Monteverro, un vero premier grand cru maremmano da vitigni bordolesi classici

Monteverro, un vero premier grand cru maremmano da vitigni bordolesi classici

305
0
CONDIVIDI

È un vino unico e speciale quello che porta il nome dell’azienda che lo produce dalle parti di Capalbio, nel cuore della Maremma Toscana: Monteverro, un vero premier grand cru maremmano, ottenuto dai vitigni bordolesi classici Cabernet Sauvignon 40%, Cabernet Franc 35%, Merlot 15%, Petit Verdot 10%, ma con l’inconfondibile carattere della costa toscana

****

La tenuta

Monteverro si trova ai piedi del borgo medievale di Capalbio, nella parte più meridionale della Toscana, la Maremma, una regione nota per la sua autenticità e le sue tradizioni.
La tenuta dista pochi chilometri dal mare e si contraddistingue per i suoi caratteristici pendii dal terreno sassoso di argilla rossa. Ma a rendere così unica Monteverro sono anche le persone. “La nostra autentica passione per il vino – sottolinea Julia Weber proprietaria della Tenuta – ci impone di non scendere a compromessi quanto alla lavorazione manuale e alla selezione delle uve in fase di vendemmia, per portare infine ogni vitigno, ogni terroir e ogni annata alla sua massima espressione, con precisione e adottando tecniche di vinificazione innovative”…

I vini

Sei le tipologie di vini prodotte: quattro rossi e due bianchi prodotti seguendo metodi biologici con una filosofia che mira alla qualità assoluta del prodotto finale scevra da mode e tendenze. Tra i bianchi abbiamo lo Chardonnay e il Vermentino di Monteverro. Tra i rossi: Terra di Monteverro, da uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Petit Verdot, Tinata, prodotto con Syrah e Grenache, Verruzzo, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot con una piccola percentuale di Sangiovese ed infine il fiore all’occhiello dell’azienda ovvero il Monteverro, il vino del mese…

Monteverro IGT Toscana rosso

Monteverro è un vero premier grand cru maremmano, ottenuto dai vitigni bordolesi classici Cabernet Sauvignon 40%, Cabernet Franc 35%, Merlot 15%, Petit Verdot 10%, ma con l’inconfondibile carattere della costa toscana. “Un vino ambizioso sotto tutti i punti di vista – spiega l’enologo Matthieu Taunay –: le uve provengono esclusivamente dagli appezzamenti migliori delle nostre colline, sul versante che digrada dolcemente verso il mare, il vino affina circa 24 mesi in barrique dei migliori tonnelier (70-80% di legno nuovo) e quindi due anni in bottiglia. È così che raggiunge un’intensità e una complessità incomparabili, una freschezza e un’eleganza di rara nobiltà. L’incredibile varietà del suo bouquet dalle note fruttate e speziate si arricchisce di anno in anno”…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di maggio 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 110-111), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI 

Info: www.monteverro.com