La Focarazza di Santa Caterina, la storia dietro la leggenda di questo...

La Focarazza di Santa Caterina, la storia dietro la leggenda di questo grande rito del fuoco

253
0
CONDIVIDI

Tra leggenda e sacralità, ogni anno il 24 novembre, a Santa Caterina, un piccolo borgo nel comune di Roccalbegna, rivive l’antico rito legato al culto del fuoco-albero e della Santa, che va sotto il nome di “Focarazza” o “Palio dello Stollo”, uno spettacolo unico, dalle origini antichissime, che coinvolge una popolazione intera

***

DI GIADA RUSTICI

Alla vigilia del giorno dedicato a Santa Caterina d’Alessandria, ormai dal XVI secolo, si consuma la magia: al crepuscolo, quando ogni altra parte del mondo si riposa alla fine di una giornata qualsiasi, si svela agli occhi del paese un rituale misterioso ed emozionante che ha il sapore antico di una lotta acerba per il possesso.

La contesa è viva, con un’unica regola: portare dentro alla propria contrada lo Stollo di cerro dopo averlo liberato dal fuoco. È un momento di straordinario potere scenico ed evocativo: la lotta per accaparrarsi lo Stollo consuma tutte le energie perché decine di contradaioli, aggrappati al palo annerito dalle fiamme, corrono nella campagna immensa nel buio profondo e travolgendo ogni ostacolo, attraversando fossi, aggirando o infrangendo siepi, il tutto rigorosamente fomentato dalle grida dei sostenitori che lo seguono da vicino, molto vicino.

Così prosegue l’estenuante lotta per la conquista…

Se vuoi leggere l’articolo completo su questa antica tradizione, pubblicato sul numero di novembre 2018 di Maremma Magazine (alle pagine 18-21), acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale on line! Clicca QUI