“Ego Gregorius Papa”, al via a Sovana la mostra dedicata a Papa...

“Ego Gregorius Papa”, al via a Sovana la mostra dedicata a Papa Gregorio VII

792
0
CONDIVIDI

Tutto pronto a Sovana (Sorano) per il via alla mostra “Ego Gregorius Papa” che presenta – nella cattedrale dei SS. Pietro e Paolo dal 9 settembre al 4 novembre – testimonianze e reperti di Gregorio VII nell’Europa del Medioevo, attestando ancora una volta lo stretto legame fra l’illustre Papa, Sovana, dove nacque, e Sorano

****

La mostra “Ego Gregorius Papa”, curata dall’architetto Fasanaro, viene presentata nella cattedrale dei SS. Pietro e Paolo della città di Sovana dal 9 settembre al 4 novembre negli spazi monumentali interni, con l’esposizione di reperti e testimonianze di eccezionale importanza che rendono omaggio alla figura di papa Gregorio VII.
Per spiegare il significato e i motivi di questa ricerca, voluta dal sindaco Pierandrea Vanni del Comune di Sorano e dalla Direzione dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello, dobbiamo tornare indietro di mille anni: siamo nella metà dell’XI secolo quando Ildebrando di Sovana, Pietro Damiani e Umberto di Silva Candida attuarono un piano per il rinnovamento della chiesa di Roma attraverso un’azione programmatica fondata sulla “Libertas Ecclesiae”. Il progetto di riforma non trovò accoglienza nelle alte gerarchie Imperiali della dinastia Salica. La disputa accelerò gli eventi quando Ildebrando di Sovana, il 22 nell’aprile 1073, venne eletto Papa con il nome di Gregorio VII. Il pensiero del papa toscano fu quello di subordinare ogni potere secolare all’ecclesiastico e, nello stesso tempo, assicurare il governo incondizionato del Papa all’interno della Chiesa di Roma. Sulla base di questi principi canonici Gregorio VII riprese la lotta contro l’investitura laica tra il papa e l’impero germanico che continuava nelle nomine ecclesiali. Il concordato di Worms nel 1122, dopo quasi cinquant’anni mise fine a questa lunga e stressante lotta.
Su questa linea storica si fonda cronologicamente la mostra Ego Gregorius Papa che ripercorre con una lettura inedita il cammino di Ildebrando di Sovana nell’Europa del Medioevo.
Trenta pannelli espositivi analizzano l’identità spirituale e materiale del Papa Santo, dando priorità alla ricerca nei territori della contea degli Aldobrandeschi governata da Ildebrandino IV (998-1047), compresi nel territorio della diocesi di Sovana. Il cardinale Pandolfus Pisanus, nell’opera “La vita dei papi da Gregorio VII (1074) a Onorio II (1125)”, colloca località e data di nascita (1015-1020) del monaco benedettino Ildebrando. Negli spazi della cattedrale, insieme a due grandi ritratti di Gregorio VII e Matilde di Toscana trovano visibilità reperti, resoconti e documenti dell’incontro avvenuto nei giorni 24-28 gennaio del 1077 nel castello di Canossa e nelle roccaforti adiacenti…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di settembre 2023 di Maremma Magazine (alle pagine 33-35), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI