Amiata Piano Festival, è la volta di Dionisus al Forum Bertarelli

Amiata Piano Festival, è la volta di Dionisus al Forum Bertarelli

36
0
CONDIVIDI

È in pieno svolgimento nell’architettura avveniristica del Forum Bertarelli, nel cuore dell’entroterra maremmano in loc. Poggi del Sasso (Cinigiano) l’Amiata Piano Festival, prestigiosa rassegna alla sua 17esima edizione che, dopo le serie di concerti Baccus ed Euterpe, propone ad agosto, dal 25 al 28, Dionisus, in attesa del Concerto di Natale in programma il 10 dicembre

****

Entra nel vivo la 17esima edizione dell’Amiata Piano Festival, ovvero quel cenacolo internazionale che unisce la coppia d’arte e di vita Silvia Chiesa e Maurizio Baglini, al mecenatismo illuminato della Fondazione Bertarelli di Maria Iris Bertarelli e Claudio Tipa.
Qui, nel magnifico Auditorium d’avanguardia disegnato dall’eccellenza italiana degli architetti Milesi&Archos, immersi tra le colline maremmane, nel cuore della più selvaggia campagna toscana, si svolge una delle rassegne musicali più attese ed apprezzate del panorama nazionale, dove protagonisti europei indiscussi della seconda arte sperimentano liberamente nuovi progetti, in amicizia e creatività.
Dionisus debutterà il 25 agosto con lo stimatissimo Quartetto di Venezia che proporrà Brahms con Maurizio Baglini.
Da segnalare è anche l’appuntamento del 26 agosto, giorno in cui verrà proposta la nuova e prima commistione che impreziosisce questa edizione, Ecoconcerto per Paesaggio Sonoro del Gran Paradiso e Violoncello Solista, “progetto originale di Silvia Chiesa (violoncello) ed Enrico Montrosset (acoustic designer), produttore cinematografico e sound designer valdostano.
I giovani ma affermati Victoria Vassilenko e Sergey Redkin il 27 agosto proporranno  Beethoven e F. Liszt.
Dopo il fortunato esperimento di contemporanea dello scorso anno, il 28 agosto tornerà la danza sempre in forma ‘cameristica’ della danzatrice, performer e pianista di formazione, Karine Gonzalez, accompagnata al piano da Dimitris Saroglou su repertorio di De Falla, Turina e Albeniz per un dialogo serrato tra tradizione popolare e musica assoluta…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di agosto 2022 di Maremma Magazine (alle pagine 55-56), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI