Ormai “Non ci resta che ridere”… a teatro

Ormai “Non ci resta che ridere”… a teatro

1879
0
CONDIVIDI

Entra nel vivo a Grosseto al Teatro degli Industri con altri tre appuntamenti di scena fino a domenica 8 maggio l’ottava edizione del Festival di Teatro comico della Città di Grosseto “Non ci resta che ridere”

****

È partita il 17 gennaio ma andrà avanti fino all’8 maggio l’ottava edizione del Festival di Teatro comico della Città di Grosseto “Non ci resta che ridere” coorganizzato dal Laboratorio Teatrale “Ridi Pagliaccio”, il Comune di Grosseto e la Federazione Italiana Teatro Amatori (FITA) con la direzione artistica di Giacomo Moscato.
La rassegna dopo i primi due appuntamenti (“La dama di Chez Maxim” di Georges Feydeau e regia di Riccardo Rombi, a cura della Compagnia “Instabile dei Dintorni” di Roccastrada e “Plaza Suite” di Neil Simon e regia di Massimo Masini, a cura del “Laboratorio dello Spettacolo” di Follonica) ha ancora tre spettacoli da offrire di scena tutti al Teatro degli Industri alle ore 17 e alle ore 21: “Il Papocchio” di Samy Fayad e regia di Claudio Matta (nella foto), a cura della Compagnia “Il Teatraccio” di Grosseto (domenica 13 marzo); “Il Decamerone” di Giovanni Boccaccio e regia di Fabio Cicaloni e Andrea Ferrari, a cura della Compagnia “I Teatranti di Fabio Cicaloni” di Grosseto (domenica 10 aprile); “Il medico dei pazzi” di Eduardo Scarpetta e regia di Giacomo Moscato, a cura del Laboratorio teatrale “Ridi Pagliaccio” di Grosseto (domenica 8 maggio).
“La cultura è un investimento che funziona – sottolinea il Direttore artistico Giacomo Moscato – e questa rassegna va avanti da 8 anni con una partecipazione di spettatori crescente a dimostrazione che c’è spazio e volontà per far crescere il teatro a Grosseto”.
“Vogliamo ringraziare il Comune e l’assessore – precisa il Presidente della FITA Fabio Cicaloni – che insieme a tutti noi ha creduto da subito nel ruolo del teatro e nella capacità, che ha quello amatoriale, di avvicinare adulti, ragazzi e bambini alla cultura”.
Come di consueto è previsto un concorso sia tra gli abbonati (“Premio al miglior spettacolo”) che attraverso il voto di una giuria di giornalisti ed esperti (premi per spettacolo, attori e regia).
Le premiazioni si svolgeranno domenica 8 maggio sempre al Teatro degli Industri, dalle 18.45, tra i due appuntamenti con l’ultima commedia teatrale in programma: “Il medico dei pazzi”.
Il costo di ogni biglietto è di 10 euro (possibile acquistare il carnet da 40 euro per tutti i 5 spettacoli).
Prevendita presso l’edicola “La Pace” accanto alla Chiesa del Sacro Cuore.

Manifesto Non ci resta che ridere! 2015-16 WEB