Amiata Piano Festival 2018, musica senza confini nel cuore della Maremma toscana!

Amiata Piano Festival 2018, musica senza confini nel cuore della Maremma toscana!

293
0
CONDIVIDI

Il 12 aprile scorso nella consueta cornice dello Spazio Fazioli a Milano il pianista Maurizio Baglini, fondatore e direttore artistico, ha ufficialmente presentato il cartellone della 14esima edizione dell’Amiata Piano Festiva, prestigiosa rassegna musicale toscana, in programma da maggio a dicembre al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso, nel cuore della Maremma grossetana, con il sostegno della Fondazione Bertarelli

Il cartellone 2018 della rassegna toscana spazia dalla Sinfonia “Pastorale” di Beethoven alla Rapsodia in blu di Gershwin. Al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso anche capolavori del barocco, incursioni nel mondo del tango, del valzer, del cabaret.

****

Musica senza confini all’Amiata Piano Festival. Per la 14esima edizione (19 maggio ‐ 9 dicembre 2018) il direttore artistico Maurizio Baglini firma un cartellone fresco e vivace che spazia dalla Sinfonia “Pastorale” di Beethoven alla Rapsodia in blu di Gershwin. Quattordici concerti tutti da gustare immersi nell’incantevole scenario naturale della Maremma toscana al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso (Cinigiano, Grosseto). Con il sostegno della Fondazione Bertarelli.

L’Auditorium del Forum Bertarelli

Il calendario
I 14 concerti dell’Amiata Piano Festival 2018 si articolano nei tradizionali tre lunghi weekend di musica: Baccus (28/29/30 giugno e 1 luglio), Euterpe (26/27/28 luglio) e Dionisus (30/31 agosto e 1 /2 settembre). In più: il Concerto Anteprima del 19 maggio e i Concerti di Natale l’8 e il 9 dicembre. I concerti iniziano tutti alle h. 19.00.

Le musiche
Gioachino Rossini (1792‐1868), Claude Debussy (1862‐1918), Mario Castelnuovo‐Tedesco (1895‐1968), Leonard Bernstein (1918‐1990): nell’anno del loro anniversario, l’Amiata Piano Festival celebra il genio di questi quattro compositori con una significativa serie di tributi. Il programma abbraccia poi un vasto repertorio, con alcuni capolavori del barocco come i Concerti per più pianoforti e archi di Bach, la Musica sull’acqua di Telemann, lo Stabat Mater di Vivaldi. E con incursioni nel mondo del jazz, del tango argentino, del valzer, del cabaret musicale d’autore.

Maurizio Baglini

Gli interpreti
Sul palco alcune star del concertismo internazionale, che si presenteranno nelle più varie combinazioni: solisti, ensemble, orchestre, cori, perfino quartetti di pianoforti e di sassofoni.
Come promette il nome del festival, si potranno ascoltare molti pianisti: oltre allo stesso Baglini, ci saranno Michele Campanella, Monica Leone, Gianluca Luisi, Andrea Padova, Marco Scolastra, Marcello Mazzoni, Davide Cabassi, Tatiana Larionova, Jin Ju, Marco Inchingolo, Axel Trolese, Alessandra Ammara e David Helbock. Gli altri solisti: i violinisti Francesca Dego, Mihalea Costea e Gauthier Dooghe; i violisti Simonide Braconi, Anna Serova e Ralph Zigheti; il chitarrista Giulio Tampalini, il clarinettista Jean‐Luc Votano, il cornista Denis Simándy e la violoncellista Silvia Chiesa, artista residente del festival. Orchestre ed ensemble: l’Orchestra della Toscana diretta da Daniele Rustioni, I Solisti Filarmonici Italiani con Federico Guglielmo, l’Ensemble vocale di Napoli (solisti: Linda Campanella, Adriana Di Paola, Carmine Riccio, Simone Alaimo; Enrica Ruggiero, harmonium); il duo Javier Girotto e Gianni Iorio; l’Italian Saxophone Quartet con Federico Mondelci; i Silete Venti! con Simone Toni e il soprano Raffaella Milanesi; il Rossignolo con Ottaviano Tenerani; i Dosto & Yevski. Inoltre, le giovani stelle della classica: Giovanni Andrea Zanon, Laura Bortolotto, Christian Sebastianutto, Giulia Rimonda (violini); Costanza Pepini, Stefano Musolino (viole); Andrea Nocerino (violoncello).

Il festival
Nato come una sfida per portare l’arte dei suoni in un territorio musicalmente vergine, Amiata Piano Festival annovera a oggi oltre 180 concerti (la maggior parte dei quali presenti negli archivi storici di Rai Radio 3) che hanno richiamato migliaia di spettatori provenienti da molti Paesi del mondo, compresi Stati Uniti, Australia, Giappone, Norvegia, Russia e Israele. L’indiscutibile prestigio degli artisti coinvolti – tra i quali Shlomo Mintz, Ramin Bahrami, Salvatore Accardo, Corrado Rovaris, Alexander Ivashkin, Mario Brunello, Pietro De Maria, Alban Gerhardt, Arabella Steinbacher, Francesca Dego, Andrea Lucchesini, Sir Peter Maxwell Davies, Kostantin Lifschitz, Paolo Fresu, Pavel Vernikov, l’Orchestra della Toscana, l’Orchestra da Camera di Mantova e molti altri ancora – hanno portato il festival a collocarsi tra le eccellenze musicali del panorama internazionale. Da segnalare le commissioni di nuove opere ad alcuni importanti compositori di oggi: Marco Betta, Nicola Campogrande e Gianluca Cascioli.

Silvia Chiesa

Le registrazioni radiofoniche
Come ogni anno, Rai Radio 3 registrerà i concerti del festival e li trasmetterà in differita sulle proprie frequenze nazionali e internazionali.

Le degustazioni
Secondo un’apprezzata consuetudine, nel corso di ciascuna serata al pubblico verranno offerti in degustazione i vini della pluripremiata Cantina ColleMassari e un assaggio di prodotti tipici del territorio.

I biglietti
È possibile acquistare i biglietti online: www.boxofficetoscana.it
Info: www.amiatapianofestival.com, tel. + 39 339 4420336.

Il Forum Bertarelli
Il Forum Bertarelli

IL PROGRAMMA

CONCERTO ANTEPRIMA
SABATO 19 MAGGIO
La Gran Regina degli angeli – Raffaella Milanesi soprano Silete Venti! & Simone Toni – Vivaldi (Sinfonia per archi e basso continuo in Sol Maggiore “Il coro delle Muse” RV 149, Sinfonia per archi e basso continuo in si minore “Al Santo Sepolcro” RV 169, Stabat Mater RV 621, Concerto per viola d’amore, archi e basso continuo in re minore RV 394, Nisi Dominus RV 608)

BACCUS
GIOVEDI’ 28 GIUGNO
Beethoven: Sinfonia “Pastorale” e Triplo concerto – Orchestra della Toscana diretta da Daniele Rustioni – Francesca Dego violino; Silvia Chiesa violoncello; Maurizio Baglini pianoforte – Beethoven (Triplo concerto per violino, violoncello, pianoforte e orchestra op. 56, Sinfonia n. 6 op. 68 “Pastorale”)
VENERDI’ 29 GIUGNO
Tango jazz – Javier Girotto sassofono soprano e baritono; Gianni Iorio pianoforte e bandoneon – Girotto (Escenas argentinas, Morronga la milonga, Paragonai), Villoldo Arroyo (El choclo), Piazzolla (Adiós Nonino), Gardel (Volver), Iorio (Giorni di marzo, Sagra d’estate, Chacarera gringa)
SABATO 30 GIUGNO
Prima assoluta Amiata Piano Festival – Giulio Tampalini chitarra; Simonide Braconi viola e viola d’amore; Silvia Chiesa violoncello; Maurizio Baglini pianoforte – Braconi (Fantasia in due movimenti per violoncello e pianoforte), Hindemith (Piccola sonata per viola d’amore e pianoforte op. 25 n. 2), Castelnuovo‐Tedesco (Capriccio diabolico [Omaggio a Paganini]), Gnattali (Sonata per violoncello e chitarra), Schumann (Märchenbilder op. 113, per viola e pianoforte), Bolling (Hispanic Dance [with a Blue Touch], da Concerto per chitarra e jazz piano trio), Piazzolla (Escualo)
DOMENICA 1 LUGLIO
Musica e risate – Dosto & Yevski in RAP‐SODIA con Donna Olimpia e Blek

EUTERPE
GIOVEDI’ 26 LUGLIO
Silvia Chiesa e le nuove stelle della classica – Giovanni Andrea Zanon, Laura Bortolotto, Christian Sebastianutto, Giulia Rimonda violini; Costanza Pepini, Stefano Musolino viole; Andrea Nocerino violoncello con la partecipazione di Silvia Chiesa violoncello – Shostakovich (Due pezzi per ottetto d’archi op. 11), Respighi (Doppio quartetto per archi in re minore P 27), Mendelssohn‐Bartholdy (Ottetto per archi op. 20)
VENERDI’ 27 LUGLIO
Piano jazz con David Helbock
SABATO 28 LUGLIO
Musica sull’acqua Il Rossignolo – Ottaviano Tenerani clavicembalo e direzione – Telemann (Wassermusik in Do maggiore – Hamburger Ebb’ und Fluth Ouverture‐Suite TWV 55:c3, Concerto in mi minore per flauto diritto, traversiere, archi e basso continuo TWV 52:e1, Ouverture‐Suite in mi minore per due flauti, archi e basso continuo TWV 55:e1)

DIONISUS
GIOVEDI’ 30 AGOSTO
Quattro pianoforti e un’orchestra per Bach – Maurizio Baglini, Gianluca Luisi, Andrea Padova, Marco Scolastra, Marcello Mazzoni pianoforti – I Solisti Filarmonici Italiani – Federico Guglielmo violino concertatore – J. S. Bach (Concerto in do minore per due pianoforti e archi BWV 1060, Concerto in Do maggiore per due pianoforti e archi BWV 1061, Concerto in do minore per due pianoforti e archi BWV 1062, Concerto in re minore per tre pianoforti e archi BWV 1063, Concerto in Do maggiore per tre pianoforti e archi BWV 1064, Concerto in la minore per quattro pianoforti e archi BWV 1065)
VENERDI’ 31 AGOSTO
Rapsodia in blu: il pianoforte fra classica e jazz – Maurizio Baglini, Davide Cabassi, Tatiana Larionova, Jin Ju, Marco Inchingolo, Axel Trolese pianoforti – Shostakovich (Concertino per due pianoforti op. 94), Rossini/Liszt (Ouverture dall’opera “Guillaume Tell” S 552/R 237, per pianoforte), Bartók (Sette pezzi da “Mikrokosmos” per due pianoforti Sz 108, BB 120), Toch (Burlesca op. 31 n. 1: Gemächlich, per pianoforte, Studio da concerto op. 55 n. 1: Preludio, per pianoforte), Gershwin (Rhapsody in Blue, per due pianoforti), Debussy (En blanc et noir, tre capricci per due pianoforti; Reflets dans l’eau, Mouvement, Poissons d’or da Images, per pianoforte), Chopin (Barcarola op. 60, per pianoforte), Bernstein/Musto (Danze sinfoniche da “West Side Story”, per due pianoforti)
SABATO 1 SETTEMBRE
Sassofono latino mediterraneo – Italian Saxophone Quartet: Federico Mondelci sax soprano, Davide Bartelucci sax contralto, Pasquale Cesare sax tenore, Michele Paolino sax baritono con la partecipazione di Simone Zanchini fisarmonica – Joplin (The Easy Winners), Iturralde (Pequeña czarda), Gershwin (American Medley), Morricone (Film Suite), Pascoal (Chorinho Pra Ele), Girotto (La poesia, Morronga la milonga), Piazzolla (“Oblivion” dal film “Enrico IV”)
DOMENICA 2 SETTEMBRE
Quando la musica è donna – Mihaela Costea violino; Anna Serova viola; Silvia Chiesa violoncello; Alessandra Ammara pianoforte – Debussy (La Cathédrale engloutie, Général Lavine – eccentric, Voiles, La terrasse des audiences du clair de lune, Ce qu’a vu le vent d’Ouest da Preludi), Castelnuovo‐Tedesco (Sonata per violino e violoncello op. 148), Molinelli (Milonga y chacarera, per viola e pianoforte), Brahms (Quartetto per pianoforte e archi n. 3 op. 60)

CONCERTI DI NATALE
SABATO 8 DICEMBRE
Petite messe solennelle – Michele Campanella e Monica Leone pianoforti; Enrica Ruggiero harmonium; Linda Campanella soprano; Adriana Di Paola mezzosoprano; Carmine Riccio tenore; Simone Alaimo basso – Ensemble Vocale di Napoli – Rossini (Petite messe solennelle)
DOMENICA 9 DICEMBRE
Il valzer tra Vienna, Parigi e Budapest – Jean‐Luc Votano clarinetto; Denis Simándy corno; Gauthier Dooghe violino; Ralph Zigheti viola; Silvia Chiesa violoncello; Maurizio Baglini pianoforte – Schubert (Sonata per violoncello e pianoforte “Arpeggione” D. 821), Ravel (La Valse, per pianoforte), Dohnányi (Sestetto in Do maggiore op. 37 per pianoforte, violino, viola, violoncello, clarinetto e corno)