Malaria e Maremma: gli stereotipi della tradizione, la ricerca scientifica e la...

Malaria e Maremma: gli stereotipi della tradizione, la ricerca scientifica e la sicurezza sanitaria

99
0
CONDIVIDI

È in pieno svolgimento, dal 24 febbraio scorso e lo sarà fino al prossimo 9 giugno, il ciclo di conversazioni e di attività laboratoriali del Centro della Scienza e della Tecnica della Fondazione Polo Universitario Grossetano dedicato al tema “Malaria e Maremma: gli stereotipi della tradizione, la ricerca scientifica e la sicurezza sanitaria”

****

DI DOMENICO SARACENO

Il ciclo di conversazioni

“Malaria e Maremma: gli stereotipi della tradizione, la ricerca scientifica e la sicurezza sanitaria” è il titolo dell’evento in corso in questi mesi, organizzato dalla Fondazione Polo Universitario Grossetano insieme all’Associazione Rotariana Carlo Berliri Zoppi e all’azienda USL Toscana Sud Est presso la Fondazione Polo Universitario Grosseto in via Ginori 41 a Grosseto.
Il tema potrebbe sembrare desueto, visto che la malaria è una malattia che apparentemente non interessa più il nostro territorio, mentre ci stiamo confrontando con nuove pandemie. Senz’altro l’esperienza del Covid-19 ha stimolato l’idea di lavorare al progetto sulla malaria, dando seguito al capitolo dedicato alla bonifica trattato nel febbraio 2021 sempre dal Polo Universitario Grossetano, con il convegno Storia ed itinerari delle bonifiche maremmane. Agricoltura e salute ambientale governando alluvioni.
Dal programma dei lavori, anche in questo caso proposti e coordinati con grande impegno da Antonio Ludovico, si nota subito il taglio multidisciplinare dato al ciclo di conversazioni dedicate alla malaria (il calendario completo a pag. 31, ndr), in quanto non v’è dubbio che parlare di questo problema significhi affrontare molti aspetti, talvolta diversi fra loro, collegati da un filo rosso che li accomuna tutti…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di aprile 2023 di Maremma Magazine (alle pagine 28-31), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI