BROC birra agricola toscana, la scommessa vincente di Ugo Contini Bonaccossi

BROC birra agricola toscana, la scommessa vincente di Ugo Contini Bonaccossi

60
0
CONDIVIDI

Si chiama BROC ed è una birra agricola toscana ottenuta da ingredienti tradizionali e naturali prodotta ed imbottigliata a Roccalbegna, da Ugo Contini Bonacossi. Una bella realtà dell’enogastronomia maremmana e amiatina con una storia da raccontare, oggi dedita alla produzione di birra, ma anche di vino

****

DI CELESTINO SELLAROLI

Questo mese nel nostro consueto spazio dedicato alle eccellenze enologiche maremmane non parliamo di un vino, ma di una birra. Quella prodotta dall’azienda agricola Ugo Contini Bonacossi, una gran bella realtà situata in quel di Roccalbegna sulle prime pendici del Monte Amiata…

Un bella storia

È qui in questi luoghi nascosti della Maremma che ha preso forma il sogno (diventato realtà) di Ugo Contini Bonacossi. Partito dal niente, passo dopo passo, è riuscito a realizzare una bellissima azienda agricola, che porta il suo nome, dedita alla produzione di vino e di birra, prodotti accomunati dall’attenzione alla genuinità e alla qualità delle materie prime che sono coltivate direttamente in azienda.
La storia di Ugo Contini Bonacossi è una sorta di ritorno alle origini nelle terre rocchigiane frequentate da piccolo. Fiorentino di nascita, dopo la laurea in Viticoltura ed Enologia presso la Facoltà di Agraria degli Studi di Firenze…

La birra BROC

Si chiama BRÓC ed è una birra agricola toscana di lavorazione artigianale, ottenuta da materie prime di qualità elevata. Prima fra tutte l’acqua, dato che il birrificio si trova come detto a Roccalbegna, piccolo borgo della Maremma Toscana, dove hanno origine le sorgenti dell’Albegna, il fiume che attraversa le dolci colline maremmane e sfocia nella omonima località di Albinia, nella costa dell’Argentario. A questo si aggiunge la produzione in proprio di orzo, da cui il concetto di birra agricola.
La BRÓC è una birra ad alta fermentazione prodotta con malto di orzo e malto di frumento, una luppolatura moderata e una leggera speziatura, che richiama lo stile delle antiche abbazie del Belgio…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di novembre 2021 di Maremma Magazine (alle pagine 116-117), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI