Agriturismo Arnaione, un luogo speciale immerso nella natura, nella pace, nel silenzio

Agriturismo Arnaione, un luogo speciale immerso nella natura, nella pace, nel silenzio

70
0
CONDIVIDI

È un luogo davvero unico quello che presentiamo questo mese nello spazio dedicato all’accoglienza in Maremma. Parliamo dell’Agriturismo Arnaione della famiglia Gorelli, un’incredibile oasi di pace e relax i cui punti di forza sono il silenzio, il contatto con la natura, la buona cucina e l’atmosfera familiare

****

DI CELESTINO SELLAROLI

La Maremma è una terra speciale di cui è facile innamorarsi. Per tanti motivi. In primis per le bellezze naturali, poi per l’ambiente incontaminato, quindi per l’estensione, gli spazi, la bassa antropizzazione, e ancora per la pace che trasmette a chi decide di visitarla. Sono tante le modalità di fruizione di questo angolo di Toscana. L’offerta ricettiva è davvero variegata, per cui è semplice trovare la sistemazione migliore anche e soprattutto in funzione delle proprie esigenze. Ebbene, per coloro che vogliono staccare la spina, immergersi nella natura e… fermare il tempo… il posto giusto si chiama Arnaione, un luogo quasi incredibile, per l’effetto che produce. Siamo nel territorio del comune di Roccastrada ai piedi del piccolo borgo medievale di Sticciano ed è qui che si trova l’agriturismo che porta il nome della località in cui si trova.
Venendo da Grosseto lo si raggiunge lasciando l’Aurelia a 4 corsie all’uscita di Braccagni-Montepescali, immettendosi nella strada provinciale 157 a due corsie che porta fino all’ingresso di Sticciano Scalo. Poco prima di arrivare in paese sulla destra si prende una piccola strada ad una corsia che porta agli impianti sportivi. Da lì ci si immette in un viottolo a sterro che entra nella macchia mediterranea. E a questo punto inizia la magia: le lancette del tempo, si diceva prima, si fermano e si viene catapultati in un’altra dimensione. Quella della favola. Per arrivare all’Arnaione infatti si deve percorrere circa un km di strada impervia circondata da sughere e lecci, in mezzo ad un bosco sempre più fitto. Questa via segna l’inizio di una vacanza slow, nel senso che va percorsa lentamente visto che non è asfaltata, ma serve a rallentare i tempi stressanti e veloci della città che verranno lasciati alle spalle dagli ospiti per tutto il soggiorno. Percorso questo breve tratto si arriva ad un cancello che apre al regno di Federica Gorelli, titolare – con i genitori Viviano e Nadia – dell’agriturismo Arnaione, un luogo speciale (circondato da boschi, ai piedi della Riserva di Monteleoni) improntato alla semplicità e familiarità, creato ad immagine e somiglianza delle persone che lo vivono e degli ospiti che ormai lo amano proprio per queste qualità…

Se vuoi leggere l’articolo completo pubblicato sul numero di aprile 2019 di Maremma Magazine, alle pagine 46-49, acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale, on line!
Clicca QUI