ROBERTA FALASCA

“Ti amo Maremma, fin dove il mare ti sposi e ti vesti di tramonti”. Le parole del poeta mancianese Bruno Vannucci descrivono bene lo splendore di questo territorio. Chi vuole vedere il più bel tramonto al mondo, che ogni sera si unisce al mare, deve salire, salire e ancora salire.
Il comune di Manciano ha un territorio vasto, che si estende nella parte meridionale della provincia di Grosseto, in piena Maremma. Il centro sorge su una collina che domina da un lato la piana e la valle dell’Albegna e dall’altro lato l’area del tufo.
Manciano, il capoluogo, sorge in una posizione privilegiata su un colle, ponendosi come una spia o una vedetta: da qui il panorama va dal mare alla montagna e lo sguardo si abbandona a una terra generosa e suggestiva che alla fecondità della pianura unisce il fascino misterioso di una fitta macchia, covo, in tempi non troppo lontani, di feroci briganti.
Il capoluogo conta sette frazioni. A pochi chilometri c’è Montemerano, uno dei borghi più belli d’Italia, gioiello medievale circondato da uliveti secolari. Saturnia, definita “una delle città più antiche d’Italia”, famosa grazie alle sue preziose acque termali, che sgorgano a una temperatura di 37,5 gradi e che sono state riconosciute tra le più benefiche al mondo. Intorno ci sono altri borghi, come Poderi di Montemerano, San Martino sul Fiora, Capanne, Poggio Murella e, non lontano dal mare, Marsiliana. Tutto questo rende il territorio di Manciano il luogo ideale per gli amanti della natura e della storia.

La storia

Il paese nasce intorno all’anno mille e diviene possesso degli Aldobrandeschi. Conteso nel ‘300 da Orvieto, dagli Orsini e da Siena, viene conquistato da quest’ultima nel 1416, e con essa entra nel Granducato di Toscana nella seconda metà del ‘500…

I nostri consigli per una tappa a Manciano…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di marzo 2024 di Maremma Magazine (alle pagine 54-62), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI