Capalbio, successo per la mostra dedicata a Niki de Saint Phalle e...

Capalbio, successo per la mostra dedicata a Niki de Saint Phalle e al suo Giardino dei Tarocchi

166
0
CONDIVIDI

“Il luogo dei sogni: il Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle” è il titolo della mostra allestita dal 9 luglio scorso (fino al 3 novembre) a Capalbio in due splendide location: Palazzo Collacchioni e Galleria d’arte Il Frantoio. L’intento è quello di rendere omaggio all’artista che con la sua famosissima opera ha legato per sempre il proprio nome a quello della Piccola
Atene

****

Il Comune di Capalbio dal 9 luglio scorso sta rendendo omaggio all’opera di Niki de Saint Phalle, centrata sul suo rapporto artistico con l’Italia, con una grande mostra curata da Lucia Pesapane dal titolo “Il luogo dei sogni: il Giardino dei Tarocchi di Niki de Saint Phalle”.
Grazie alle testimonianze di amici e collaboratori, che con l’artista hanno dato vita al Giardino dei Tarocchi, l’esposizione racconta l’attualità del messaggio femminista, ambientalista, avanguardista e impegnato che ci ha lasciato in dono.
In mostra più di 100 opere, tra sculture, disegni, video, fotografie comprese tra gli anni Sessanta e gli anni Novanta, alcune delle quali inedite e mai presentate al pubblico.
La generosità dei collezionisti con la collaborazione della Fondazione Il Giardino dei Tarocchi, The Niki Charitable Art Foundation e Fondazione Capalbio hanno finalmente reso possibile questo importante progetto che si svolge in contemporanea alla grande retrospettiva dedicata a Niki de Saint Phalle organizzata a New York al MoMa PS1.

L’allestimento e la scenografia

L’esposizione, con l’allestimento a cura di Viviana Panaccia, è una mostra diffusa sul territorio del Comune di Capalbio. Muovendosi da due luoghi nel borgo antico, Palazzo Collacchioni e la Galleria Il Frantoio, si giunge al Giardino dei Tarocchi, la sua opera più significativa.
Il progetto allestitivo richiama l’universo rotondo, morbido e colorato dell’artista e si ispira a un concetto a lei molto caro…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di agosto 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 24-26), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI