Il Grosseto torna in paradiso! Centrata la promozione in serie C o...

Il Grosseto torna in paradiso! Centrata la promozione in serie C o Lega Pro!

271
0
CONDIVIDI

Da pochissime settimane è stata ufficializzata la vittoria del campionato di Serie D da parte dell’U.S. Grosseto. Un successo – quello raggiunto dai colori biancorossi guidati dalla famiglia Ceri – che fa volare il Grifone nel mondo professionistico, un obiettivo assolutamente impensabile fino a qualche anno fa…

****

DI LORENZO MANTIGLIONI

Ci siete mai stati allo stadio? Avete mai visto la folla trepidante che trattiene il respiro, tutta insieme, sperando che quel maledetto pallone entri nella rete? E quei brividi che corrono sulla pelle al momento del gol, mentre tutto intorno a te l’estasi sportiva ha raggiunto il culmine? A volte ce lo dimentichiamo, è naturale, ognuno ha la sua routine quotidiana e le sue passioni, ma lo stadio riesce ad essere uno spettacolo, sia per gli intenditori del calcio giocato sia per chi guarda una partita in via del tutto occasionale…

Vi ricordate il rumore dei tamburi, il boato gagliardo e tracotante delle curve, durante la partita dei play-off tra il nostro Grifone e il Livorno, di qualche anno fa? C’era una tensione agonistica che si poteva tagliare con il coltello. C’era quel sano e assolutamente devoto (come se fosse una fede religiosa) spirito di appartenenza ai nostri colori. Le bandiere biancorosse sventolavano fiere sulle nostre teste e chiunque, tra i presenti sugli spalti, avrebbe voluto mettersi gli scarpini e scendere in campo per onorare la propria città. Beh, a volte il calcio, soprattutto in Italia, ha una connotazione più sacra ed assoluta rispetto agli altri Paesi europei. È quasi, appunto, come una fede religiosa e quando la tua squadra, quella che rappresenta il tuo quartiere, la tua infanzia e tutto quello che ti scorre nel sangue e ti fa battere il cuore, riesce a segnare, l’apoteosi è ancor più divina…

Sapete, pensandoci bene, che cosa potremmo dire oggi? Che finalmente quei tamburi, quell’esplosione di urla che parte dai polmoni ed esce dalla gola, quello stadio così pieno in cui la tensione sportiva pende sulle teste dei tifosi, stanno tornando. L’U.S. Grosseto, dopo qualche anno di purgatorio, finalmente torna nel paradiso del calcio che conta. La banda biancorossa della famiglia Ceri è tornata nel mondo professionistico. Il nostro Grifone, vincendo in maniera anticipata – vista la chiusura del campionato per via della pandemia – la Serie D, progetta la prossima stagione sulle ali dell’entusiasmo…

“Ci tengo a ribadire che noi contiamo tantissimo sulla tifoseria. Sostenere una squadra, come la nostra, che torna nel mondo professionistico è davvero vitale. Noi, ovviamente, ci speriamo tantissimo nel riportare molta gente allo stadio.” Mario Ceri

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di luglio 2020 di Maremma Magazine (alle pagine 74-77), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI 

Nella foto 1: Sersanti e Moscati festeggiano dopo un gol
Nella foto 2: Simone e Mario Ceri con (al centro) il Mister Lamberto Magrini