“Tosca”, “Rigoletto” e “Don Pasquale”, il tris d’assi di “Lirica in Piazza”...

“Tosca”, “Rigoletto” e “Don Pasquale”, il tris d’assi di “Lirica in Piazza” a Massa Marittima

275
0
CONDIVIDI

In una delle più belle piazze toscane in scena tre grandi opere di tre diversi maestri del teatro d’opera come Puccini, Verdi e Donizetti. Con “Tosca”, “Rigoletto” e “Don Pasquale” torna il 3, 4 e 5 agosto a Massa Marittima “Lirica in Piazza”, una rassegna ormai consolidata, tra tradizione e innovazione, grazie a nuove scenografie e multimedialità

Si tratta di uno degli appuntamenti ormai più consolidati del panorama lirico italiano di scena su un palcoscenico unico e suggestivo come il sagrato della trecentesca Cattedrale di San Cerbone in Piazza Garibaldi, cuore medievale della città

****

“Tosca” di Giacomo Puccini il 3 agosto, “Rigoletto” di Giuseppe Verdi il 4 agosto e “Don Pasquale” di Gaetano Doninzetti il 5 agosto. Tutti gli spettacoli con inizio alle 21.15. È questo il cartellone della 32esima edizione di “Lirica in Piazza”, uno degli appuntamenti ormai consolidati del panorama lirico italiano in programma a Massa Marittima in Maremma (Gr) su un palcoscenico unico e suggestivo come il sagrato della trecentesca Cattedrale di San Cerbone in Piazza Garibaldi, cuore medievale della città.
Si tratta di tre opere che si inseriscono a pieno titolo in una rassegna che da alcuni anni si contraddistingue per la sua proposta innovativa e originale che coniuga la tradizione operistica con l’utilizzo delle tecnologie multimediali, nuove scenografie, luci e allestimenti realizzati appositamente per la rappresentazione in piazza.
La manifestazione è organizzata dal Comune di Massa Marittima, prodotta da Europa Musica di Roma con l’Orchestra Sinfonica Europa Musica e il Coro Lirico Italiano. “Il crescente successo di pubblico e di critica che hanno riscosso le ultime edizioni di Lirica in Piazza – spiega Renzo Renzi direttore artistico di Europa Musica –, ci spinge a proseguire il nostro impegno in questo grande progetto con degli eventi che possano ampliare il più possibile le diverse tipologie di pubblico. Questo significa sviluppare nuove scenografie prestando sempre maggiore attenzione al settore delle luci e delle proiezioni, che dovranno esaltare e ampliare le possibilità spaziali della parte materica delle strutture sceniche. Si è intrapreso questo nuovo percorso anche per rendere più suggestiva la rappresentazione operistica e per avvicinare alla lirica un pubblico che normalmente non assiste a questo genere di spettacolo e in particolar modo il pubblico più giovane”.
La Tosca che apre il cartellone di “Lirica in Piazza” giovedì 3 agosto alle 21.15, è un’opera lirica in tre atti di Giacomo Puccini, su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica. È considerata l’opera più drammatica di Puccini, ricca com’è di colpi di scena e di trovate che tengono lo spettatore in costante tensione. “Il discorso musicale – si legge nelle note di presentazione – si evolve in modo altrettanto rapido, caratterizzato da incisi tematici brevi e taglienti, spesso costruiti su armonie dissonanti, come quella prodotta dalla successione degli accordi del tema di Scarpia che apre l’opera. Inoltre non vi è ouverture iniziale. L’allestimento avrà un impianto classico, ma grazie all’utilizzo di nuove tecnologie e delle proiezioni darà una risposta alle difficoltà di realizzare all’aperto strutture monumentali come l’interno di Sant’Andrea della Valle e Castel Sant’Angelo”. La regia sarà di Gianmaria Romagnoli mentre la bacchetta del direttore dell’orchestra è affidata a Claudio Maria Micheli.
Rigoletto, in scena venerdì 4 agosto, è un’opera in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, tratta dal dramma di Victor Hugo Le Roi s’amuse (“Il re si diverte”). Con Il trovatore (1853) e La traviata (1853) forma la cosiddetta “trilogia popolare” di Verdi. “Per la piazza di Massa Marittima – proseguono le note di presentazione – è stato studiato un allestimento che vedrà grandi strutture che ruotando e muovendosi su binari modificheranno le scene dell’opera senza lunghe interruzioni dell’azione drammaturgica”. La regia sempre di Gianmaria Romagnoli, direttore d’orchestra Maurizio Morgantini.
Infine il Don Pasquale che chiude la rassegna sabato 5 agosto, divertente “dramma buffo” di Michele Accursi con la musica di Donizetti si svolge a Roma tra la fine del ‘700 e l’inizio dell’800. “L’allestimento ci porterà in un’immaginaria Villa d’Este, a Tivoli. Un’imponente scenografia riprodurrà la grande Fontana dei Draghi con il monumentale doppio scalone che farà da sfondo alle tante sorprese di una regia spettacolare”. La regia sarà di Marcello Lippi mentre la direzione dell’orchestra è affidata a Stefano Seghedoni.

Prevendite circuito BoxOffice Toscana, www.boxofficetoscana.it/punti-vendita
Acquisti on line www.boxofficetoscana.it
Acquisti telefonici con carta di credito e bonifico Call Center (fino al 28 luglio): 055 210804. Facebook: Lirica in Piazza
Sito internet: www.liricainpiazza.it
Info: 331 1325621 (ore ufficio dal martedì alla domenica).