Un tour alla scoperta delle cantine d’autore in Maremma

Un tour alla scoperta delle cantine d’autore in Maremma

Da Rocca di Frassinello alla Tenuta dell’Ammiraglia, passando per Le Mortelle, Colle Massari, Val delle Rose: viaggio alla scoperta di alcune delle più belle cantine d’autore in Maremma, nuove mete dell’enoturismo che meritano una visita, almeno il tempo necessario per contemplare il paesaggio e l’architettura, meglio se con un bicchiere in mano

589
0
CONDIVIDI

Da Rocca di Frassinello alla Tenuta dell’Ammiraglia, passando per Le Mortelle, ColleMassari, Val delle Rose: viaggio alla scoperta di alcune delle più belle cantine d’autore in Maremma, nuove mete dell’enoturismo che meritano una visita, almeno il tempo necessario per contemplare il paesaggio e l’architettura, meglio se con un bicchiere in mano

****

DI STEFANO CORAZZINI

Gli edifici che hanno fatto la storia dell’architettura sono solitamente nati dall’incontro tra un ambizioso mecenate e un architetto visionario. Negli ultimi decenni una nuova tipologia di edificio si è imposta all’attenzione di alcuni illuminati committenti e l’architettura (intesa come nobile unione tra funzione, statica e estetica) è diventata la cornice perfetta per valorizzare ulteriormente uno dei prodotti più complessi e più seducenti che la terra da sempre ci offre: il vino.
Armonizzando forme accattivanti e materiali moderni, sono nati in tutto il mondo nuovi fabbricati che facilitano il lavoro dell’uomo, accolgono i visitatori, rispettano l’ambiente, omaggiano il territorio ed enfatizzano la sacralità del vino. Moderne strutture che faranno la storia di questo secolo, che hanno alle spalle nomi di famiglie che producono vino da tempi remoti o nuovi produttori visionari che hanno scelto di investire in un linguaggio contemporaneo, con la stessa passione e la stessa fede con cui investono nel produrre le eccellenze del nostro territorio.
Perché anche per dare vita ad un buon vino serve un imprenditore visionario, sperimentatore, che sappia capire la terra, scegliere come coltivarla e cosa coltivare, per ottenere un prodotto unico ed originale. E anche la Maremma, terra dalle mille sfaccettature, ha trovato i propri mecenati capaci di coinvolgere progettisti che hanno marcato il territorio con sapiente rispetto, usando un linguaggio contemporaneo e un pizzico di originalità. La sperimentazione architettonica e allo stesso tempo il rispetto per il territorio, per il lavoro e per l’ambiente, caratterizzano l’impegno di architetti e committenti.
Il viaggio che abbiamo intrapreso ci ha portato ad esplorare la Maremma in lungo e largo alla ricerca di cantine di nuova generazione, alcune delle quali firmate da noti architetti e altre realizzate da professionisti meno celebrati ma altrettanto validi. Tutte cantine che meritano un viaggio e una sosta, almeno il tempo necessario per contemplare il paesaggio e l’architettura, meglio se con un bicchiere in mano…

Se vuoi leggere l’articolo completo, ricco di una splendida galleria di immagini, lo trovi pubblicato sul numero di marzo 2020 di Maremma Magazine alle pagine 34-38, acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale, on line! Clicca QUI