Vedetta Relais, Townhouse e Lodges il tris d’assi della regina dell’accoglienza in...

Vedetta Relais, Townhouse e Lodges il tris d’assi della regina dell’accoglienza in Maremma, Anna Barberini

483
0
CONDIVIDI

È un’offerta ricca e variegata quella che Anna Barberini, regina dell’accoglienza in Maremma è in grado di offrire a Scarlino con Be Vedetta, il progetto che lega le tre soluzioni di vacanza offerte dalla struttura: il relais e il primo agriglamping italiano (Vedetta Lodges) in località Poggio La Forcola ed il bed and breakfast in piazza Garibaldi (Vedetta Townhouse)

di Sara Landi

****

Quando dopo un lungo tratto di strada bianca che si inerpica tra macchia e bosco arrivi in cima a Poggio La Forcola capisci subito perché quel posto che ancora non conosci non poteva che chiamarsi Vedetta. Da quel balcone naturale a 150 metri sul livello del mare si gode la vista su tutto il Golfo di Follonica e sul mare del Puntone mentre l’Elba e la Corsica sembra di poterle toccare con un dito. Ma la meraviglia non è solo nel panorama e la scopri a poco a poco visitando il relais, una delle tre soluzioni di vacanza offerte dalla Vedetta.

Anna Barberini
A guidarci nella visita la titolare Anna Barberini, scarlinese giramondo che a un certo punto della sua vita ha dato corpo al suo sogno: ristrutturare il casale ormai in rovina sopra Poggio La Forcola, ereditato con i fratelli Marco e Grazia dal prozio Ennio, e farne un posto speciale dove coccolare gli ospiti facendoli sentire a casa.
Anna Barberini ha alle spalle il suo lavoro da manager prima nel settore alberghiero e poi in quello delle pay tv quando nel 2007 decide di riannodare quel filo mai spezzato con la storica famiglia scarlinese di cui è erede e avvia la ristrutturazione della tenuta, fondendo il confort della modernità e la cura di ogni dettaglio con l’omaggio alla memoria storica della famiglia.

Le camere
Grandi riproduzioni su tela delle foto in bianco e nero dell’archivio di famiglia punteggiano gli angoli del relais mentre ogni camera è dedicata a un carattere o a un personaggio di cui non viene svelato il nome. Ne abbiamo vista una per tutte, quella dedicata alla figura del “maremmano integerrimo”. Parlare di camere è piuttosto riduttivo: gli ambienti sono grandi, finemente arredati e curati, pronti a regalare momenti di puro relax e piacere estetico.

I servizi
“Questa è la mia ventottesima casa”, confessa Anna. Facile immaginare che per lo stile e il calore con cui è stata concepita racchiuda un po’ tutte le altre, tornando al tempo stesso alle origini.
Il relais offre agli ospiti molti servizi personalizzati, dal menu dei cuscini (piuma, lattice, aloe, solo per citare alcune possibili varianti per un ottimo riposo) ai servizi estetici su richiesta, alle escursioni tagliate su misura dei bisogni del cliente.
Gli amici a quattro zampe dei clienti non solo sono ammessi ma sono i benvenuti e trovano ad accoglierli Mariuccia, la cagnolina della proprietaria.
La piscina riflette lo stile di Vedetta e si mimetizza nell’ambiente somigliando molto più a un piccolo lago naturale grazie alla sua superficie realizzata in polvere di quarzo e resina.

Il ristorante
Il relais ha anche il suo ristorante interno, Rosso Corbezzolo, che serve gli ospiti ma è aperto anche agli esterni. Il tocco partenopeo dello chef Claudio La Pietra si sposa con la cucina maremmana che riserva delizie per tutti: non solo carne e pesce dunque ma anche menu vegetariani, vegani e per celiaci. La colazione viene invece servita fino a tardi nel patio vista mare. La presenza del ristorante rende il relais Vedetta ideale anche per ospitare ricevimenti e matrimoni sempre su misura del cliente.

Obiettivo: diversificare
“L’obiettivo è personalizzare il più possibile l’esperienza del soggiorno dei nostri ospiti”, dice Anna.
Nell’ottica di offrire una vacanza su misura nel segno del relax e dello charme dopo il relais Vedetta inaugurato nel 2009 l’inventiva di Anna non si è certo fermata. Oggi Vedetta è diventato un marchio, “BeVedetta”, che oltre al relais comprende il bed and breakfast in piazza Garibaldi a Scarlino (Vedetta Townhouse) e il primo agriglamping italiano (Vedetta Lodges).
Vedetta Townhouse è la seconda struttura nata in ordine di tempo ed è frutto della ristrutturazione della casa natale, affacciata sulla piazza principale di Scarlino, dove Anna e i fratelli Marco e Grazia sono nati. Anche qui il concept ispiratore è la storia della famiglia. “Le tre camere – spiega Anna – sono arredate tutte con mobili e accessori appartenuti a generazioni di Barberini. Ciascuna ricorda un periodo preciso per cui si può scegliere tra la camera 1800 di campagna, la camera 1900 coloniale e la camera 2000 di tendenza”.
Vedetta Townhouse è autonoma rispetto alla struttura principale di Poggio La Forcola: non esiste reception perché i clienti ricevono un pin da digitare su un apposito tastierino per poter entrare quando vogliono. Ogni mattina una signora dello staff di Vedetta porta la colazione agli ospiti del bed and breakfast in paese. “Siamo io, mio fratello e undici persone in tutto – spiega Anna – a occuparci di tutte le esigenze dei nostri clienti”.

Da maggio Vedetta è anche Vedetta Lodges, il primo agricampeggio a cinque stelle nel cuore della Maremma toscana. Per Anna un altro sogno realizzato, dopo essersi documentata a fondo sulla normativa in materia di agricampeggio e sulle ultime tendenze in fatto di vacanza all’aria aperta.
“La parola glamping – spiega Anna – è la fusione delle parole glamourous e camping. Parliamo di campeggio perché comunque si dorme in tenda ma la tenda ha tutti i confort e l’arredamento di una suite”.
L’agriglamping è ospitato nei 15 ettari di oliveto che sorge nell’azienda agricola collegata alla tenuta. Per poter ospitare le tende sono state costruite delle palafitte di legno dipinte di bianco. Così quell’oliveto che finora produceva olio extravergine di oliva biologico certificato che porta l’etichetta “Olio di Vedetta” ora è anche la location di un nuovo modo di soggiornare nella struttura. Immersi nella natura ma senza rinunciare allo charme. Basta guardare al boom di richieste che questa formula ha avuto solo nei primi mesi dall’inaugurazione per dire che sicuramente Anna Barberini ha ancora una volta intercettato una tendenza del mercato turistico. “I lodges sono sette – dice Anna – Quattro guardano il mare e tre la collina. Le tende sono climatizzate e dotate di ogni confort e hanno una veranda dove gli ospiti ogni mattina ricevono un cesto di vimini con tutto il necessario per fare colazione”.
In totale Vedetta ha una quarantina di posti letto distribuiti tra le tre soluzioni.
“BeVedetta è il marchio che le racchiude tutte – spiega Anna – nel senso che all’interno della nostra offerta ognuno può trovare la formula di ospitalità più vicina al proprio mondo e alla propria sensibilità”. Non a caso sulla homepage del sito www.relaisvedetta.eu campeggia la frase “Scegli dove vuoi svegliarti”.

La clientela
La clientela di Vedetta è equamente distribuita tra ospiti italiani e stranieri. In prevalenza i clienti stranieri arrivano dalla Germania, dalla Svizzera, dall’Austria, dal Belgio e dalla Francia. “A maggio, giugno e settembre abbiamo un tasso di occupazione delle camere del 75 per cento in media – dice Anna – mentre in luglio e agosto si arriva anche al 90-95%”.

Non solo accoglienza
La proprietaria, oltre al lavoro a tempo pieno per gestire BeVedetta e le sue tre perle, porta avanti un’attività di consulenza con una società di Milano e coltiva le relazioni nel territorio perché crede molto nella valorizzazione e nella promozione di Scarlino e in generale della Maremma. Anna Barberini fa parte dell’associazione di promozione sociale #Maremmans e insieme ad altri due imprenditori turistici scarlinesi, Bruno Mazzoleni (La Cianella) e Margherita Riccio (Poggio La Croce), anche loro convinti Maremmans e titolari di strutture ricettive di qualità, ha dato vita lo scorso anno all’associazione culturale “L’Oro di Scarlino”. Sta inoltre lavorando alla nascita di una rete d’impresa per la promozione dell’olio biologico certificato.
E in testa ha ancora un sogno: costruire la casa sull’albero. Chissà che non sia questa la sua prossima sfida professionale e creativa.

Info: www.relaisvedetta.eu

vedettalodgehires -1DX_5055 IMG_1431 DSC_5199 Barberini s propery from Scarlino in Maremma

Maremma Magazine – Agosto 2015 – Vedetta