Maremma Magazine a dicembre regala cultura. E tu regala Maremma Magazine per...

Maremma Magazine a dicembre regala cultura. E tu regala Maremma Magazine per un anno!

188
0
CONDIVIDI
L'EDITORIALE DEL NR. 10 DI DICEMBRE 2018
DI CELESTINO SELLAROLI

****

Eccoci qua, ancora una volta, a commentare un anno che se ne va… Un anno complicato per la Maremma (turistica), ma che, per quanto ci riguarda, ricorderemo a lungo e con piacere, perché proprio nel 2018 la nostra testata ha festeggiato il 15° compleanno.
È sempre difficile parlare di sé stessi e del proprio lavoro, ma in questo caso due parole le spendiamo volentieri, perché i traguardi servono anche a questo, ovvero a tracciare un bilancio di quanto fatto, girarsi indietro a guardare il cammino intrapreso, ricaricarsi mentalmente e lanciarsi a capofitto verso altri importanti obiettivi che nel nostro caso significano il ventennale. Vabbè, il 2023 è ancora molto lontano, ma neanche poi più di tanto, visto come sono volati i tre lustri appena trascorsi iniziati in un lontano 1° marzo 2003, giorno, mese e anno in cui Maremma Magazine arrivava per la prima volta in edicola.
Da allora, come si dice, di acqua ne è passata sotto i ponti ed oggi, a conclusione di questa importante annata, consegniamo ai nostri lettori, quasi a mo’ di suggello per il traguardo raggiunto, un regalo che assume le forme di un’iniziativa editoriale, di cui parliamo in maniera più approfondita anche nelle pagine che seguono.
Il riferimento va al CD musicale “Canti e cantastorie di Maremma – I suoni della tradizione” distribuito, appunto in omaggio, con il presente numero di Maremma Magazine (gli abbonati che fossero interessati ad averne una copia possono farne richiesta inviando una mail a: redazione@maremmamagazine.it).
Si tratta di un prodotto ideato e fortemente voluto dall’Associazione Maremma Cultura Popolare, presieduta dal nostro preziosissimo collaboratore, nonché consulente editoriale, ma soprattutto amico, Corrado Barontini. Grazie al patrocinio e al contributo della Regione Toscana e di alcuni sponsor privati (che definire mecenati è pure riduttivo) e con il supporto tecnico di Folk Note di Paolo Casini (casa discografica specializzata nella diffusione di musica tradizionale toscana), la suddetta
Associazione è riuscita a realizzare un gran bel cd musicale con 23 tracce sonore dei più importanti interpreti del canto
popolare di Maremma per un totale di oltre 70 minuti di note dedicate alla nostra terra.
Il cd, non esaustivo ma sufficientemente esauriente della musica folk di questa terra, è una fotografia, dapprima in bianco e nero e poi a colori, di un mondo passato, ma ancora vivo (grazie ai tanti gruppi impegnati in questo ambito) e degno di essere immortalato per sempre, anche attraverso prodotti discografici come questo che hanno il pregio di fissare in modo indelebile nella memoria espressioni, modi di dire, melodie di
un tempo andato, assolutamente da salvaguardare e custodire, perché parte di noi e della nostra identità.
Sul canto popolare tanto ci sarebbe da dire, non solo sul fronte della riscoperta delle radici culturali di una terra, ma anche, perché no, in un’ottica di volano turistico, ovvero come fenomeno in grado pure di attrarre presenze in quanto connotazione espressiva di una ben determinata area territoriale.
Basti pensare a cosa si sono inventati in Puglia con La Notte della Taranta per capire che le tradizioni più vere e antiche, abbinate alla musica popolare, possono fare insieme grandi cose e generare anche movimento turistico.
I canti di Maremma come la taranta salentina? Il passo è lungo, ma se anche da noi nascesse qualcosa di analogo ovvero un festival itinerante di musica popolare finalizzato a valorizzare i nostri canti attraverso la loro riproposta e la contaminazione con altri linguaggi musicali, magari con la partecipazione di musicisti di fama nazionale ed internazionale e con la presenza di migliaia e migliaia di spettatori, bè sarebbe davvero fantastico…
Tornando all’iniziativa editoriale di dicembre crediamo che una copia di Maremma Magazine con il CD in omaggio – magari abbinata ad un abbonamento annuale che si porta in dotazione, sempre in omaggio, il libro “O Nini!” sui modi dire maremmani – possa essere anche un meraviglioso e preziosissimo regalo di Natale per chi ama la nostra terra e le sue tradizioni.
Chi fosse interessato può procedere seguendo le indicazioni contenute a pag. 11 (ulteriori informazioni possono essere richieste, sempre via mail, sulla casella della Redazione: redazione@maremma-magazine.it)
Intanto, per quanto ci riguarda – per quest’anno – ci fermiamo qua. Non prima, però, di aver fatto a tutti i lettori di Maremma Magazine, i nostri – da parte mia e di tutta la redazione – migliori auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo!
Come da nostra prassi ormai consolidata, anche nel 2019 ci prendiamo una pausa a Gennaio e Febbraio, per tornare di nuovo in edicola a MARZO 2019. Buon tutto e sempre ad maiora!

AVVISO AI LETTORI E AGLI ABBONATI

Maremma Magazine torna a
MARZO 2019

Avvisiamo i nostri affezionati lettori e tutti gli abbonati che, come ormai di consueto, a Gennaio e Febbraio Maremma Magazine NON sarà in edicola. Riprenderemo regolarmente il nostro cammino a MARZO 2019.

Questo è il periodo giusto per regalare o regalarsi un abbonamento insieme a un bellissimo omaggio: ecco QUI come fare!