Lo Ziro, l’agriturismo nel cuore della campagna scansanese dove trovare la genuinità...

Lo Ziro, l’agriturismo nel cuore della campagna scansanese dove trovare la genuinità della Maremma più autentica

260
0
CONDIVIDI

È una vera esperienza di vita di campagna maremmana lontana dal turismo di massa quella che si può vivere all’agriturismo Lo Ziro, aperto nel 2014 all’interno dell’azienda agricola della famiglia Materazzi su spinta di Alice, per la sua forte passione verso l’accoglienza e la valorizzazione di ciò che il territorio può offrire: dalla bellezza della natura di cui godere ai prodotti tipici da gustare

****

DI ELISABETTA RUSSO

Nella suggestiva valle dell’Albegna su cui si affaccia il sito etrusco di Ghiaccioforte, tra le digradanti colline ornate dai vigneti da cui nasce il Morellino di Scansano e dai tipici alberi di Giuda che in primavera colorano di rosa il territorio, si trova l’Agriturismo Lo Ziro, dell’azienda Materazzi a conduzione familiare da tre generazioni. Basta dare uno sguardo intorno e scambiare poche parole con Alice Materazzi, che gestisce l’attività aiutata dai genitori Andreina e Renzo e dal marito Giovanni Battista, per percepire la genuina tradizione maremmana e la forte passione per il territorio.
Abbiamo incontrato Alice per la nostra visita in azienda, e siamo stati accolti, così come lei fa con i suoi ospiti, con grande cordialità e semplicità che ti fanno sentire subito come a casa tua.
Ed è in effetti l’aria familiare che si respira a contraddistinguere Lo Ziro: l’amore per la famiglia e per la convivialità traspare in ogni parola di Alice, che appunto racconta la storia dell’azienda, interamente a gestione familiare, partendo dalla nonna Luciana, la cui impronta è presente in ciò che è stato realizzato nel tempo.
“A casa della nonna – ricorda Alice – si apparecchiava in un attimo, la tavola era sempre pronta per tutti. Ed è proprio questo piacere di stare insieme e condividere tutto come facevamo con la nonna che mi ha fatto nascere il desidero di dedicarmi all’ospitalità e alla ristorazione, attività che io amo gestire considerando gli ospiti come parte della famiglia”.
Spinta da questo desiderio nel 2014 Alice ha dato vita all’Agriturismo con l’obiettivo di offrire l’esperienza genuina della vita di campagna con i suoi ritmi, le sue attività e la sua convivialità, una vera “full immersion” nel territorio e nelle tradizioni.

L’azienda e la filosofia dell’Agriturismo

L’azienda agricola nasce negli anni ‘60 con l’assegnazione del podere da parte dell’Ente Maremma ai nonni di Alice, Luciana ed Attilio, per la coltivazione della terra, per poi crescere nel tempo con altre attività. Alla fine degli anni ‘70 i genitori di Alice iniziano a dedicarsi alla viticoltura e si associano alla Cantina dei Vignaioli di Scansano: attualmente l’azienda ha circa 5 ettari di vigneto dedicati principalmente alla produzione del Morellino, e una piccola parte alla produzione del Bianco di Pitigliano.
All’attività vitivinicola si affiancano l’allevamento zootecnico, in particolare ovino da latte che viene conferito al Caseificio di Manciano, e la coltivazione di ulivi per la produzione di olio EVO che non può mancare. Da un anno l’azienda ha anche intrapreso la conversione al biologico.
L’agriturismo nasce come si è detto nel 2014 per iniziativa di Alice, con il pieno supporto dei genitori e della sorella Daiana, che come ingegnere ha progettato la struttura, i quali hanno fortemente creduto nell’idea.
“Io amo profondamente la mia terra – sottolinea Alice – e desidero poter trasmettere questo amore ai miei ospiti. La mia filosofia è quella di offrire ai clienti semplicità e tranquillità, per far loro provare il piacere di un turismo lento e di nicchia ed apprezzare appieno l’ambiente incontaminato che ci circonda. Il mio obiettivo è che i miei ospiti possano portare a casa un po’ dell’esperienza autentica di Maremma che hanno vissuto qui da noi. Proprio per questo ho scelto il nome Lo Ziro: lo Ziro è il contenitore dell’olio che per un’azienda agricola è una delle materie più pregiate che può produrre. Quindi per me il nome è il contenitore delle nostre cose preziose: chi viene qui si deve portare via il ricordo di ciò che è stato più prezioso”.

Le camere e il ristorante

L’agriturismo dispone di tre camere che coniugano comfort con semplicità e trasmettono un piacevole senso di calore e relax. In ogni camera Alice ha voluto raccontare tramite il nome e uno “story telling” inciso su una parete alcune fasi della vita, un dettaglio questo che rafforza il messaggio di calore umano che lei vuole trasmettere ai suoi ospiti: “La Vite” simboleggia il ciclo della natura; quindi, vuole ispirare uno sguardo al futuro, la “Viola Mammola” è ideale per un ritiro romantico, “l’Olmo” ricorda l’albero su cui Alice giocava con la sorella da bambina e intende trasmettere la pace della natura.
Il ristorante, adiacente alle camere, è aperto tutto l’anno; per i clienti esterni su prenotazione. Ha un’ampia ed accogliente sala con una grande vetrata per godere della vista della natura all’esterno ed è ideale per ricevimenti e feste; la struttura è anche sede comunale per i matrimoni civili.
L’offerta del ristorante si basa sulla valorizzazione dei piatti tipici maremmani, semplici, genuini, scelti giornalmente a seconda di ciò che è disponibile di produzione propria o comunque del territorio e con grande attenzione alla qualità delle materie prime.
Tra i pezzi forti della cucina di Alice, tutti rigorosamente tramandati in famiglia e fatti in casa, non possono mancare pici e tortelli maremmani, cinghiale, coniglio, pollo, salumi, marmellate e dolci.
“Il ristorante è il coronamento di quello che era un sogno di mia nonna, che aveva sempre la tavola pronta per chiunque venisse a trovarla e che sapeva preparare un pranzo con ciò che aveva a disposizione. Lei usava dire che in campagna anche se non hai niente ma lo offri di cuore è tanto. È proprio questo l’insegnamento che mi ha lasciato: mettere il cuore in tutto ciò che si fa. Voglio anche ringraziare due cari amici, Franca e Vito, che dopo aver provato la mia cucina hanno fortemente caldeggiato l’idea di aprire il ristorante dando così un’ulteriore spinta alla mia decisione di farlo”.

Le attività a cavallo

Da qualche anno, la passione di Alice per i cavalli e l’incontro con il marito Battista, buttero di lunga data ed esperienza, hanno aggiunto alle attività dell’agriturismo l’organizzazione di trekking a cavallo e di stage di monta maremmana. “Organizziamo trekking di più giorni attraverso la maremma toscana e laziale; recentemente – spiega Alice – siamo arrivati fino al Lago di Bracciano. Offriamo pacchetti completi di 3-4 giorni inclusa pensione completa cavallo-cavaliere lungo tutto l’itinerario, grazie a diverse collaborazioni che abbiamo in essere con altre strutture ricettive. Abbiamo clienti per questa proposta che vengono non solo dalla Toscana e regioni limitrofe, ma da tutta Italia, dal Trentino alla Sicilia. È un’attività che si integra perfettamente nella nostra filosofia di avvicinare il più possibile i nostri ospiti alla vita di campagna e alla natura”.
L’incontro con Alice si conclude con le sue parole che sintetizzano la sua filosofia sull’ospitalità: “La vita è bella se condivisa in tutto; è bella insieme ai clienti che qui si sentono in famiglia e spesso ritornano per questo motivo”. Non resta che provare!

Contatti
Per info e prenotazioni:
email: info@agriturismoloziro.it
tel. 334 7547516
web www.agriturismoloziro.it

Se desideri far pubblicare un articolo su Maremma Magazine, in rete e sui social, dedicato alla tua attività o ai tuoi eventi, facendola conoscere a un vasto pubblico, contattaci QUI!