Vendemmia, si preannuncia davvero ottima l’annata 2020. Meno produzione, ma qualità impeccabile

Vendemmia, si preannuncia davvero ottima l’annata 2020. Meno produzione, ma qualità impeccabile

183
0
CONDIVIDI

È un coro unanime quello che arriva dalle associazioni di categoria, dai consorzi e dai produttori: la vendemmia 2020 si preannuncia davvero ottima, con meno produzione, ma qualità eccellente. La raccolta è già iniziata (e finita per alcune varietà precoci) ed i segnali (o bilanci) sono decisamente positivi

****

DI DEBORAH CORON

Un’altra annata buona, possiamo anche azzardare a dire ottima, anche se dipenderà dall’andamento climatico degli ultimi giorni, con una produzione inferiore del 10-20% rispetto allo scorso anno. La vendemmia è già iniziata (e finita per alcune varietà precoci) ed i segnali (o bilanci) sono positivi.

CONFAGRICOLTURA TOSCANA

“La temperatura e le piogge – spiega Francesco Colpizzi, presidente della Federazione Vitivinicola di Confagricoltura Toscana – sono state regolari e hanno favorito la buona maturazione delle uve. Non abbiamo riscontrato stress fisiologici, direi che le premesse sono più che positive”.
Se nelle vigne la situazione va avanti con ottimismo, la situazione economica delle aziende è invece preoccupante. “Il problema principale – aggiunge Colpizzi – è la liquidità delle aziende. Nel decreto Cura Italia è prevista una forma di finanziamento che mette a garanzia i vini presenti in cantina. Lo strumento ci sembrava finalmente snello e intelligente, ma fa rabbia che gli uffici ministeriali non abbiano emanato i decreti attuativi a distanza di mesi, rendendo di fatto la misura inutile. Una beffa che sta danneggiando tantissime aziende”.
A subire i colpi del lockdown sono soprattutto le attività che non lavorano con la grande distribuzione, ma con ristoranti e locali che hanno azzerato le vendite nei periodi da marzo a maggio e che tuttora sono in difficoltà nelle città d’arte…

CONSORZIO TUTELA VINI MONTECUCCO

In merito alla vendemmia del Sangiovese, si respira grande ottimismo anche tra i viticoltori del Montecucco. Un’uva in ottime condizioni quella già in gran parte raccolta nei vigneti di produzione della DOC e DOCG amiatina, nell’anno della peggiore emergenza sanitaria ed economica dell’ultimo secolo che avrà sì messo in ginocchio il mercato, ma che non ha scalfito il ciclo della vite, che ci farà portare in cantina un frutto dallo stato fitosanitario ottimale.commenta il presidente del Consorzio Tutela Vini Montecucco, Claudio Tipa

CONSORZIO TUTELA DOC MAREMMA

Più o meno analoghe le considerazioni che arrivano dal Consorzio Tutela DOC Maremma. “In diverse zone della provincia – sottolinea il presidente Francesco Mazzei – la vendemmia è praticamente giunta a conclusione, confermando l’ottima qualità delle uve, generalmente sane, con un calo della produzione tra il 15 e il 20% (con punte anche maggiori in certe zone), calo più evidente nella varietà Sangiovese a seguito delle gelate di marzo e alla siccità di luglio e agosto che, in particolare in certe aree della provincia, ha determinato un calo del peso dei grappoli, comunque di ottima qualità…

DAI CONSORZI AI PRODUTTORI

Dai Consorzi ai produttori, il bilancio non cambia. Cala la quantità, ma la qualità delle uve e dell’annata è, a detta di tutti, davvero ottima. Ne è convinto in primis Balbino Terenzi, amministratore dell’Azienda vitivinicola Terenzi in quel di Scansano che commenta la vendemmia 2020 con un articolato report…

Di vendemmia ottima parla anche Ranieri Moris della Tenuta Morisfarms con sede a Massa Marittima ed ulteriore corpo aziendale in località Poggio la Mozza, a pochi chilometri da Grosseto in zona Morellino di Scansano: “Le uve – sottolinea – sono sane e le quantità in linea con quelle dell’anno passato, forse in lieve calo. Le piogge di settembre hanno aiutato ad allungare il ciclo vegetativo delle piante e a portare a perfetta maturazione le uve. Si può ormai parlare di vendemmia 2020 definendola ottima!”…

Non si sbilancia ancora sulla qualità dell’annata Riccardo Lepri della Tenuta Montauto situata nell’estremo sud della provincia di Grosseto tra Manciano e Capalbio. “La vendemmi 2020 – evidenzia Lepri – è una vendemmia per certi versi strana. Abbiamo iniziato molto presto – il 12 agosto – in anticipo, per la forte ondata di caldo e soprattutto per la mancanza di piogge….

Un calo della quantità più consistente, dovuto al clima, ma anche ad altri fattori… è quello registrato da Andrea Savio titolare dell’Azienda vitivinicola Mustiaio con sede a Roselle a pochi chilometri da Grosseto, che peraltro definisce “eccellente” la qualità. “La vendemmia 2020 ha fatto registrare un 40% in meno di uva rossa e un 5% in meno di uva bianca rispetto alla media. La qualità in compenso si prevede eccellente”.

Parla di ottima annata anche Moreno Bruni dell’Azienda agricola Bruni situata nella campagna maremmana dalle parti di Fonteblanda (Orbetello). “Viste le poche piogge che si sono abbattute in Maremma, la vendemmia è stata abbastanza anticipata, di circa 10 giorni a confronto con le annate regolari. Questo ci ha permesso di raccogliere uve con concentrazioni molto alte, sicuramente con una resa non altissima, ma a favore di una qualità superiore alla media”…

Chiudiamo, anche al fine di allargare lo sguardo verso altri territori, con il commento di Alessandro Cellai, capo enologo e CEO delle aziende Castellare di Castellina, nel Chianti Classico, Rocca di Frassinello in Maremma Toscana, Feudi del Pisciotto e Gurra di Mare, in Sicilia: “Sono sicuro che entrerà nel palmares delle annate memorabili per le nostre aziende, come è stato nel 1985, 1990, 2001 e 2016. Il clima, infatti, è stato ottimale, sia in primavera che all’inizio dell’estate, favorendo in maniera perfetta l’avvicendarsi delle fasi fenologiche che hanno permesso alle uve di raggiungere una maturità fenolica pressoché ideale. E questo è avvenuto sia in Toscana che in Sicilia”…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di ottobre 2020 di Maremma Magazine (alle pagine 14-18), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI