“Poggio alle Nane”, il vino Cru de Le Mortelle nel cuore della...

“Poggio alle Nane”, il vino Cru de Le Mortelle nel cuore della Maremma Toscana

132
0
CONDIVIDI

Fattoria Le Mortelle è un luogo ricco di storia e di fascino. La tenuta si estende per 270 ettari di cui 170 piantati a vigneto dove si producono vini dal carattere fortemente legato a questo territorio austero ed elegante al tempo stesso. Tra questi spicca il Poggio alle Nane, il Cru dell’azienda maremmana della famiglia Antinori

La storia

Fattoria Le Mortelle si trova nel cuore della Maremma Toscana, a pochi chilometri da Castiglione della Pescaia, in una posizione straordinaria ed affascinante, sia per la natura che per la storia dei luoghi che la circondano. Mortella è il nome del mirto selvatico, un arbusto che cresce sulle zone costiere della Maremma e che è divenuto il simbolo della fattoria.
La tenuta faceva parte di un complesso più ampio chiamato La Badiola, già individuato sulle carte geografiche da Leopoldo II a metà dell’800 e bonificato in seguito dagli Asburgo Lorena. Nel 1863, un atto patrimoniale menziona tra i possedimenti della famiglia Antinori proprio Poggio Franco, uno dei vigneti più vocati della tenuta, insieme ad altre parcelle di terreno.
La famiglia dal 1999 ha lavorato sia ai vigneti che alla nuova cantina con la convinzione che l’area, ancora emergente nel panorama vitivinicolo italiano, sia altamente vocata alla produzione di vini di qualità e che qui si possono esprimere al meglio le caratteristiche del terroir e delle varietà coltivate. La fattoria si estende su 270 ettari di cui 170 piantati a vigneto con Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, oltre a più recenti impianti di varietà a bacca bianca come Vermentino, Ansonica e Viognier, e ad una piccola quota di Carménère.

I vini

Tre etichette differenti, espressioni dei colori e dei profumi della Maremma.
Vivia, Maremma Toscana DOC prodotto con uve di Vermentino e Ansonica, vitigni tipici della zona costiera toscana, che si uniscono al Viognier, messo a dimora dopo anni di paziente sperimentazione, per un bianco elegante, testimone degli aromi e dei colori della costa della Maremma.
Poi abbiamo Botrosecco, Maremma Toscana DOC che nasce da uve Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc per un vino intrigante, deciso e dal grande equilibrio, capace di raccontare il carattere unico della Maremma.
Infine, abbiamo Poggio alle Nane, Maremma Toscana DOC il Cru de Le Mortelle di cui parliamo in questo numero nello spazio dedicato a “Il vino del mese”.

Poggio alle Nane

Poggio alle Nane è frutto dell’unione delle migliori uve di Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon ed una piccola quota di Carme´ne`re coltivate in quel terroir unico rappresentato dai vigneti proprio di Poggio alle Nane (da cui il nome), l’area più vocata dell’azienda, capace di produrre uve di straordinaria qualità dove un tempo erano allevate delle anatre, localmente chiamate “nane”. In questa zona, vitigni come il Cabernet così come il Carménère riescono ad esprimersi al meglio, donando un vino dalla grande complessità aromatica ed una fitta trama tannica.
“Poggio alle Nane – come sottolinea Allegra Antinori – è un blend tra Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc con una piccola percentuale di Carme´ne`re una varietà che coltiviamo in azienda. È un vino che nel tempo sta diventando sempre più elegante con una sua personalità ed un suo stile, aspetti che ricerchiamo molto nei nostri vini. Poggio alle Nane esprime l’equilibrio ed i tratti tipici del temperamento maremmano, quali la schiettezza, il piglio, la decisione. Insomma, un vino di grande carattere”.

La degustazione

Poggio alle Nane si presenta di un colore rosso profondo. Al naso l’impatto è intenso, di grande complessità, con caratteristiche note di ribes nero e more mature ben in armonia con i sentori speziati e balsamici, come l’eucalipto e la liquirizia. Al palato è avvolgente, strutturato, con tannini eleganti. Notevole la persistenza sul finale, con piacevoli aromi di tabacco e cioccolato nero a delineare il retrogusto.

La visita a Le Mortelle

Tutto questo può essere toccato anche con mano, magari proprio nel mese di agosto, attraverso un percorso enologico e degustativo alla scoperta di un territorio di eccezionale bellezza, dove i colori della terra incontrano quelli del mare, immersi nella cantina ipogea.
La visita guidata percorre i 3 livelli della struttura: dalla zona ricezione uve, passando per la cantina di vinificazione ed arrivando nell’affascinante barricaia nel piano inferiore.
Il tour si conclude – e non potrebbe essere diversamente – con una degustazione dei vini della tenuta. Fattoria Le Mortelle è aperta tutti i giorni per visite guidate, degustazioni e con il proprio Wine-Shop.

Gli eventi estivi

E per chi volesse approfittarne segnaliamo nel mese di agosto due eventi da non perdere. Il primo sabato 10 è la Cena sotto le stelle serata speciale con la partecipazione dei “Jeunes Restaurateurs d’Europe”. Il secondo sabato 31 è la Festa di inizio vendemmia che offrirà una cena nel giardino della tenuta in abbinamento ai vini de Le Mortelle ed intrattenimento dal vivo per celebrare l’inizio della vendemmia 2019.

Se desideri far pubblicare un articolo su Maremma Magazine, in rete e sui social, dedicato alla tua attività, facendola conoscere a un vasto pubblico, contattaci QUI!

Info/contatti

Fattoria Le Mortelle – Loc. Ampio, Castiglione della Pescaia (GR
Tel. 0564 944003 – 347 4610704 | Mail: visite@lemortelle.it
Web: www.lemortelle.it
Facebook – Instagram: @lemortelle – #lemortelle