Ristorante L’Olivo, il sogno diventato realtà di Mattia Mana e Luigi Falzarano....

Ristorante L’Olivo, il sogno diventato realtà di Mattia Mana e Luigi Falzarano. A Sasso d’Ombrone

64
0
CONDIVIDI

Un sogno diventato realtà. Mai sintesi fu migliore per descrivere l’avventura di Mattia Mana e Luigi Falzarano che insieme hanno creato proprio nel cuore della Maremma Toscana in quel di Sasso d’Ombrone, piccola frazione del comune di Cinigiano, il ristorante pizzeria L’Olivo. Una storia di successo che merita di essere raccontata

****

DI MARINA VALMARANA

Ci troviamo a Sasso d’Ombrone, una frazione del comune di Cinigiano. Il borgo è situato a 9 km dal centro del capoluogo comunale, nella parte nord-occidentale del territorio cinigianese. La località era nota in epoca medievale con la denominazione di Sasso di Maremma; sorse in un punto strategico in corrispondenza di un antico attraversamento sul fiume Ombrone.
Originariamente era controllato dagli Aldobrandeschi che vi costruirono un castello oramai scomparso, di cui restano solo alcuni ruderi sulla vetta della collina. In seguito passò agli Ardengheschi, il cui potere interessava anche altre località della parte settentrionale della provincia di Grosseto lungo la Valle dell’Ombrone. Successivamente, passò sotto il controllo di Siena, che lo cedette prima allo Spedale di Santa Maria della Scala ed infine alla famiglia dei Buonsignori. A metà de XVI secolo, Sasso d’Ombrone entrò a far parte del Granducato di Toscana, a seguito della definitiva caduta della Repubblica di Siena.
Incontro Mattia Mana, cuore pulsante del ristorante pizzeria L’Olivo, che insieme a Luigi Falzarano, ha deciso di iniziare questa splendida avventura…
Chiedo a Mattia di raccontarmi un po’ di sé: trovo che ogni storia sia piena di curiosità e che dietro ad ogni individuo ci sono esperienze e saperi unici.
“Sono di origine piemontese, ho avuto la fortuna di lavorare in posti molto diversi e quindi di aver assorbito gusti, modi di cucinare, ingredienti molto variegati. Sono passato dall’hotel Principe di Savoia di Milano, ad un ristorante in Kazakistan, dall’Ata Hotel di Petriolo a Davos (Svizzera)”.
Mentre ascolto il racconto di Mattia, vengo distratta dal profumo di pesce che arriva dalla cucina… malgrado sia mattina, mi viene subito l’acquolina in bocca!
“Circa 15 anni fa ho conosciuto Luigi, impresario edile, con cui abbiamo stretto una grande e duratura amicizia. Avevamo questo sogno in comune di aprire un ristorante, prima o poi, io avrei messo la mia esperienza di chef, lui la sua di “costruttore”… sì ma dove? Lavoravo a Dubai quando decisi di venire in Maremma con mia moglie per una breve vacanza. Luigi mi portò a vedere un locale che era stato in passato un ristorante: ne rimasi subito affascinato, il panorama era da mozzare il fiato e il locale, a ristrutturazione finita, sarebbe stato perfetto. Fu così che lasciai Dubai e mi trasferii in Maremma. In soli due mesi Luigi riuscì Domando a Mattia quali sono le sue qualità di cuoco e perché il suo ristorante ha così tanto successo…
Propongo una cucina un po’ diversa da quella tradizionale toscana. Pesce fresco che arriva da Castiglione, paste fatte in casa con mix di farine differenti, utilizzo germogli freschi fatti da me: senape, finocchio, fieno greco… anche l’olio viene dai nostro olivi. Mi occupo personalmente dell’orto, ed utilizzo tante varietà di erbe aromatiche che coltivo, le spezie non mancano. Direi che propongo dei piatti con un pizzico di gusto etnico”…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di giugno 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 112-115), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI

Contatti
Ristorante Pizzeria L’Olivo
Località Casetta Terreni 1,
58044 Sasso d’Ombrone GR
ristorantelolivo@outlook.com
346 852 7282
@l’olivoristorante