Barbaspinosa by Morisfarms, ovvero la tradizione di una storica azienda di Maremma...

Barbaspinosa by Morisfarms, ovvero la tradizione di una storica azienda di Maremma in un calice di vino

190
0
CONDIVIDI
Giulio Parentini e Ranieri Moris

Un Maremma Toscana rosso DOC a base di uve Sangiovese, per lo più, con un taglio al 10% di Cabernet Sauvignon. È ciò che propone il Barbaspinosa, un gran bel vino che porta nel calice la storia di un’azienda con alle spalle, come amano sottolineare proprio i protagonisti di questa importante realtà enologica, “trecento anni di tradizione ed amore per la Maremma”

****

Nel vasto panorama vitinicolo provinciale c’è un’azienda con ormai tre secoli di storia e una profonda passione per la Maremma. E questa azienda si chiama Morisfarms una bella realtà enologica che affonda le sue radici nella tradizione, ma al tempo stesso è proiettata verso il futuro, in una logica di sviluppo, crescita ed innovazione.
L’azienda si sviluppa su due principali tenute: Poggetti, situata a Massa Marittima, e Poggio La Mozza, vicino Grosseto, coprendo un totale di 480 ettari, di cui 70 dedicati alla coltivazione della vite.
La tenuta di Poggetti, un tempo luogo di produzione vinicola più antico della famiglia Moris, si trova su una collina a soli 10 minuti dal Golfo di Follonica e produce vini IGT Toscana e DOC Maremma Toscana. Vi si producono pure olio d’oliva extra vergine e diverse varietà di cereali…
Non lontano, si trova l’agriturismo Santa Laura, un’oasi di pace per chi desidera una pausa nella campagna toscana, ubicato tra le dolci colline di Massa Marittima, con le sue ampie aree incontaminate e silenziose e la sua atmosfera unica…
La seconda tenuta, Poggio La Mozza, acquistata dalla famiglia Moris nel 1971, si dedica interamente alla produzione del Morellino di Scansano DOCG, grazie ai 35 ettari (dei 55 totali) di vigneti coltivati esclusivamente a uve a bacca rossa, per lo più Sangiovese, da destinare proprio al sempre più importante ed apprezzato vino maremmano, ma anche Merlot, Syrah e Petit Verdot. All’interno di questa tenuta si trova anche la grande barricaia dove i migliori vini delle due aziende vengono affinati in centinaia di botti di rovere francese…
Tra le etichette in produzione un posto speciale merita certamente il Barbaspinosa Maremma Toscana Rosso D.O.C. a base di Sangiovese 90% e Cabernet Sauvignon 10%. “Questa denominazione – sottolineano Ranieri Moris e Giulio Parentininasce nel 1994 e fin da subito abbiamo iniziato la produzione di un rosso a base di Sangiovese, ma solo con l’annata 2000 abbiamo scelto di affinarlo per un anno nelle barrique usate dell’Avvoltore prima di metterlo in commercio.
Con l’annata 2012 abbiamo scelto il nome Barbaspinosa per questo vino, ispirati da un personaggio di un libro di fiabe scritto dal bisnonno Giuseppe Leo Moris per i suoi figli. I terreni argillosi ci donano un vino di corpo e carattere, ma di facile abbinamento con primi e secondi. La frutta nera è la sua principale caratteristica olfattiva”…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di novembre 2023 di Maremma Magazine (alle pagine 132-133), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI