Ristorante “Brado”, quando mangiare diventa un’esperienza sensoriale. Dalla terra alla tavola!

Ristorante “Brado”, quando mangiare diventa un’esperienza sensoriale. Dalla terra alla tavola!

53
0
CONDIVIDI

Un locale a km. 0 – e forse anche meno – dove regina è la carne di razza bovina Maremmana e di suini di razza Cinta senese. Parliamo del Ristorante “Brado”, la proposta di ristorazione della Tenuta di Paganico, storica azienda agricola nel cuore della Maremma Toscana, a pochi chilometri da Grosseto. Un’azienda che vive di natura

****

Il contesto

La Tenuta di Paganico, nel cuore della Maremma Toscana, a pochi chilometri da Grosseto, si estende su una superficie di 1.500 ettari suddivisi in boschi, pascoli, seminativi, oliveti e vigneti immersi in una natura ricca di fauna selvatica come caprioli, cinghiali, lepri e istrici. Il cuore della Tenuta è l’allevamento biologico estensivo di bovini Maremmani e suini di razza Cinta senese, animali che vivono il bosco come casa propria. Guidata con il cuore da Maria Novella Uzielli, una gran donna che mette l’anima in tutto quello che fa, la Tenuta di Paganico è un’azienda a filiera corta che, per potersi definire tale, coltiva in autonomia gli alimenti per i propri animali…
Ed è proprio Maria Novella ad illustrarci ciò che rappresenta la Tenuta di Paganico: «L’azienda produce e vende direttamente carni fresche, salumi, olio, vino, ragù, birra e grappa. L’agricoltura e l’allevamento, così come tutti i prodotti che ne derivano sono biologici. All’interno dell’Opificio, il punto vendita aziendale, si trova l’agrimacelleria, con il banco delle carni fresche, salumi (tutti rigorosamente naturali, ovvero prodotti senza l’utilizzo di nessun conservante chimico) e molti altri prodotti…

Il ristorante “Brado”

Fin qui il contesto, la cornice. Quanto mai utile, anzi fondamentale per introdurre il focus del servizio ovvero la parte relativa alla ristorazione. Già, perché mangiare alla Tenuta di Paganico non è un’esperienza qualunque, ma è un momento speciale, un evento, potremmo dire, che lega natura, allevamento e sapere. Dalla terra alla tavola… Uno sguardo al menù ci porta a scoprire i sapori di una terra antica dove a regnare è la tradizione…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di luglio 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 114-117), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI