Giovanni Lamioni e quella smisurata passione chiamata Maremma!

Giovanni Lamioni e quella smisurata passione chiamata Maremma!

321
0
CONDIVIDI

È una passione davvero smisurata quella che Giovanni Lamioni ha per la sua terra, la Maremma. Ed in questa nostra intervista esclusiva tale passione viene ancora una volta alla luce con tante idee, azioni, proposte concrete portate avanti attraverso la Fondazione Atlante per la Maremma con un unico filo conduttore: la crescita e lo sviluppo del territorio

DI RITA MARTINI

Quando si parla di Maremma e del suo sviluppo, c’è qualcuno che da sempre ha le idee chiare, c’è qualcuno che da sempre è un punto di riferimento politico, culturale, diremmo anche filosofico e strategico su questo territorio, perchè ne ha fatto in modo concreto lo scenario di riflessione e azione quotidiana nella sua vita di imprenditore, di politico, di uomo delle istituzioni e di teorico dell’economia.
È Giovanni Lamioni, Grifone d’Oro, Cavaliere della Repubblica e presidente per definizione, che abbiamo voluto incontrare per sollecitarlo su alcuni temi caldi in uno scenario davvero complesso come quello che stiamo vivendo. Incontriamo un uomo determinatissimo che, nella sede della Azienda Atlante, risponde a decine di telefonate e messaggi senza mai perdere il lucido filo del discorso con noi che lo intervistiamo.
Carismatico come sempre, percepiamo un uomo con le idee nitide e come sempre senza fronzoli o sassolini da togliersi. (“Io sono il sassolino nelle scarpe degli altri, nelle mie, a parte i piedi, non ho nulla” – ironizza). Lamioni è in forma e come non potrebbe dovendo gestire la sua azienda Atlante, un unicum in Toscana per crescita costante nel settore della formazione e del restauro, la Confartigianato Imprese Grosseto con i 70 anni di storia, dove da poco è stato rieletto presidente all’unanimità, e poi la Fondazione di famiglia che mette a segno obiettivi culturali eccezionali per la Maremma – vedi Collezione Luzzetti – e lo sport con la squadra di calcio a 5 che forse è l’unica che ha regalato quest’anno poche soddisfazioni.

Nell’intervista tanti argomenti: dall’Università Mercatorum a Grosseto, alla Fondazione Luzzetti al Maremma Wine Food Shire… Se vuoi leggerla, la trovi pubblicata sul numero di giugno 2019 di Maremma Magazine, alle pagine 34-37. Acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale, on line! Clicca QUI