Ristorante Da Romolo, per gli amanti del pesce il paradiso è qui,...

Ristorante Da Romolo, per gli amanti del pesce il paradiso è qui, a Castiglione della Pescaia

149
0
CONDIVIDI

Siamo nel cuore pulsante di Castiglione della Pescaia ed è qui, sotto l’antico borgo medievale, che sorge uno tra i ristoranti più antichi di questa splendida località turistica maremmana: Da Romolo, un bel locale con una storia centenaria oggi guidato da Patrizia e Daniele, coadiuvati dal figlio Ferruccio nei panni anche di chef

****

DI LINA SENSERINI

“Cacciucco sì, ma da Romolo”. Era lo slogan che Romolo Rombai aveva creato per il suo ristorante nel cuore di Castiglione della Pescaia. Uno dei primi ad aprire in paese quando ancora “la piccola Svizzera” era là da venire, le vacanze al mare erano un lusso per pochi, ci si sedeva al ristorante giusto la domenica e se il portafoglio lo consentiva.
Tempi lontani, nei primi decenni del 1900. Il secolo scorso. Fa impressione anche solo pensarlo, perché è passato velocissimo portando tanti e tali cambiamenti che, di quei primi del 900, restano appena le vestigia.
Ma ci sono delle cose che, invece, non passano e restano le stesse, come cucinare un piatto a regola d’arte, far sedere a tavola i propri clienti e vederli andare via soddisfatti dopo aver gustato quel piatto di pesce, magari proprio un cacciucco, cucinato alla stessa maniera del vecchio Romolo e che aveva contribuito a rendere famoso il suo locale.
100 anni dopo quel ristorante è ancora lì, nel cuore di Castiglione della Pescaia, in Corso della Libertà, proprio sotto alla rocca medievale sovrastata dal castello. È ancora lì e si chiama Romolo. Certamente sono cambiate tante cose, a partire dalla proprietà, ma il piacere dell’ospitalità e della buona cucina è rimasto immutato.

Lo chef Ferruccio con la mamma Patrizia

La seconda vita del ristorante Da Romolo

All’inizio degli anni ‘90, infatti, il ristorante è stato rilevato da due soci: Daniele Gaggioli e Giovanni Rabiti che insieme gestivano il bagno Valbona. Uno dei pochi che, quando venne aperto aveva anche la licenza per la cucina, della quale si occupava proprio Daniele. Insieme alla moglie Patrizia Agnesini, infatti aveva in gestione il ristorante La tana del cinghiale, a Tirli; dunque, aveva già una certa esperienza dietro ai fornelli…

Nuova società, stesso ristorante

Circa 6-7 anni fa, un nuovo cambiamento, ma questa volta solo nell’assetto societario del ristorante, che ora è interamente gestito dalla famiglia Gaggioli

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di ottobre 2023 di Maremma Magazine (alle pagine 130-33), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI