È nata Argent’aria, l’essenza che ti fa respirare i profumi dell’Argentario

È nata Argent’aria, l’essenza che ti fa respirare i profumi dell’Argentario

157
0
CONDIVIDI

Si chiama “Argent’aria” ed è la novità ideata da Giuliano Picchianti, alla guida dell’azienda toscana Lavanderia Picchianti che da quasi cinquant’anni offre il meglio in termini di servizi per il turismo (dalla lavanderia, al noleggio, alla vendita di biancheria, tovagliato e accessori). La novità in questione è un’essenza, con una fragranza caratteristica che profuma di mare, di Maremma e soprattutto di Argentario

****

Giuliano Picchianti, imprenditore che vive all’Argentario, da sempre sensibile ai progetti dedicati al suo territorio di appartenenza, è a capo di un’azienda, la Picchianti Srl, che da quasi cinquant’anni opera a stretto contatto con le strutture toscane e del Lazio che si occupano di turismo, con servizi dedicati di lavanderia, noleggio e vendita di biancheria, tovagliato e prodotti studiati per l’accoglienza turistica…
A muovere le fila come spesso succede in chi fa impresa è la passione ed il desiderio di crescere e migliorarsi sempre più. Molle queste ultime che hanno portato Giuliano Picchianti a sviluppare un altro progetto innovativo nel settore in questo caso delle essenze. Un progetto destinato non solo alle strutture turistiche, ma che si presenta con il desiderio e l’auspicio di entrare nelle case e negli uffici di un vasto pubblico. Un’esperienza sensoriale che parte dal cuore del Mediterraneo, dedicata a chi ha l’Argentario nel cuore: è nata così, dalla volontà di un imprenditore capace, creativo ed al passo con i tempi, Argent’aria una suggestiva novità che sgorga dal cuore del Mediterraneo, crogiolo di culture, sapori, odori… “Ispirata alla mediterraneità dell’Argentario, Argent’aria – è lo stesso Picchianti a spiegarlo – è una fragranza che inebria immediatamente con sentori di frutti estivi, avvolge con decise note marine e coccola con sensazioni legnose, muschiate. È come la brezza di mare che spira sulla costa dell’Argentario, sposa gli aromi della macchia mediterranea, dei frutti delle terrazze sul mare e sale sul promontorio tra i legni dei fusti delle pendici”… 

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di agosto 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 72-74), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI