Maremma Toscana “Meets” ha incontrato il Montecucco Vermentino in uno scenario da...

Maremma Toscana “Meets” ha incontrato il Montecucco Vermentino in uno scenario da favola

329
0
CONDIVIDI

Grande successo per la serata enogastronomica (con musica dal vivo) andata in scena il 12 luglio scorso, nella splendida cornice del Boutique Hotel Torre di Cala Piccola (Monte Argentario), organizzata da Maremma Toscana Meets, in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini Montecucco DOC e DOCG

****

Il 12 luglio scorso tre eccellenze (i vini della DOCG Montecucco, il Boutique Hotel Torre di Cala Piccola e lo chef Francesco Carrieri) che si fondono insieme, dando vita ad una serata magica in grado di appagare i sensi della vista, dell’olfatto e del gusto, grazie ad un’iniziativa enogastronomica ottimamente riuscita organizzata da Maremma Toscana Meets in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini Montecucco DOC e DOCG. È ciò che è successo a metà luglio in una cornice d’eccezione, che è già di per sé un vero paradiso terrestre in Maremma, all’Argentario

L’evento

… Una cena esclusiva accompagnata da una selezione di vini Montecucco, non nella classica e forse più conosciuta versione in rosso, bensì nel bianco del Vermentino vitigno che trova ottime produzioni anche in questa DOC e DOCG dell’entroterra maremmano … La Dop amiatina si è presentata al pubblico con una selezione di cinque etichette di Montecucco Vermentino delle aziende ColleMassari, Basile, Pierini e Brugi, Peteglia e Parmoleto, che sono state servite in abbinamento ai ricercati piatti ideati dall’Executive Chef Francesco Carrieri

I vini del Montecucco

Nel Montecucco, territorio che prende vita laddove le morbide forme della Maremma Toscana lasciano rapidamente il passo alle pendici del Monte Amiata, nascono dalle uve coltivate con passione nei 7 comuni della denominazione di origine controllata e garantita, la DOCG in vigore da settembre 2011: Arcidosso, Campagnatico, Castel del Piano, Cinigiano, Civitella Paganico, Roccalbegna e Seggiano.
Nuova frontiera del vino toscano, la Denominazione, con le sue 68 aziende associate, punta a uno sviluppo che possa coniugare gli aspetti produttivi con quelli promozionali e turistici del territorio: la zona, altamente vocata alla produzione del Sangiovese, gode di condizioni climatiche estremamente favorevoli, vicino al Mar Tirreno – da cui dista solo pochi km in linea d’aria – e all’ormai spento vulcano Amiata, che con i suoi 1.738 metri di altezza domina tutto il territorio compreso tra la Maremma, la Val d’Orcia e la Val di Chiana…

Il Boutique Hotel Torre di Cala Piccola

…È una struttura di lusso inserita nel prestigioso circuito Condé Nast, situata sulla punta estrema dell’Argentario, a picco sul mare di fronte alle Isole del Giglio e di Giannutri. L’hotel sorge lungo uno dei tratti costieri più affascinanti della zona, cento metri sopra il livello del mare, con una vista panoramica a 360 gradi sulle scogliere della Cala, il mare e le isole. Al centro, l’antica Torre Saracena da cui ha preso il nome, un tempo punto di avvistamento dei pirati che infestavano il Mediterraneo. La Torre d’Argento è il famoso ristorante dell’hotel, un luogo in cui i sapori toscani e mediterranei vengono reinventati, ibridandoli con ingredienti esotici e inaspettati…

L’Executive Chef Francesco Carrieri

Lo Chef del Ristorante Torre d’Argento propone una cucina locale della Maremma con influenze Pugliesi e attenzione alla stagionalità e alla provenienza degli ingredienti. Attento alle tradizioni territoriali, non dimenticando le sue origini, varia le sue ricette a seconda della stagionalità…

Se vuoi leggere l’articolo completo, lo trovi pubblicato sul numero di agosto 2020 di Maremma Magazine (alle pagine 60-62), disponibile in edicola, su abbonamento e in versione digitale. Acquista la tua copia on line! Clicca QUI