L’estate a Sorano è nel segno dell’arte contemporanea e della cultura

L’estate a Sorano è nel segno dell’arte contemporanea e della cultura

40
0
CONDIVIDI

Sono due gli eventi artistici e culturali dal respiro nazionale che caratterizzano l’estate a Sorano, entrambi con il patrocinio del Comune: la manifestazione “Una boccata d’arte”, che si svolge contemporaneamente in 20 regioni (e per la Toscana proprio a Sorano) e la seconda edizione di “Artivism Biennale”, grande mostra collettiva sui temi dell’ecologia e del climate change di scena nel Mastio della Fortezza Orsini sino a fine agosto, con più di quaranta artisti internazionali

****

L’estate 2022 a Sorano è caratterizzata proprio dall’arte contemporanea con due grandi iniziative di respiro nazionale. «E pensare che nei giorni scorsi un operatore culturale ha definito Sorano un cimitero della cultura…» commenta lapidario il sindaco Pierandrea Vanni

Serhiy Horobets

La prima è “Una boccata d’arte”, giunta alla terza edizione, che si svolge contemporaneamente in 20 borghi di altrettante regioni, e Sorano è stata scelta per la Toscana coinvolgendo l’artista ucraino Serhiy Horobets che espone in Fortezza Orsini, zona ex frantoio e al Masso Leopoldino.
Nato in Ucraina nel 1985, Serhiy Horobets attualmente vive e lavora in Germania. Adottando un approccio sperimentale alle arti visive, Horobets utilizza vari mezzi tra cui fotografia alternativa, pittura, incisione, video arte e multimedia. A Sorano l’artista ha realizzato quattro fotografie e una scultura in bronzo che potranno essere ammirate fino al 18 settembre in Fortezza e al Masso Leopoldino…
L’altro importante evento a Sorano è la seconda edizione di Artivism Biennale, dal titolo “The Dream”: grande mostra collettiva sui temi dell’ecologia e del climate change, a cura di Shim Eco Art Network e Hohenthal Und Bergen, che grazie al Saturnia Film Festival per quest’anno trova casa in Maremma…
In quest’estate all’insegna dell’arte si colloca anche un’interessante iniziativa di privati, Stefania Toso e Vittorio Vais. A Sovana il B&B PoggioBa sta realizzando, con la direzione artistica di Luigi Radici, un giardino dell’arte, il primo del genere nel territorio; si tratta di un progetto, denominato PoggioB’Art, work in progress ma che vede già la presenza del nucleo di un parco scultura permanente e in continua evoluzione. Vengono e verranno ospitati artisti con differenti stili che operano prevalentemente in ambienti esterni, fra di loro Stefano Bombardieri, Maurizio Dusio, Luigi Radici, Maurizio Cont, Vanni Gritti e Giuliano Giussani…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di agosto 2022 di Maremma Magazine (alle pagine 30-33), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI