Cantina I Vini di Maremma, un nuovo corso all’insegna della qualità e...

Cantina I Vini di Maremma, un nuovo corso all’insegna della qualità e della crescita

185
0
CONDIVIDI

Sono tante e tutte stimolanti le sfide del nuovo corso della Cantina Cooperativa I Vini di Maremma, prima storica realtà cooperativa nel settore enologico della provincia di Grosseto che proprio quest’anno festeggia il 65° compleanno. Ne parliamo con l’attuale presidente Massimo Tuccio

Cambio di mentalità, massima attenzione alla qualità delle uve e di conseguenza del prodotto finale, innovazione. Sono questi i leit motiv di fondo del nuovo corso della Cantina Cooperativa I vini di Maremma incarnati da un anno a questa parte dal presidente Massimo Tuccio che ha introdotto una serie di principi ed azioni strategiche decisamente all’avanguardia con l’intento di elevare e far fare un bel passo in avanti alla prima realtà cooperativa di Maremma che proprio quest’anno festeggia il 65° compleanno. Ed è proprio di questo nuovo corso e delle sue linee guida che parliamo con il presidente in carica.

Allora Tuccio, partiamo dal suo primo bilancio da presidente della Cantina ad un anno dalla nomina…

Posso affermare senza ombra di dubbio che questo mio primo anno di presidenza è stato un’esperienza entusiasmante e stimolante. Per me è stato come salire su un treno in corsa. In Cantina ho trovato uno staff giovane, entusiasta e propositivo con tanta voglia di fare e di cambiamento. Sono certo che la strada da percorrere per raggiungere gli ambiziosi obiettivi che ci siamo preposti è ancora lunga e difficile, ma a noi piacciono le sfide e da esse troviamo forza ed entusiasmo.

L’innovazione in generale è sempre importante per chi vuole competere sui mercati. Quali sono i vostri progetti in materia?

Innovare può significare molte cose. Talvolta si pensa solo al cambio di attrezzature, o a grandi investimenti, ma troppo spesso si dimentica che alla base dell’innovazione deve sempre esserci un cambio di mentalità. E noi stiamo puntando a tutte queste cose insieme! La Cantina ha rinnovato attrezzature, rimodernato i locali, adeguato le aree di produzione e di lavoro alle più recenti norme alimentari e di sicurezza. Il tutto al fine di mettere gli operatori di filiera nelle migliori condizioni per garantire la massima qualità delle attività e del prodotto finale, secondo una strategia di medio periodo che mette al centro l’efficienza economica e funzionale della nostra Cantina. Quindi si è proceduto ad una profonda analisi delle criticità, definizione delle linee di sviluppo, programmazione dei miglioramenti possibili da pianificare in rapporto alla capacità di investimento, e realizzazione dei lavori necessari. Ma per fare questo, per quanto impegnativo, è “sufficiente” programmare e investire. Noi siamo orgogliosi di poter dire che abbiamo fatto molto di più! Il vero cambio di marcia della nostra Cooperativa è stato impostato a partire da un cambio di mentalità, che riteniamo sia, se non rivoluzionario, quantomeno estremamente innovativo nel panorama della realtà cooperativistica italiana. Il concetto di fondo è che una realtà cooperativa, calata nell’attuale agguerrito mercato del vino, può funzionare in modo efficiente, ossia garantire la giusta remunerazione ai Soci, solo se trasmette loro cultura, conoscenze tecniche e consapevolezza delle sfide da affrontare, così che essi possano produrre al meglio riducendo gli impatti e innalzando quotidianamente la qualità delle uve.

Come siete giunti a questo traguardo? Cosa ha fatto la differenza e generato il cambio di passo?

Non crediamo che il punto a cui siamo arrivati sia un traguardo, ma una tappa. Però una tappa fondamentale. Abbiamo costruito un nuovo regolamento di consegna uve estremamente innovativo. La sua forza sta nella versatilità ed efficacia. Versatilità, perché ci permette di differenziare in modo significativo i prezzi delle uve per ciascuna varietà, così da poter valorizzare al meglio le varietà più interessanti. Efficacia perché determina premi eccezionalmente elevati per le uve migliori. Questo significa che, se normalmente il premio per le uve migliori era del 10%, ora siamo in grado di premiare le migliori uve di oltre il 160% rispetto alle uve di base gamma. Questo meccanismo è affiancato da un servizio tecnico della Cantina che fornisce ai Soci tutte le informazioni tecniche necessarie a soddisfare i massimi requisiti qualitativi. Forniamo un servizio di visite tecniche e consulenza gratuito, incontri tecnici dedicati, attività di informazione con Bollettini tecnici agronomici con dati sulla gestione e la difesa del vigneto, e un servizio di messaggistica telefonica.I risultati sono già evidenti: siamo riusciti a incrementare in modo significativo la qualità dei vini migliori e contemporaneamente a innalzare il prezzo di remunerazione delle uve.

Come hanno accolto le iniziative i soci?

I soci della Cantina hanno accolto le nostre iniziative con disponibilità dimostrando entusiasmo e collaborazione. Si sono resi conto che la Cooperativa è una macchina complessa e come tale è necessario che tutti i meccanismi siano ben oleati e funzionino perfettamente altrimenti si blocca tutto il sistema.

Tutti aspetti questi che poi si riflettono ovviamente anche sulla qualità del prodotto, giusto?

Per dare valore a uve di qualità la strada maestra deve essere quella di far conoscere al pubblico i vini della Cantina come qualitativi e competitivi. E l’attività di miglioramento qualitativo già in essere non potrà che far innalzare la qualità di tutte le gamme di vino. Senza mai perdere di vista il legame con il vostro territorio, ovvero la Maremma, giusto? Esattamente. Basti pensare che il negozio della nostra cooperativa affianca alla vendita dei vini aziendali anche una ampia ed eccellente selezione di prodotti agroalimentari di Maremma. Così non solo si possono trovare vini sfusi, confezionati in vari formati e in bottiglia, ma anche sostenere le produzioni agricole locali, perché desideriamo fare in modo che le attività agricole di pregio possano continuare a svolgere il proprio ruolo di “custodi del territorio”, come amiamo vengano definiti gli agricoltori.

La nostra filosofia green si basa su un concetto più ampio della mera riduzione dell’uso della chimica e del consumo di energia ed acqua. Riteniamo che il rispetto dell’ambiente passi dalla sostenibilità sociale ed economica, dal rispetto delle tradizioni e della cultura delle aree rurali. La nostra mission è quella di aggregare per mantenere un vivace tessuto sociale ed economico sul territorio.

Maremma Magazine è pieno di articoli interessanti! Acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale, on line! Clicca QUI

Cantina I Vini di Maremma, sessantacinque anni di storia

È una storia lunga sessantacinque anni quella che ha scritto e sta scrivendo la Cantina ‘I Vini di Maremma’. La nascita di quella che è stata la prima Cantina Sociale della nostra provincia risale infatti al 1954, anno nel quale un gruppo di appassionati viticoltori fondò nei pressi di Grosseto, questa importante realtà enologica. Da allora, di acqua ne è passata sotto i ponti e con l’andare del tempo, con tenacia, passione, dedizione ed entusiasmo, la Cantina ha assunto un ruolo sempre più rilevante portando la propria produzione, attraverso la rigorosa selezione delle uve ed il perfezionamento del metodo di vinificazione, a livelli di eccellenza.

Oggi la Cantina ‘I Vini di Maremma’ S.a.c. firma grandi vini ottenuti dalle uve baciate dal sole della Maremma Toscana, coltivate da circa 400 viticoltori maremmani e trasformate nella sede storica in località “Il Cristo”, dove si trova anche il punto vendita, nel quale è possibile trovare, insieme ai vini della Cantina, una selezione dei migliori prodotti tipici della cucina maremmana come l’olio extravergine d’oliva, il rinomato pecorino toscano, il miele, i funghi porcini, le conserve, i salumi ed un angolo dedicato ai prodotti da Agricoltura Biologica.

Orario: dal lunedì al sabato 8.30-12.30 – 15.30-19.00, domenica chiuso.
Info: Cantina ‘I Vini di Maremma’, Loc. Il Cristo (Marina di Grosseto)
tel. 0564 34426; Via Repubblica Dominicana, 125 – Grosseto – Tel. +39 0564 452440
Sito web: www.ivinidimaremma.it