Chicchi d’Arte, un centro di cuori pulsanti che uniscono le Arti in...

Chicchi d’Arte, un centro di cuori pulsanti che uniscono le Arti in nome del benessere

251
0
CONDIVIDI

Proprio così. Chicchi d’Arte non è solo un’associazione culturale, ma è una sorta di scuola – il sogno diventato realtà di Valeria Petri – che aiuta a vivere meglio attraverso la danza, il teatro movimento, la musica e più in generale ogni forma d’arte in grado di esaltare la bellezza e la creatività di ogni singolo individuo

****

DI ELEONORA ZANNERINI

Chicchi d’Arte è un’associazione culturale nata diversi anni fa sul territorio grossetano, dal desiderio della direttrice artistica Valeria Petri, di mettere in comunicazione le varie forme di espressione artistica per diffondere un messaggio sintetizzabile così: “Arte per la scoperta della bellezza e della creatività propria di ogni individuo”.
Dopo aver collaborato con varie associazioni sul territorio maremmano da quasi 10 anni, nel 2018 Chicchi d’Arte ha trovato la propria sede a Grosseto, in uno spazio che accoglie tutta la storia e l’esperienza dell’associazione, tra i vestiti degli spettacoli, i dipinti arrotolati a ricordo di tanti stages degli anni passati, i pennelli e i colori che ogni giorno danno vita a nuove creazioni condivise con i partecipanti ai vari corsi.
Sì, perché a Chicchi d’Arte la pittura si fa movimento e i corpi in movimento si fanno voce mescolando teatro, danza e pittura nella ricerca e nella sperimentazione libera delle emozioni.
Si parla di Arteterapia ovvero di arte come cura di sé. Cura che passa dal processo creativo tramite il contatto con le proprie risorse affettive, espressive e relazionali per condurci in uno spazio-tempo che porta benessere e conoscenza gentile e rispettosa di noi stessi…

Il fulcro: la Danza Creativa – Danzaterapia Metodo Maria Fux

Il perno attorno al quale ruotano tutte le altre arti è la Danza Creativa – Danzaterapia Metodo Maria Fux.
“Una danza – come spiega Valeria Petriche permette ai corpi di scoprirsi nella propria autenticità e creatività, senza movimenti imposti e adatta ad ogni età e condizione fisica. Nel metodo in questione i corpi sperimentano le infinite possibilità di movimento ispirandosi agli stimoli musicali che vengono proposti e che donano qualità sempre diverse permettendo ad ogni persona di muoversi nel piacere e nella verità del proprio corpo e nello stesso tempo di integrare nuove possibilità di movimento nella danza, che equivale a trovare nuove possibilità di movimento nella vita.
Maria Fux, danzatrice argentina, con i suoi 101 anni attuali, ha creato, ormai tanti anni fa, questo metodo partendo dal presupposto che tutti possono danzare e che la danza appartiene a tutti. Non c’è nessun tipo di analisi psicologica, ma semplicemente accade che i corpi, muovendosi nel piacere e scoprendo la propria creatività, naturalmente sciolgono nodi, scoprono sensazioni trasformando ciò che viene vissuto come limite in infinite possibilità di movimento”.
Così nei corsi settimanali a Chicchi d’Arte danzano persone di età completamente diverse che insieme creano ogni sera qualcosa di unico ed irripetibile, nel rispetto della propria corporeità e del proprio sentire.
La danza può prendere spunto da una musica, ma anche da un materiale come un telo, un elastico, una piuma che rappresentano sempre parti di noi da conoscere, approfondire con cui dialogare e dalle quali apprendere nuove qualità di sentire e di muoversi.

Chicchi d’Arte come Centro di Formazione

Negli anni Chicchi d’Arte è divenuta anche un Centro di Formazione per la Danzaterapia e le Arti integrate, punto di riferimento per le tante persone che da tutta Italia, desiderano apprendere strumenti utili da integrare ai propri mestieri di insegnanti, educatori, operatori sociali, artisti o anche per chi desidera intraprendere un percorso personale stimolato da curiosità e volontà.
“La formazione triennale – aggiunge Valeria – prevede lo studio di materie come la Danzaterapia nel metodo Fux, integrata a pratiche per la danza contemporanea e sperimentazioni corporee, il teatro movimento e le arti grafiche”.

Il TeatroMovimento

L’altra arte che vive settimanalmente a Chicchi d’Arte con gruppi di bambini, adolescenti e adulti è proprio il TeatroMovimento. “Un teatro – puntualizza ancora Valeria – che non vuole essere solo performativo ma che mira a creare le condizioni affinché ogni persona possa sperimentare se stessa attraverso la sicurezza di un personaggio ed osservare ed esprimere emozioni e parti di sé che a volte faticano ad uscire nella vita quotidiana. Un teatro che è gioco di ruoli, di sensazioni, di emozioni ed esplorazioni personali e collettive, che educa alla sensibilità e alla collaborazione, nel quale voce e corpo si uniscono per creare l’incontro con sé stessi e con gli altri”.
Nel giorno dedicato al teatro, nella sala di Chicchi d’arte, si alternano bambini, adolescenti ed adulti che nel cambio dei corsi si conoscono, si raccontano, si scambiano idee creando la continuità di un percorso che può partire dalla più tenera età per proseguire nel tempo.

La musicoterapia

Chicchi d’Arte è un’associazione culturale nella quale la cultura e l’arte sono il ponte per arrivare dal proprio mondo al mondo dell’altro. Ci si conosce, ci si confronta, si fa amicizia e si crea quella rete sana di persone che hanno voglia di stare insieme. Ed è proprio con questa voglia di stare insieme che collaborano i vari insegnanti portando le proprie esperienze ed interagendosi tra di loro.
“Ecco che alla danza terapia si affianca la musicoterapia, per tutti coloro – sottolinea Valeria Petri – che desiderano donarsi del buon tempo nell’immersione del potere curativo della musica e delle sue vibrazioni di benessere per entrare in una modalità comunicativa autentica con se stessi e con gli altri.
Infatti, sin dall’antichità il rapporto musica-corpo è stato oggetto di interesse e ai giorni d’oggi si riscoprono le potenzialità curative dell’ascolto o della produzione di melodie confermando gli effetti benefici della musica sia sulle funzioni cognitive che su quelle fisiologiche.
Così nell’unione delle arti, la musica diviene segno grafico e da essa nascono pitture istintive personali o collettive. I dipinti vengono abitati dai corpi per essere danzati trasformando i corpi in spartiti da suonare con una musica ancora diversa per trasformarsi in parola e in storia da raccontare.
L’intento è quello di ‘liberare l’arte’, rendendola accessibile a chiunque con la ferma convinzione che ogni persona possiede quell’istinto creativo e quel potere buono di manifestare e che la bellezza risiede proprio nell’unicità dell’espressione, diversa per ognuno di noi”.

I corsi in partenza da settembre

Per chi volesse entrare in contatto con il mondo dell’associazione culturale Chicchi d’Arte, questi i corsi in partenza da settembre, con il titolo che è già tutto un programma “L’Arte a servizio del benessere” incentrati su laboratori settimanali per adulti, ragazzi e bambini:
• Danza Creativa – Danzaterapia Fux
Pratiche per la Danza Contemporanea
• Teatro Movimento
• Arteterapia e Musicoterapia
• Corsi di Yoga e Arte dello streching
• Formazione triennale – Danzaterapia Fux e Arti Integrate
• Focusing – L’arte dell’ascolto

E a luglio spazio allo stage “Dalle mani… al corpo che crea”…

Intanto nei giorni 13, 14, 15, e 16 luglio, Chicchi d’Arte organizza presso la propria sede in viale Europa 11/o a Grosseto, lo stage di danza creativa danzaterapia fux, teatromovimento, ricerca sperimentazione, arti grafiche, a cura di Valeria Petri, dal titolo “Dalle mani… al corpo che crea”.
“Un percorso di esplorazione corporea – sottolinea Valeria Petri – che inizia dalla scoperta delle nostre mani come stimolo di creazione del movimento movimento che si espande a tutto il corpo per divenire sperimentazione grafica, artistica, teatrale e coreografica. Un viaggio tra i simboli delle mani e del corpo, guidati dalla creatività personale di ognuno.
Lo stage è rivolto a tutti coloro che con esperienza o senza esperienza, desiderano sperimentarsi in vari linguaggi artistici, per un proprio percorso personale o per acquisire strumenti da utilizzare nei propri ambiti lavorativi”.
Al termine del corso, che si svolgerà nei giorni indicati in orario 10-18 con pausa pranzo, è previsto il rilascio di un attestato di partecipazione.
Le ore dello stage sono valide per l’eventuale iscrizione al percorso Formativo in Danzaterapia Fux e Arti Integrate, in partenza a settembre.

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di luglio 2023 di Maremma Magazine (alle pagine 92-95), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI 

Info e prenotazioni
Chicchi d’Arte si trova in viale Europa 11/o a Grosseto. Questi i contatti per approfondire la conoscenza: tel. 347 1301529, mail: info@chicchidarte.com, sito web: www.chicchidarte.com