Metti un tour nella Toscana del sud alla scoperta delle cantine e...

Metti un tour nella Toscana del sud alla scoperta delle cantine e dei vini griffati ColleMassari

114
0
CONDIVIDI

La primavera si presta benissimo alle gite fuori porta, alle escursioni all’aria aperta, al ritorno alla natura. Ed anche, perché no, per i tour enogastronomici alla scoperta di cantine e vini. Qui proponiamo un viaggio nelle tre aziende del gruppo ColleMassari, ovvero il Castello di ColleMassari nella DOC Montecucco, Grattamacco nel cuore della DOC Bolgheri e Poggio di Sotto nella patria del Brunello di Montalcino DOCG. Un viaggio esperienziale tutto da vivere e godere

****

L’emergenza pandemica da due anni a questa parte ha indubbiamente cambiato tante delle nostre abitudini, privandoci spesso anche della voglia di fare le cose. Fortunatamente oggi il quadro generale pare molto migliorato, per cui lentamente possiamo riappropriarci delle nostre esistenze e possiamo tornare ad apprezzare le piccole grandi gioie della vita. Come ad esempio viaggiare, andare alla scoperta di nuovi luoghi, assistere a spettacoli dal vivo, e tanto di più.

Un “Domaine” unico in Toscana

Ebbene, tra le cose che suggeriamo di fare, trovandosi nel sud della Toscana, annoveriamo un bel tour enogastronomico in tre splendide realtà vitivinicole dal respiro internazionale, riunite sotto il marchio ColleMassari: un vero e proprio sogno diventato realtà, fortemente voluto dai fratelli Maria Iris e Claudio Tipa che, condividendo da sempre la passione per la natura e per i grandi vini, hanno dato vita ad un “Domaine” in Toscana conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.
L’odierna ColleMassari comprende, dopo varie acquisizioni, quattro tenute situate in altrettante denominazioni di prestigio: il Castello di ColleMassari nella DOC Montecucco, Grattamacco nel cuore della DOC Bolgheri e nella DOCG Montalcino Poggio di Sotto e la vicina Tenuta San Giorgio.
Il Castello ColleMassari nasce nel 1999 con primo millesimo prodotto del 2000. Siamo nella zona della DOC Montecucco in Alta Maremma, compresa tra le DOCG del Brunello di Montalcino e del Morellino di Scansano, in un contesto che gode di condizioni ideali per l’allevamento del Sangiovese e per l’applicazione dei principi dell’agricoltura biologica.
Grattamacco nasce invece alla fine degli anni 70 nel cuore della DOC Bolgheri dove coglie prontamente l’interesse del mercato per questa nuova culla del Cabernet Sauvignon in Italia. Il primo millesimo prodotto è del 1982, frutto di un taglio unico di Cabernet Sauvignon, Merlot e Sangiovese.
Poggio di Sotto sboccia nel 1989 ed è unanimemente considerata un’autentica perla, uno dei veri e propri classici del Brunello di Montalcino. È sicuramente una delle aziende più famose e premiate dalla critica enologica italiana ed estera, non solo per il Brunello, ma anche per il suo Rosso di Montalcino. Il primo millesimo prodotto è del 1991.
Completa il quadro la Tenuta San Giorgio, fondata nel 1982, che si trova a Castelnuovo dell’Abate, nel territorio del comune di Montalcino, in una particolare posizione, sulla sommità di una dorsale a 400 metri s.l.m. Il primo millesimo prodotto dall’azienda risale al 1985.

Esperienze da vivere

Queste belle realtà enologiche si concentrano nel raggio di poche centinaia di chilometri per cui, magari assumendo come base di riferimento proprio la città di Grosseto oppure il bellissimo agriturismo di Tenuta Montecucco, sempre di proprietà del gruppo, è possibile decidere di visitarle tutte con la certezza di vivere delle vere e proprie esperienze in grado appagare i sensi, ed in particolare la vista, il gusto e l’olfatto.
E allora andiamo a scoprire le diverse aziende del gruppo e le modalità di visita, proprio come se fossimo dei wine lovers in cerca di emozioni e magie da sperimentare e vivere.
La prima tappa del tour ci porta a visitare la cantina del Castello di ColleMassari situato in località Poggi del Sasso, dalle parti di Cinigiano sulle prime pendici del Monte Amiata. Siamo, come detto, nel cuore della denominazione Montecucco.
L’azienda prende il nome dal Castello di ColleMassari che trova le sue origini nel 1300 e nasce come granaio fortificato dove veniva custodito il grano prodotto nella zona. Il Castello è stato acquistato dalla Famiglia Tipa-Bertarelli ed adesso è la loro residenza. Dista poche centinaia di metri in linea d’aria dalla Cantina ColleMassari, che è possibile visitare per conoscere nel dettaglio come vengono prodotti, seguendo le regole dell’agricoltura biologica, i vini e l’olio extravergine di oliva.
Qui il percorso di visita offre l’accoglienza in cantina (con illustrazione delle varie fasi di produzione del vino, dall’arrivo delle uve, passando per la vinificazione ed affinamento), per arrivare alla degustazione di una selezione di prodotti che in questo caso sono tre ovvero i vini Melacce Montecucco Vermentino DOC, Rigoleto Montecucco Rosso DOC e ColleMassari Riserva Montecucco Rosso Riserva DOC.
Al termine della visita della durata di un’ora e mezza al costo di 15 euro a persona, è possibile acquistare i prodotti presso il Wine Shop.
La seconda tappa del tour ci porta invece a sperimentare una visita con annessa degustazione a Poggio di Sotto nel territorio di Montalcino (Siena), prima DOCG d’Italia, patria del famosissimo Brunello. L’azienda nasce alla fine degli anni 80 ed è stata acquisita dalla famiglia Tipa nel 2011.
Da una delle poche produzioni iconiche del Brunello, Poggio di Sotto si è sempre distinto per i suoi vini di classe, complessi, eleganti ed equilibrati in tutto il mondo. Situato a Castelnuovo dell’Abate, nella parte sud-orientale della Denominazione, Poggio di Sotto domina la Valle da un ripido colle. Il tour inizia dalla terrazza principale con vista sulla Val d’Orcia e sui vigneti, e prosegue nelle cantine con spiegazione delle diverse fasi di vinificazione e affinamento del vino. L’esperienza si concluderà con la degustazione di due vini: Rosso e Brunello di Montalcino Poggio di Sotto.
Dalla direzione sottolineano che la cantina di produzione è accessibile solo tramite scale. È comunque possibile effettuare la degustazione ed accedere ai locali preposti alla stessa.
Durata della visita (con annessa degustazione) un’ora e mezza. Costa: 80 euro a persona.
Infine, la terza ed ultima tappa ci porta a Grattamacco. L’azienda, acquisita nel 2002, è situata sulle colline di Bolgheri – in località Lungagnano 128, a Castagneto Carducci (LI) – e dal 1977 preserva il suo spirito pioneristico con un’agricoltura biologica ed un forte legame con il territorio, mantenendo, dalla prima annata del 1982, il Sangiovese nel blend con il Cabernet Sauvignon e Merlot, con un risultato unico di eleganza e struttura.
La visita alla scoperta dei vini parte dalla terrazza principale, quindi prosegue in cantina con spiegazione delle varie fasi di vinificazioni e affinamento del vino, durante la quale viene approfondito il tipo di lavorazione e produzione di Grattamacco. La degustazione prevede l’assaggio di tre vini: Grattamacco Vermentino Bolgheri DOC, Bolgheri Rosso DOC, Grattamacco Bolgheri Superiore DOC.
Durata, anche qui un’ora e mezza. Costo: 45 euro a persona.

Se desideri far pubblicare un articolo su Maremma Magazine, in rete e sui social, dedicato alla tua attività o ai tuoi eventi, facendola conoscere a un vasto pubblico, contattaci QUI!   

Info utili

I punti vendita sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00. Per le visite nelle varie cantine è richiesta la prenotazione ed è necessario essere in possesso del Green Pass rafforzato.
Per prenotazioni:
www.collemassari.it – sezione “Vieni a trovarci”
Per ulteriori informazioni o richieste:
info@collemassari.it
grattamacco@collemassari.it
info@poggiodisotto.it