Teatri di Grosseto, ecco la stagione 2016/2017. E non mancano le...

Teatri di Grosseto, ecco la stagione 2016/2017. E non mancano le novità

432
0
CONDIVIDI

Diciannove spettacoli di prosa, musica e danza. È ricca anche quest’anno la Stagione Teatrale 2016-2017 promossa dal Comune di Grosseto di scena nelle due consuete location rappresentate dal Teatro Moderno e dal Teatro degli Industri, riuniti – una delle novità – sotto l’insegna dei “Teatri di Grosseto”

Massimo Ghini, Luca Barbareschi, Paola Quattrini, Silvio Orlando, Gianfranco Jannuzzo, Debora Caprioglio, Emilio Solfrizzi, Alessandro Haber, Laura Morante, Lina Sastri, Giulio Scarpati, Valeria Solarino: alcuni dei nomi che arriveranno a Grosseto con le proposte in cartellone

****

È stata inaugurata il 16 ottobre scorso con Amleto, una prima nazionale, la Stagione teatrale 2016/2017 dei Teatri di Grosseto. Prosa, musica e danza animeranno per sette mesi l’offerta culturale nei teatri comunali Moderno e Industri, grazie ad un cartellone ricco e variegato che, in questa edizione, è stato messo a punto direttamente dal Comune di Grosseto, per una parte – con la collaborazione di Rosario Coppolino – e con Fondazione Toscana Spettacolo per un’altra.

“La cultura – ha commentato Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco di Grosseto in occasione della conferenza stampa di presentazione – è bene primario. Con la cultura si vive ed è per questo che punteremo sull’economia legata alla conoscenza, alle arti e ai saperi. Abbiamo bellezze senza eguali che possono e devono generare un valore economico. I teatri di Grosseto sono una risorsa di bellezza: una bellezza che ci rende tutti più ricchi”.
Il teatro comunale degli Industri ed il teatro Moderno potranno vantare, quest’anno, una scelta di titoli ampia, variegata e di qualità, per offrire al pubblico un repertorio vasto ed eterogeneo: sono diciannove i titoli in programma. Inoltre, continuerà il progetto Teatro per tutti, con posti omaggio per gli spettatori diversamente abili.
“La nostra – ha sottolineato il vicesindaco Luca Agresti, assessore alla Cultura – è una proposta che non vuole solo intrattenere il pubblico ma mira, al contempo, a fare della città un riferimento culturale per un intero territorio. In particolare, in questa stagione vogliamo fidelizzare i giovani spettatori, accompagnandoli nella trasformazione da pubblico adolescente a pubblico adulto”.

(…)

L’AMPIO SERVIZIO E’ PUBBLICATO NEL NUMERO DI NOVEMBRE 2016 DI MAREMMA MAGAZINE

grosseto-stagione-teatrale-2016-2017-teatro