Il Parco di Poggio, il polmone verde nel cuore della città di...

Il Parco di Poggio, il polmone verde nel cuore della città di Massa Marittima

246
0
CONDIVIDI

Massa Marittima non è solo arte e storia. È anche spazi all’aperto, verde, luoghi incantevoli da cui si possono ammirare stupendi panorami. È il caso del Parco di Poggio, un’area al di fuori degli itinerari classici, da sempre sede degli impianti sportivi e parco divertimenti per i bambini, che si presta facilmente a piacevoli passeggiate nella natura…

***
DI SANDRA POLI

A Massa Marittima, città d’arte e di storia, esiste un’area al di fuori degli itinerari che toccano i monumenti simbolo della città, in grado di attirare chiunque voglia godersi un po’ di fresco durante l’estate o fare una passeggiata nell’inverno ammirando il panorama che si scorge da una terrazza naturale. Stiamo parlando del Parco di Poggio, da sempre sede degli impianti sportivi e parco divertimenti per i bambini.

Il parco si trova nella parte alta del paese, al di fuori delle antiche mura medievali ma a soli 5 minuti dal centro storico. Lo storico Enrico Lombardi riconosce in Poggio l’antico Colle di Certopiano che nel Medioevo rimase escluso nell’urbanizzazione della città a causa della mancanza e che si è conservato integro fino ai tempi moderni. All’interno dell’area, assai estesa e completamente pedonale, si trova un centro sportivo che include campi da tennis, stadio e palazzetto dello sport.

Tagliando per la pineta si raggiunge il bosco di lecci all’interno del quale si trova il Monumento ai Caduti in memoria della strage nazifascista di Niccioleta dove rimasero uccisi 83 minatori.
Proseguendo nella lecceta una scalinata porta in zona Monacelle e termina al Museo della Miniera. Nel lecceto si trova anche il Baracchino, il bar storico, quindi si possono raggiungere il Parco Giochi e gli impianti sportivi. L’ex Colonia elioterapica fino agli anni ’50 d’estate ospitava i bambini che avevano bisogno di curare rachitismo e varie malattie del tempo. Di lì si può raggiungere la Pista polivalente, nata come pista di pattinaggio, oppure, attraverso un piccolo sentiero, raggiungere le grotte nel travertino

Se vuoi conoscere i dettagli di questo itinerario puoi leggere l’articolo completo pubblicato sul numero di novembre 2018 di Maremma Magazine, alle pagine 54-56. Acquista la tua copia cartacea in edicola oppure la versione digitale, on line! Clicca QUI

Info: Ufficio Turistico tel. 0566 906554.